Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 21 luglio 2021

Traditionis custodes: comunicato ufficiale della Fraternità Sacerdotale San Pietro (FSSP) #summorumpontificum #traditioniscustodes


Proponiamo il comunicato ufficiale – tradotto in italiano – pubblicato il 20 luglio dalla
Fraternità Sacerdotale San Pietro (FSSP) sulla lettera apostolica in forma di motu «proprio» «Traditionis custodes».

L.V.


Friburgo, 20 luglio 2021

La Fraternità Sacerdotale San Pietro, il cui fine è la santificazione dei sacerdoti mediante la fedele osservanza delle tradizioni liturgiche anteriori alla riforma voluta dal Concilio Vaticano II (cfr. Costituzioni n. 8), ha ricevuto da Papa Francesco il Motu proprio Traditionis Custodes con stupore.

Fondata e canonicamente approvata secondo le disposizioni del Motu Proprio Ecclesia Dei Adflicta di San Giovanni Paolo II del 2 luglio 1988, la Fraternità Sacerdotale San Pietro ha sempre professato il suo attaccamento a tutto il Magistero della Chiesa e la sua fedeltà al Romano Pontefice e ai successori degli Apostoli, esercitando il suo ministero sotto la responsabilità dei Vescovi diocesani. Evocando, nelle sue Costituzioni, gli insegnamenti del Concilio Vaticano II, ha sempre cercato di inserirsi in ciò che il Papa emerito Benedetto XVI ha chiamato nel 2005: “l’ermeneutica della riforma nella continuità della Chiesa” (Discorso alla Curia Romana, 22 dicembre 2005).

La Fraternità San Pietro è dunque oggi profondamente addolorata per le ragioni invocate per limitare l’uso del messale di san Giovanni XXIII, che è al centro del suo carisma. La Fraternità non si riconosce nelle critiche formulate. È sorprendente che non vengano menzionati i tanti frutti visibili negli apostolati legati al messale di san Giovanni XXIII e la gioia dei fedeli di poter beneficiare di questa forma liturgica. Molte persone hanno scoperto o sono tornate alla fede grazie a questa liturgia. Come non notare che le comunità di fedeli che vi sono legate sono spesso giovani e fiorenti, e che da esse sono nate molte famiglie cristiane, sacerdoti o vocazioni religiose?

Nel contesto attuale, desideriamo riaffermare da un lato la nostra incrollabile fedeltà al successore di Pietro, e dall’altro la nostra volontà di rimanere fedeli alle nostre Costituzioni e al nostro carisma, continuando a servire i fedeli come abbiamo fatto dalla nostra fondazione. Ci auguriamo di poter contare sulla comprensione dei vescovi la cui autorità abbiamo sempre rispettato, e verso i quali abbiamo sempre agito con lealtà.

Fiduciosi nell’intercessione della Madonna e del nostro santo Patrono, San Pietro, vogliamo vivere questa prova nella fede e nella fedeltà.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.