Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 1 gennaio 2022

Newsletter TFP dicembre 2021

Riceviamo e pubblichiamo.
Luigi


‍TFP NEWSLETTER 2 DICEMBRE 2021


USA: PERCHÉ I GIUDICI CONSERVATORI DELLA CORTE SUPREMA NON RICONOSCENDO IL DIRITTO NATURALE DELUDONO CHI LI ELEGGE

di John Horvat
I conservatori rimangono giustamente delusi quando i giudici che hanno eletto tradiscono i loro principi in favore di un modello giuridico senza bussola morale. Non riescono a capire come questi trovino "diritti" e "libertà" sconosciuti, in nome di un costituzionalismo deviato che ignora il solido caposaldo delle verità fondamentali basate sulla tradizione e la morale.


COME I VERDI STANNO DISTRUGGENDO LA BIG ENERGY DALL'INTERNO

di John Horvat
La sinistra sta sfruttando la rivoluzione verde per distruggere il sistema economico attuale. Il suo bersaglio principale è stato a lungo la Big Oil. Non riuscendo ad averla vinta, ha iniziato a infiltrare propri uomini nelle amministrazioni aziendali. È quello che è accaduto alla Exxon, dove un minuscolo fondo ha ricevuto il sostegno di Vanguard, State Street e Black Rock - massicci fondi pensione degli stati democratici – per eleggere al suo interno candidati verdi.


CORREGGERE E NON SOLO DIFENDERE LE SOCIETÀ APERTE

di Ettore Gotti Tedeschi
L’Occidente va difeso nei suoi unici valori storici di cui tutta l’umanità ha beneficiato, ma oggi deve correggersi e ritrovare la sua anima se vuole servire e non cedere all’Oriente il potere economico morale-pragmatico. La crisi economica degli ultimi decenni, che ha concorso a generare la crisi ambientale, ha cause morali. Quelle stesse cause morali che la citata società aperta pretenderebbe negare perché non deve esserci verità assoluta se non scientificamente approvata. Quelle stesse cause che l’autorità morale fatica a voler difendere a tutti i costi.


LA RIVOLUZIONE "WOKE" SBARCA IN ITALIA. NON SOTTOVALUTIAMOLA

di Marco Gervasoni
Al liceo Zucchi di Monza, i ragazzi vanno in gonna per protesta contro il maschilismo. All'Ulisse Dini di Pisa, occupano il liceo per protesta contro un preside che nega l'identità trans a uno studente. Al liceo Cavour di Torino, invece, il preside introduce l'asterisco gender (*) nel linguaggio scritto. Sono tre episodi che, presi singolarmente, fanno solo costume. Ma se presi assieme sono la prova che la rivoluzione "woke” sta arrivando anche in Italia. Non va presa sotto gamba. Culturalmente parlando, è peggio ancora del marxismo.

LUMEN CHRISTI: DOVE VI È FEDE LÌ REGNA LA PACE

di Marco Giglio
In una foresta della Confederazione Elvetica, nel Canton Friburgo, regna una tranquillità, anzi una pace medievale. Qui, nella piccola località di Cerniat, regna ancora – come in un’epoca cristiana – la pace di Cristo. Questa Pax Christiana ha come fonte l'unica e ultima certosa della Svizzera.

IL RITORNO DEL COMUNISMO

Si assiste ad un ritorno di comunismo nell’Occidente e il Modello cinese suscita qui da noi un notevole appeal. Non perché l’Occidente voglia diventare la Cina, ma certamente perché intende applicare qui i principali aspetti del Modello cinese. Presentazione streaming del 13mo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell’Osservatorio Card. Van Thuân.

FALSA ALTERNATIVA

di Plinio Corrêa de Oliveira
Nelle polemiche fra cattolici e liberali, molti pensano che, poiché è inevitabile dover scegliere fra l’eccesso di libertà e l’abuso di autorità, i liberali preferiscano il primo, mentre la Chiesa abbracci il secondo. In realtà, l’insegnamento della Chiesa è tutt’altro. Esiste la possibilità di organizzare la società, in modo stabile e durevole, in un equilibrio che non tenda verso uno di questi due estremi. Questa strada è l’Ordine cristiano.

TFP NEWSLETTER 8 DICEMBRE 2021


L’EUROPA “FINLANDIZZATA”

di Julio Loredo
Non hanno imparato niente né hanno dimenticato niente. Ecco la lapidaria formula con la quale Talleyrand descrisse alcuni dei nobili francesi rientrati dall’esilio dopo la Restaurazione. Ci sono certe categorie di persone che non imparano niente né dimenticano niente. La crescente tensione con la Russia ne è un esempio stridente.

ABORTO NEGLI USA. L’INIZIO DELLA FINE?

di Samuele Maniscalco
Il prossimo anno la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America potrebbe ribaltare del tutto o comunque ridimensionare profondamente la sentenza Roe v. Wade che nel 1973 legalizzò l’aborto nel Paese. Ne sono consapevoli anche a sinistra. A cinquant’anni da quella nefanda sentenza, i pro life potrebbero cogliere una vittoria clamorosa.

ORMAI NON SI SALVA NEMMENO IL NATALE

di Federico Catani
Non solo il “Buone Feste” sta soppiantando gli auguri di “Buon Natale”. Non solo non si parla più di Gesù Bambino, eccetera eccetera. Ma adesso si vuole cancellare anche il clima di innocenza e purezza così tipico del periodo natalizio. Né è prova un ripugnante spot pubblicitario andato in onda in Norvegia.

LA SANTA CASA DI LORETO. IL MAGGIORE SANTUARIO MARIANO DELLA CRISTIANITÀ

di Federico Catani
Perché un libro sulla casa di Loreto? Possiamo affermare con certezza che è proprio la casa della Vergine? E la casa fu veramente traslata dagli angeli? A queste ed altre interessanti domande ha risposto Federico Catani autore del libro Il miracolo della Santa Casa di Loreto (Edizioni Luci sull’Est).

LA VERITÀ SECONDO IL DEMONIO. IL CASO DELLA POSSEDUTA ANNELIESE MICHEL

di Marco Giglio
In molti conoscono il film L’esorcismo di Emily Rose, diretto nel 2005 da Scott Derrickson e più volte trasmesso in Italia da Mediaset. La pellicola è basata sul libro di Felicitas D. Goodman, che documenta un caso di possessione diabolica veramente accaduto in Germania tra gli anni 1975 e 1976. Storia e trascrizione di alcune registrazione magnetofoniche degli esorcismi a cui fu sottoposta questa ragazza.

RODOLFO I. IL RE CHE SI INGINOCCHIAVA DAVANTI ALL'EUCARISTIA

di Marco Giglio
Un breve ma simbolico episodio della vita di Rodolfo I, passato alla storia per essere stato il primo importante esponente della Casa d'Austria, grazie al quale gli Asburgo guadagnarono la dignità imperiale, e ispiratore della “Pietas Austriaca” in quanto difensore del Eucarestia e della Chiesa.


8 DICEMBRE/PIO XII E L'ERA DI MARIA

di Plinio Corrêa de Oliveira
In occasione del primo centenario del dogma dell'Immacolata Concezione, nel 1954, proclamato Anno Giubilare Mariano da papa Pio XII, il prof. Plinio Corrêa de Oliveira scrisse un articolo rilevandone un aspetto capitale, anche se non messo normalmente in evidenza: il suo carattere profetico come annuncio dell’era del trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

7 DICEMBRE/SANT’AMBROGIO: DOTTORE DELLA CHIESA

di Plinio Corrêa de Oliveira
Confessore e Dottore della Chiesa, difese la libertà della Sposa di Cristo perfino scontrandosi con Teodosio, Imperatore d’Occidente. Grande lottatore contro le eresie, è venerato come caposaldo della Chiesa a Milano che, appunto dal suo nome, è conosciuta come “Ambrosiana”.

VIDEO/LEPANTO E LA SANTA CASA DI LORETO

Convegno "Lepanto: 450 anni", Milano, 23 ottobre 2021, Relazione di Federico Catani.

VIDEO/LEPANTO E LO SPIRITO DI CROCIATA

Convegno "Lepanto: 450 anni", Milano, 23 ottobre 2021, Introduzione e relazione di Julio Loredo.

‍TFP NEWSLETTER 16 DICEMBRE 2021


UNA VISIONE MARXISTA DEL MONDO DIETRO GLI ASSEGNI GOVERNATIVI

di John Horvat
I programmi del governo non possono risanare famiglie spezzate e comunità distrutte. Solo una rigenerazione morale di valori non economici può farlo. Le devastazioni cagionate dalla solitudine, dalla disperazione e dal suicidio devono essere affrontate riempiendo i vuoti spirituali che incombono sulla vita delle persone e non emettendo assegni governativi.

LA PROPRIETÀ PRIVATA È DIRITTO NATURALE PRIMARIO, NON SECONDARIO

di Ettore Gotti Tedeschi
Padre Matteo Liberatore SJ, che contribuì alla stesura dell’Enciclica Rerum Novarum, spiega la irrinunciabile priorità della proprietà privata. Essa è necessaria per assicurare la pace, il benessere proprio e quello futuro dei figli. Disporne significa poter realizzare la vera solidarietà personale e fraterna verso il prossimo bisognoso. Ciò che giustifica la volontà di cancellare la proprietà privata è la volontà di rendere l’uomo debole, indifeso e vulnerabile.

PERCHÉ IL FILM BENEDETTA È UN FILM BLASFEMO E ANTICATTOLICO

di Luiz Sérgio Solimeo
Benedetta, un film anticattolico e blasfemo, è uscito negli Stati Uniti il 3 dicembre scorso. Il regista olandese Paul Verhoeven sostiene che il film è una rappresentazione di un evento storico accaduto in un convento italiano nel XVII secolo. Verhoeven, noto per i suoi film violenti ed erotici, inserisce in Benedetta scene di nudità, lesbismo e atti di blasfemia. I cattolici devono protestare di fronte a questa ricorrente campagna di blasfemie contro la divinità di Gesù Cristo, la purezza della Vergine Maria e altri oltraggiosi dileggi.

I CATTOLICI TRIONFANO SUL RIDICOLO MENTRE PROTESTANO CONTRO IL FILM BLASFEMO BENEDETTA

di Jon Paul Fabrizio
Questi tempi possono essere giustamente ritenuti tra i più iniqui della storia giacché si promuovono certi oltraggi che non sarebbero mai stati tollerati in passato. Tra questi si annovera il film blasfemo Benedetta. I critici l’hanno descritto come "un'invettiva anticattolica" che "sfocia in una blasfemia gratuita". Tuttavia, l'attacco ha risvegliato alcune anime. Gli sponsor del film non sospettavano che ci potesse essere una certa indignazione aperta e hanno trovato presto un'opposizione pubblica e vocale a questo male.

NOTRE DAME O DISNEYLAND? QUI SI GIOCA L'IDENTITÀ FRANCESE (E NOSTRA)

di Marco Gervasoni
Il contestato restauro di Notre Dame in chiave kitsch-Disneyland investe la campagna elettorale. Intellettuali francesi anche non cattolici vedono nella tutela di Notre Dame un’occasione per difendere il cristianesimo e l'identità francese. La disputa non è più tra laici e cattolici, visto che, tra i difensori della tradizione, vi sono anche laici, agnostici, protestanti ed ebrei mentre dalla parte di chi vuole “decostruire” vi sono Macron e il clero francese progressista. Ma il progetto cela l'obiettivo di decostruire tutto: nazione, genere e famiglia. Un rischio che corre tutto l'Occidente.

LA GLORIA DI DIO NELL’ALTO DEI CIELI, UN ASPETTO SECONDARIO DEL NATALE?

di Plinio Corrêa de Oliveira
In numerose occasioni dell'anno che sta finendo ho sentito parlare di pace, e di uomini di buona volontà. Curioso... mi rendo conto di aver sentito parlare meno, e persino molto meno, della gloria di Dio nel più alto dei Cieli. A dir bene, quasi non ne ho sentito parlare. Neppure implicitamente. Perché mai questo silenzio, mi domando io? Perché gli uomini vogliono tanto la pace? Perché tanti uomini si vantano di avere buona volontà? E perché sono talmente pochi coloro che si preoccupano della gloria di Dio, o mostrano di agire e combattere per essa?