Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 16 febbraio 2022

Messa Tradizionale nell'arte #33 - Ignoto #mtl #messatradizionalenellarte

 Non è una "Messa" ma è una rappresentazione bellissima e curata nei dettagli (anche liturgici) di un sacramento in rito antico: il Viatico ai moribondi. 

Nel dipinto viene rappresentato il sacerdote che ostenta l'Ostia al malato allettato, prima di comunicarlo. 

Si notano stupendi dettagli circa il rituale del Viatico: il sacerdote con paramenti bianchi, accompagnato in casa dal ombrellino liturgico, dal chierichetto col turibolo, e da un ministro che porta la lampada (che ha accompagnato il transito del Ss.mo Sacramento lungo il percorso). Fuori dall'abitazione ad attenderlo il baldacchino per il ritorno in chiesa.
 Non si vede, ma sicuramente qualcuno dei minsitri porta anche la campanella (che si doveva suonare per tutto il percorso dalla chiesa all'abitazione). 

Sulla piccola "mensa" preparata accanto al letto, è stato predisposto con pia cura, un

crocefisso, decorato con fiori freschi ed un a candela. Alla parete si nota il quadro, probabilmente, del Sacro Cuore (in ossequio alla 9°  promessa che N. S. G. C. rivelò a S. Margherita). 

fonte: Wolfgang Kilger  

Roberto

4 commenti:

  1. Bellissimo!!! E pensare che oggi vengono a portare il viatico gli accoliti anziché i parroci...

    RispondiElimina
  2. Il fatto superstizioso che aprire un ombrello in casa porti sfortuna è originato da questo rito.
    Ombrello aperto in casa=moribondo in casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché c'era l'abitudine di chiamare il sacerdote per gli Ultimi Riti solo quando il malato era ormai più di là che di qua, invece di far fare le cose per tempo

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione