Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 13 marzo 2022

Il Santo Padre ha assistito solennemente alla Messa per il CD anniversario della canonizzazione di S. Ignazio di Loyola




12 Marzo 2022. 
La Santità di N.S. il Santo Padre Francesco si è portato all’altare expresbiterato della splendida chiesa del S. (Ss.mo Nome di) Gesù all’Argentina in Urbe,  e (s)vestito degli abiti pontificali ha pontificalmente assistito in trono alla S. Messa solenne offerta al Divin Padre dal Preposito Generale della Compagnia del Gesù il molto rev.do padre Arturo Sosa (il “papa nero”) nella lieta ricorrenza del quarto centenario dalla faustissima canonizzazione di Sant'Ignazio (ispirato fondatore dell’ordine gesuitico), di San Francesco Saverio S.J., di san Filippo Neri, Santa Teresa d’Avila e Sant’Isidoro agricoltore. 
In alcune immagini possiamo ammirare l’estatica espressione rapita in mistica mediazione del Bianco Padre il quale, rivestito del suo candido abito piano - sine mancum una stola - contempla il mistero della Messa tradizionale come terribile piaga della Chiesa e come fonte e culmine di ogni male. 
Qui sotto altre edificanti immagini del Sacro Rito. Qui io video. 
Video e foto: VaticanNews 
Natalino 






4 commenti:

  1. Ci voleva tanto a indossare un piviale? A questo punto non mi stupirei se qualcuno facesse lo stesso in jeans e scarpe da ginnastica.
    Poi l'altare in una chiesa così.. Chi lo ha voluto è da ricoverare. No comment🤬

    RispondiElimina
  2. Visto il precedente di un vescovo che celebra con bandana in testa..

    RispondiElimina
  3. Niente stola, niente camice, eppure alla considerazione stende le mani con gli altri concelebranti: quindi non sta assistendo ma sta concelebrando? Che bella confusione... Grazie

    RispondiElimina
  4. Solennemente.......

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione