Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

venerdì 30 luglio 2021

Newsletter TFP luglio 2021 #traditioniscustodes #summorumpontificum

L'usuale e interessantissima rassegna stampa di luglio della TFP italiana.
Luigi

[...]

PER PAPA FRANCESCO LA SACRA EUCARISTIA È IL "PANE DEI PECCATORI". PER SAN TOMMASO D'AQUINO È IL "PANIS ANGELORUM"

di Luiz Sérgio Solimeo
Il singolare insegnamento di Papa Francesco secondo cui la Santa Eucaristia - "Pane degli angeli" - è il "pane dei peccatori", ha gravi conseguenze pratiche. Inoltre, invece di sostenere i vescovi coraggiosi che prendono sul serio la dottrina cattolica e dichiarano pubblicamente che consentire ai politici abortisti di ricevere la Santa Comunione sia incompatibile con la dottrina cattolica, egli favorisce consistentemente i prelati concessivi.


STATI UNITI/ RAPPORTO SUL PARTITO DEMOCRATICO: COME NASCONDERE IL PROPRIO TALLONE D’ACHILLE E ILLUDERE GLI ELETTORI

di John Horvat II
La vittoria sul filo del rasoio alle elezioni del 2020 ha costretto alcuni funzionari del Partito Democratico a farsi un esame di coscienza. Una vittoria troppo fragile per essere additata come un chiaro mandato popolare. Pertanto, è stato ordinato uno studio per dare uno sguardo serio allo stato del Partito. Il rapporto ha rilevato che i Democratici stanno perdendo terreno tra gli elettori neri, ispanici e asiatico-americani. Molti americani liberali hanno paura delle idee socialiste del Partito. Temono giustamente che la chiamata dell'estrema sinistra a “de-finanziare” (defund) la polizia porterà la nazione al caos e all'anarchia.


PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI PLINIO CORREA DE OLIVEIRA, "L'ANGELICA MILIZIA" - BERGAMO, ORATORIO DELL'IMMACOLATA CONCEZIONE

Presentato da Giuseppe Beretta, del Comitato Summorum Pontificum di Bergamo, è intervenuto Julio Loredo, curatore del volume e presidente di Tradizione Famiglia Proprietà – Italia.


DRAGHI E IL NICHILISMO RELIGIOSO: LA SUA NON È LAICITÀ

di Stefano Fontana
La lezioncina sulla laicità dello Stato che ci ha impartito Draghi è impropria. Il tema in discussione non è religioso, ma è politico, giuridico ed etico, ossia laico. Draghi deve essere stato preso da un abbaglio: siccome a protestare contro l’approvazione del disegno di legge Zan sono soprattutto i cattolici, allora bisogna rivendicare la laicità dello Stato. Ma gli interventi dei cattolici critici del disegno di legge sono svolti nel merito etico-giuridico-politico della legge e non con criteri religiosi o confessionali.


IDEOLOGIA OMOSESSUALE E ORGOGLIO SATANICO

di Luiz Sérgio Solimeo
Essere orgogliosi di praticare il vizio omosessuale e proclamarlo pubblicamente nelle strade e nelle piazze delle principali città del mondo è un peccato più dello spirito che della carne, una sfida alla Legge di Dio. È negazione della realtà in quanto tale e adesione a un'utopia e a una fantasia patologica. È un riflesso dell'orgoglio di Lucifero e una ripetizione del suo disperato grido di rivolta: "Io Non servirò".


IL CATTOLICO WILLIAM BARR, EX MINISTRO DELLA GIUSTIZIA DI TRUMP, SPIEGA COME L’ISTRUZIONE È STATA DISTRUTTA IN AMERICA

di Edwin Benson
Il 20 maggio 2021 l'ex procuratore generale (Ministro della Giustizia) William Barr ha ricevuto l'annuale premio Edwin Meese III per la libertà religiosa dall'Alliance Defending Freedom. Più volte, durante il suo discorso di ringraziamento, Barr ha difeso l'idea che sia impossibile separare la religione dall'istruzione. I suoi pensieri forniscono potenti munizioni a coloro che si battono contro i tentativi di promuovere il secolarismo e, in particolare, contro la dannosa Teoria Critica della Razza, cavallo di battaglia in USA della “cancel culture” che vuole spazzare via la cultura occidentale.


URAGANO O HUAYCO BOLIVARIANO? IL SUDAMERICA ATTANAGLIATO DAL NEO-MARXISMO

di Luis Gonzales Posada
Dietro l’avanzata del socialismo in tutta l’America Latina c’è il Foro di San Paolo finanziato lautamente dal Venezuela. Prima con Chavez e ora con Maduro. È ancora presto per stabilire se si tratti di una svolta duratura. Intanto, però, molti paesi dell’area sono cadute vittime di un caos abilmente orchestrato dalle forze di sinistra, incapaci di vincere legalmente.


COSA HANNO DETTO I PAPI DEL SOCIALISMO

"Orribile", "distruttivo", "cattivo" e "perverso" sono solo alcuni degli aggettivi usati dai Papi per descrivere il socialismo. Da Pio IX a Benedetto XVI, i papi hanno condannato in modo completo e coerente il socialismo. Ecco una breve selezione di citazioni stimolanti sull'argomento.


BRUXELLES VUOLE LE TESTE DEI GOVERNI CRISTIANI

di Luca Volonté
Nazioni cristiane nel mirino, a Bruxelles esplode la voglia di ghigliottina. Il premier della Slovenia propone di ripristinare gli originari valori dell'Ue e preservare le autonomie nazionali? Subito partono le accuse di autoritarismo. L'Ungheria di Orban e la Polonia conservatrice sono sotto attacco, la prima, soprattutto, sulla legge anti-pedofilia.


DOPO “TRADITIONIS CUSTODES” / CARDINALE BURKE: “INCONCEPIBILE RITENERE LA SANTA MESSA USUS ANTIQUIOR UNA FONTE DI DIVISIONE”

Il cardinale Raymond Leo Burke ha diffuso una dichiarazione sul Motu Proprio e sulla situazione nella Chiesa in seguito alla sua promulgazione, in cui offre i suoi opportuni commenti: "Auspico che possano essere di aiuto a tutti i fedeli e, in particolare, ai fedeli che adorano secondo l’Usus Antiquior, rispondendo al Motu Proprio «Traditionis Custodes» e alla Lettera ai Vescovi che l’accompagna. La severità di questi documenti genera naturalmente un profondo disagio e persino un senso di confusione e abbandono. Prego che i fedeli non si lascino andare allo scoraggiamento ma, con l’aiuto della grazia divina, perseverino nell’amore per la Chiesa e per i suoi Pastori, e nell’amore per la Sacra Liturgia".


I FEDELI HANNO PIENO DIRITTO A DIFENDERSI DA UN’AGGRESSIONE LITURGICA – ANCHE QUANDO VIENE DAL PAPA

di José Antonio Ureta
Secondo questo articolo pubblicato oggi sul blog Duc in Altum di Aldo Maria Valli, non è necessario avere una conoscenza specialistica in ecclesiologia per capire che l'autorità e l'infallibilità dei papi hanno dei limiti e che il dovere di obbedienza non è assoluto. Nel caso di Traditionis custodes è lecito resistere alla sua applicazione, secondo il modello insegnato da San Paolo. Non si tratta di mettere in discussione l'autorità pontificia, verso la quale deve crescere il nostro amore e la nostra venerazione. Anzi, è questo stesso amore per il Papato che deve portarci alla denuncia di Traditionis custodes, che intende eliminare il rito più antico e venerabile del culto cattolico, a cui tutti i fedeli hanno il diritto di dissetarsi.


TRADITIONIS CUSTODES: UNA GUERRA SULL’ORLO DELL’ABISSO

di Roberto de Mattei
L’intento del Motu proprio di papa Francesco Traditionis custodes, del 16 luglio 2021, è quello di voler reprimere ogni espressione di fedeltà alla liturgia tradizionale, ma il risultato sarà quello di accendere una guerra che si concluderà inevitabilmente con il trionfo della Tradizione della Chiesa. La lotta si svolge sull’orlo dell’abisso dello scisma. Papa Francesco vuole precipitarvi i suoi critici, spingendoli a costituire, di fatto, se non di principio, una “vera Chiesa” a lui opposta, ma egli stesso rischia di sprofondare nell’abisso se insiste nel contrapporre la chiesa del Concilio a quella della Tradizione.


PERCHÉ LA SINISTRA CONTINUA A SOSTENERE IL REGIME COMUNISTA DI CUBA

di John Horvat
Il modo in cui il mondo tratta Cuba è un mistero, non c'è altro modo per descriverlo. Qualsiasi spietata dittatura militare dovrebbe essere denunciata e ostracizzata. Nel caso di Cuba, non ci sono scuse per non condannare le sue violazioni dei diritti umani e/o per non denunciare la sua povertà di matrice socialista. La sua rabbiosa persecuzione della Fede è indicibile. Tutto dovrebbe essere fatto per affrettare il giorno felice in cui il paese potrebbe di nuovo vivere nella "libertà della gloria dei figli di Dio". Tuttavia, questo non sta accadendo. Le forze di sicurezza stanno reprimendo brutalmente le diffuse proteste contro le condizioni spaventose dell'isola. Il regime non accetterà l'assistenza medica occidentale anche se le persone muoiono di Covid. La situazione è matura per un cambio di regime, ma non accadrà.


GIORNALISTA CANADESE: GLI INCENDI DI CHIESE IN CORSO SONO L'EQUIVALENTE CANADESE DI BLACK LIVES MATTER (BLM) NEGLI USA

di Anthony Murdoch
Il capo di Rebel News, Ezra Levant, ha dichiarato al conduttore di FOX News Tucker Carlson che i numerosi attacchi incendiari alle chiese in Canada sono l’equivalente delle agitazioni di Black Lives Matter (BLM) che hanno sconvolto gli Stati Uniti e ha denunciato il quasi silenzio sui roghi da parte dei più importanti leader della nazione. Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha aspettato settimane prima di riconoscere il vandalismo delle chiese, e quando ha parlato, l’ha fatto per dire che è "comprensibile" che siano state bruciate, aggiungendo anche che è "inaccettabile e sbagliato".


PERCHÉ LA SINISTRA ACCUSA LA CHIESA IN CANADA DEI SUOI CRIMINI

di John Horvat
Ovunque la Chiesa agisce, svolge un ruolo centrale nella lotta agli errori moderni. Così, anche in questi tempi secolarizzati, la sinistra non può trattenersi dalla sua ira irrazionale contro di essa. Per il solo fatto di esistere, anche se in uno stato di crisi, la sinistra trova un modo per attaccarla, diffamarla e calunniarla. Se i problemi attuali nella Chiesa si rivelano insufficienti per questi attacchi, la sinistra guarderà al passato, evocando false accuse per additarla come malvagia. È quello che sta avvenendo adesso in Canada con lo spaventoso rogo doloso di numerose chiese.