Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

martedì 15 giugno 2021

Card. Burke: Negli Stati Uniti, i blog cattolici hanno contribuito al successo del Summorum Pontificum

Dal nostro sito amico Rorate Caeli, riprendiamo un passaggio dell'intervista rilasciata dal Card. Burke a Paix Liturgique.
La traduzione è nostra.
E' decisamente auspicabile una simile "conoscenza" anche da parte dei nostri connazionali.
AZ



Da Rorate Caeli del 15.05.2021 QUI

(e Paix Liturgique del 10.05.2021 QUI)


Paix Liturgique: Il sondaggio che abbiamo commissionato indica che il numero di cattolici americani praticanti che sono a conoscenza del motu proprio [Summorum Pontificum] è superiore al 72%, che è un numero importante.



Cardinale Burke: Direi che, negli Stati Uniti, la conoscenza che ci sono ora due forme del rito della messa è molto alta. Questo si spiega con il fatto che, quando è stato pubblicato il motu proprio Summorum Pontificum nel 2007, questo documento è stato ampiamente presentato e commentato dalla stampa. Inoltre, ci sono numerosi blog cattolici con un pubblico molto importante negli Stati Uniti. Penso a Rorate Caeli, o a Padre Z, o a OnePeterFive. Questi blog molto attivi sono molto favorevoli alla liturgia tradizionale, che ha avuto una grande rilevanza nella divulgazione della liturgia antica, anche al di fuori degli ambienti "tradizionalisti". Pertanto, non mi sorprende che il 72% dei [cattolici] praticanti sia a conoscenza dell'esistenza del motu proprio Summorum Pontificum.


Tratto dall'intervista concessa dal cardinale Raymond Burke all'associazione francese in difesa della liturgia "Paix Liturgique", pubblicata questa settimana; pubblicheremo a breve la traduzione integrale (ndr la pubblicazione è del 10.05.2021).

Vorremmo solo ringraziare il Cardinale Burke per le gentili parole: ne siamo umiliati, e ringraziamo Dio Onnipotente e la Beata Vergine per qualsiasi contributo che possiamo aver dato per la maggior gloria di Dio. Potremmo dire "nunc dimittis" ed essere felici di ciò che è stato realizzato.


Nessun commento:

Posta un commento

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione