Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

giovedì 30 settembre 2021

TFP newsletter settembre 2021

Riceviamo e pubblichiamo.
Luigi





TFP NEWSLETTER 30 SETTEMBRE 2021

[...]
IL RUOLO DI PLINIO CORRÊA DE OLIVEIRA NELLA CREAZIONE DELLA DESTRA RELIGIOSA INTERNAZIONALE
di Julio Loredo

Con base a documenti perlopiù inediti, uno studioso americano analizza il ruolo centrale di Plinio Corrêa de Oliveira nella reazione tradizionalista durante il Concilio Vaticano II e, in seguito, nella formazione della nuova destra religiosa internazionale. Dal blog di Aldo Maria Valli.


RIFLESSIONE SUI TRE ARCANGELI:
SAN MICHELE, SAN GABRIELE E SAN RAFFAELE
di Plinio Corrêa de Oliveira

Delle miriadi di angeli, Dio volle che solo tre fossero conosciuti col loro nome: S. Michele, S. Gabriele e S. Raffaele, su cui abbondano le testimonianze nelle Sacre Scritture e nella Tradizione della Chiesa. Questi tre arcangeli rappresentano tre modi di essere, tre famiglie spirituali che esistono negli angeli e negli uomini. Ecco alcune riflessioni di Plinio Corrêa de Oliveira sui tre Arcangeli, tratte dal suo ultimo libro «L’angelica milizia».
Per richiedere il libro, cliccate qui Acquista libro.

ITALIA, ALEGGIA UN’OMBRA DI MORTE
(E FORSE UN MOTIVO C’È)!
di Roberto Marchesini

Sull’Italia, una volta vitale, è sceso un velo mortifero. La ragione ha capitolato. E sembra si stia realizzando il dominio degli dei pagani teorizzato da Hillman. Nel nostro Paese, in pochi mesi: una statua di Moloch, un caprone ligneo e la “Porta dell’Inferno”. Per pubblicità, dicono. O forse l’Italia è al centro di un attacco mortifero per il suo ruolo divino nella storia del cristianesimo?


LETTERA A COLORO CHE PREGANO PER ME
di Card. Raymond Leo Burke

Lettera del Cardinale Burke che ci aggiorna sui progressi della sua riabilitazione. “Nostro Signore mi ha conservato in vita per qualche opera che vuole che io compia, con l'aiuto della Sua grazia, per amore Suo e del suo Corpo mistico, la Chiesa”.

TFP NEWSLETTER 14 SETTEMBRE 2021


[...]
LA SINISTRA NON RIUSCIRÀ FERMARE L'AVANZATA VITTORIOSA DEL BRASILE CRISTIANO NÉ PROVOCARE UN DIVORZIO TRA LO STATO E LA NAZIONE
Istituto Plinio Corrêa de Oliveira

Nonostante il poco rilievo che se ne è dato in Italia, il 7 settembre scorso, 199° anniversario dell’indipendenza del Brasile, le principali piazze e strade del gigante sudamericano sono state letteralmente inondate da centinaia di migliaia di cittadini in segno di protesta contro la crescente pressione della sinistra, attraverso l’abuso del potere giudiziario e la martellante disinformazione dei grandi media, per privare la maggioranza conservatrice, vittoriosa nelle urne, del diritto di guidare pacificamente il Paese. Alla vigilia dell’anniversario, l’Istituto Plinio Correa de Oliveira ha pubblicato un comunicato, che presentiamo di seguito, in cui allerta sul fatto che la “setta rossa…ancora oggi minaccia il Brasile sfidando l'opinione di milioni di brasiliani che hanno saputo dire no al socialismo”.


CHE COSA ACCADE IN BRASILE IL 7 SETTEMBRE?
di Roberto Bertogna

Per capire gli ultimi avvenimenti in Brasile, primo Paese al mondo per numero di cattolici, quinto per estensione territoriale e sesto per popolazione, non conviene leggere i giornali. Anzi. Gli europei in generale, e gli italiani in particolare, sono assai mal informati. Proponiamo perciò una breve analisi dei fatti scritta da un brasiliano che segue la situazione del suo Paese da vicino.


CON LA CADUTA DELL’AFGHANISTAN, ENTRIAMO IN UN PERICOLOSO MONDO NUOVO
di John Horvat

Con la caduta dell'Afghanistan sotto i talebani, possiamo dire che l'era apertasi l’11 settembre 2001 è ufficialmente finita. La risposta americana all'attacco terroristico del 2001 è conclusa. Siamo entrati nell'era post-11 settembre che riflette tristemente il decadimento delle istituzioni e della determinazione americane. Al di là dei nemici esterni, che ci sono, l’avversario più grande però è quello interno.


IL GIORNO IN CUI L’OCCIDENTE MORÌ
di Julio Loredo

Ci sono certi eventi che echeggiano nella storia e nell’eternità come solenni rintocchi di campane. Il 15 agosto 2021, giorno dell’ingresso dei talebani a Kabul, sarà però ricordato come il giorno in cui l’Occidente morì. Non nel senso che abbia tout court smesso di esistere come entità politica, economica e culturale, ma nel senso che si è reso palese che non ha nessuna voglia di vivere. Sembra che il “declino americano” – in realtà occidentale – abbia cominciato a toccare il fondo.


2001 – 2021: L’OCCIDENTE NELLA TENAGLIA
di Julio Loredo

Nel 2001 due eventi scossero l’Occidente. A luglio, l’ondata di violenza selvaggia a Genova, che aveva già messo a ferro e fuoco diverse città europee e americane. A settembre, l’attentato terroristico alle Torri Gemelle di New York, che portò sullo scenario mondiale la jihad islamista. L’Occidente fu preso nella morsa di una tenaglia: mentre un nemico interno sgretolava le sue istituzioni, un nemico interno lo assaliva militarmente. Due movimenti convergenti con un identico scopo: distruggere ciò che resta della civiltà occidentale e cristiana. Vent’anni dopo, ecco che si ripresenta uno scenario non molto diverso. Da una parte la violenza di movimenti anarchici come Black Lives Matter, Woke e Cancel Culture, la cui idea base è quella di cancellare la cultura occidentale, distruggendone i simboli. Dall’altra parte, la ritirata americana dall’Afghanistan, con la ricostituzione di un Emirato islamico.

COME “SCOPRIRE” LA LEGITTIMITÀ DELLA LEGGE ANTI-ABORTO PROCURATO, DETTA “LEGGE SUL BATTITO CARDIACO”, PROMULGATA RECENTEMENTE IN TEXAS?
di John Horvat

La nuova legge texana (“legge sul battito cardiaco”) richiede che chi pratica aborti verifichi la presenza del battito del cuore prima di procedere all’uccisione del bambino in grembo. Se si riscontra il battito, l’aborto non è consentito, tranne in circostanze eccezionali come il pericolo di vita per la madre (non per stupro e incesto). Questa legge solleva esplicitamente i funzionari statali dal compito di farla rispettare, negando cioè loro qualsiasi autorità in materia, e si basa esclusivamente sulla responsabilità dei cittadini. In sostanza ogni comune cittadino, dall’1 settembre, può esigere il rispetto della legge citando in giudizio coloro che eseguono o favoriscono l’aborto nonostante il riscontro del battito cardiaco. Le donne che richiedono l’aborto non sono denunciabili, mentre lo sono tutti gli altri soggetti coinvolti: per ogni violazione dimostrata, la sanzione minima è di 10.000 dollari.


GOTTI TEDESCHI: SALVARE IL MONDO È POSSIBILE. MA CON VALORI E MORALE
di Ettore Gotti Tedeschi

Lo sviluppo vero e “sostenibile” è fatto da un capitale umano con visione e condotta morale orientata a un fine e a un bene comune. Mai come oggi si sente il bisogno di una dottrina sociale proposta dalla Autorità Morale che spieghi la verità sulla insostenibilità della crisi attuale e dei reset per risolverla. Fino a ieri chi cercava di unificare il mondo erano intellettuali, politici con ideali, imprenditori, con visione ispirata da valori comuni di civiltà. Oggi son sostituiti da piattaforme, fondi di investimento, lobby globali, ideologi digitali, profeti di nuove religioni universali. Che possono crescere il rischio di formare i presupposti per futuri reset eterni che prescinderanno sempre più dall’unico vero valore unificante, la dignità unica della persona umana.


TRADITIONIS CUSTODES. LETTERA DI FEDELI LEGATI ALLA MESSA TRADIZIONALE AI CATTOLICI DI TUTTO IL MONDO, CHE DAL PAPA REGNANTE ATTENDONO DEL PANE ANZICHÉ DELLE PIETRE
Riportiamo – nella traduzione italiana e inglese, seguita dalla versione originale in francese – la lettera aperta ai cattolici di tutto il mondo e al Sommo Pontefice regnante, affinché voglia revocare le sue decisioni relative alla Santa Messa Vetus Ordo, promulgate con la sua Lettera apostolica a forma di Motu proprio Traditionis Custodes del 16 luglio 2021. Ai primi firmatari della lettera aperta si stanno aggiungendo moltissimi altri in tutto il mondo


IL PENSIERO DI PLINIO CORREA DE OLIVEIRA: IL CORAGGIO DI PAPA S. PIO V
Ci avviciniamo al 450° anniversario della battaglia di Lepanto, combattuta il 7 ottobre 1571. Ecco un breve testo di Plinio Corrêa de Oliveira, commentando il coraggio di Papa San Pio V, il vero artifice di quella storica vittoria della Cristianità.


TFP NEWSLETTER 23 SETTEMBRE 2021

[...]

COSA SUCCEDE QUANDO IL MONDO DEL CONSUMO IMMEDIATO SI ROMPE?
di John Horvat

I consumatori sono abituati da tempo a ottenere ciò che vogliono quando lo vogliono. Questo mondo di gratificazione adesso istantanea sta crollando. Improvvisamente i consumatori affrontano l'inimmaginabile prospettiva di sentirsi dire che un prodotto non è disponibile perché non c’è stoccaggio. E nessuno sa quando o se arriverà. Il colpevole è un minuscolo virus. Ciò che sembrava così potente si rivela improvvisamente alla mercé di pochi.


“DEFUND THE POLICE”. BOOM DI CRIMINALITÀ... POI IL RIPENSAMENTO
di Julio Loredo

Nel 2019 esplodeva negli Stati Uniti una rivolta anarchica la cui idea base era quella di cancellare la cultura occidentale, bruciando o sfigurando tutto ciò che potesse essere connesso all’idea di Ordine e di Civiltà. Nell’auge della rivolta, più di duecento città americane erano finite in fiamme. Sull’onda della sommossa, e in seguito agli sconti violenti con la polizia, diverse città hanno pretestuosamente tagliato i fondi pubblici alle Forze dell’ordine, ridimensionandole di conseguenza. Un anno dopo, a seguito di un aumento sproporzionato dei crimini, alcune città hanno iniziato a fare marcia indietro, ripristinando i finanziamenti annullati o addirittura incrementandoli.


QUANDO LA PREGHIERA SI RIVELÒ POTENTE CONTRO LA PESTE
di Edwin Benson

I funzionari pubblici che si occupano del coronavirus hanno dimenticato una misura: l'importanza della preghiera, scartata da una società secolare che non crede che Dio possa agire sulla natura che ha creato. La modernità ha preferito adorare la Scienza come un nuovo dio che tutto può. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone ricorre a Dio solo quando è ridotta in grande sofferenza. Quando il dio della scienza fallisce, si può sperare che molti ritornino all'unico vero Dio e implorino il suo aiuto e la sua protezione. E Dio libererà ancora una volta le nazioni.


LA NOBILTÀ DI SAN GIUSEPPE
di Federico Catani

San Giuseppe era discendente di Davide e quindi “di stirpe regale”. Questa discendenza “nobiliare” ci conferma che non appartengono alla Dottrina sociale della Chiesa le idee egualitarie e falsamente democratiche. Anche nella società di oggi dovrebbe esistere una classe elitaria - ruolo che la nobiltà cristiana ha esercitato nelle società del passato - perché ci sarà sempre bisogno di una classe dirigente, di un gruppo elitario (nel senso migliore del termine) per guidare il resto della società.


SAN GIUSEPPE, UNA LUCE PER LA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA
di Stefano Fontana

Giuseppe è maestro di ogni vita quotidiana nella società anche di oggi, innestando l’azione nella contemplazione. Eppure, nessuno aveva fin qui trattato le sue sante qualità dal punto di vista della Dottrina sociale della Chiesa. Colma tale lacuna l’ultimo Bollettino dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân, dal titolo “San Giuseppe: paternità, castità, lavoro”.


SAN GIUSEPPE, MARTIRE DELLA GRANDEZZA
di Plinio Corrêa de Oliveira

San Giuseppe fu scelto dalla Provvidenza perché era proporzionato all'eccelsa creatura che era la Madonna. Proporzionato per il suo amore a Dio, per la sua purezza, la sua sapienza, la sua giustizia, insomma per le sue virtù.