Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

martedì 27 aprile 2021

Azione Cattolica di Castel di Lucio: il sostegno al d.d.l. Zan e la perseveranza nell’errore

Ha suscitato molto scalpore il post pubblicato venerdì 23 aprile sulla propria pagina Facebook dal gruppo di Castel di Lucio (ME) della nota associazione Azione Cattolica, che – scimmiottando le nostrane starlette impegnate ad apparire sui social network con le mani dipinte dallo slogan a favore del d.d.l. Zan – così si esprimeva:

OGNI PERSONA È PREZIOSA GLI OCCHI DI DIO

Nel corso della sua vita pubblica Gesù si è costantemente schierato dalla parte di coloro che la società escludeva, dei più indifesi e degli “ultimi” della terra. Ha rimproverato apertamente l’ipocrisia dei farisei, di coloro che nei loro precetti morali volevano ingabbiare l’uomo in sterili leggi, impedendo all’uomo di manifestarsi nella sua piena libertà e nella sua vera essenza voluta da Dio.
Concordi nell'esempio di Cristo, l’Azione Cattolica di Castel di Lucio sostiene l’approvazione del ddl Zan che prevede misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull'identità di genere e sulla disabilità.
La misoginia, l’omotransfobia e l’abilismo sono delle gravi forme di peccato che vanno totalmente contro i precetti evangelici, ed è nostro compito schierarci affinché tali eventi vengano contrastati il prima possibile.


Insomma, un pieno appoggio all’approvazione di un disegno di legge non solo contrario al buon senso ed alla dottrina sociale della Chiesa (alla quale l’associazione in questione fa sfoggio di appartenere e di ubbidire) ma che, se approvata (come molti coraggiosi prelati stanno iniziando a testimoniare), limiterebbe fortemente la libertà di espressione della dottrina cattolica.
Una svista? Un infortunio di percorso? Un post uscito dalle mani di qualche “collaboratore” poco pratico dei valori dell’associazione?
Nel frattempo il post ha fatto il giro del web e lo sconcerto presso molti fedeli cattolici è stato grande: come può un’associazione – pur in una sua articolazione territoriale – chiamata a rendere testimonianza alla fede cattolica tradirla in modo così esplicito ed evidente?
Forse ingenuamente, ci si sarebbe aspettati una dichiarazione ufficiale ed una presa di distanze da parte dei vertici dell’associazione impegnata in questi giorni nella sua XVII Assemblea Nazionale (che ha visto gli interventi – tra gli altri – di Papa Francesco, del card. Pietro Parolin e del presidente Sergio Mattarella), così come la smentita da parte del gruppo di Castel di Lucio.
Ed invece, dopo meno di ventriquattr’ore e nel silenzio assordante dell’associazione, i responsabili territoriali cancellano il post in questione e, non paghi dello scandalo creato rilanciano con un secondo post:

A seguito di una spiacevole vicenda che ha coinvolto la nostra associazione locale e, di conseguenza, l’intera famiglia di AC, abbiamo deciso di rimuovere il post a sostegno dell’approvazione del DDL ZAN.
Nessun passo indietro rispetto ai contenuti del precedente post che riteniamo essere in linea con la nostra missione che è stata e continuerà a essere quella di diffondere messaggi di amore, solidarietà e uguaglianza.
Tuttavia, riteniamo doveroso evitare che quanto pensato e fatto con simili intenti possa essere oggetto di strumentalizzazioni di sorta per il perseguimento di altre finalità.
Sempre vicini alla Chiesa, a Papa Francesco e aperti al dialogo purché pacifico, sereno e costruttivo


Passano alcune ore e da domenica l’intera pagina Facebook di Azione Cattolica San Lucio risulta rimossa, sempre nel silenzio dell’associazione… non è dato sapere se imbarazzato o connivente.


Altri tempi quelli in cui Zucchero impazzava in radio cantando provocatoriamente «Solo una sana e consapevole libidine / salva il giovane dallo stress e dall’Azione Cattolica».

L.V.

2 commenti:

  1. Poveri raazzi e povera Azione Cattolica

    RispondiElimina
  2. questi ragazzi sono divisi tra Cristo e l'ascolto degli artisti attuali, sacerdoti di Satana che attraverso le immagini e la musica strana li ipnotizzano e gli mettono in testa queste idee confuse. Il DDL Zan è appoggiato e propagandato infatti da questa gente ricca, immorale e di bassa casta spirituale come Fedez e Saviano. Povia è tra i pochi che ha capito la pericolosità di questa pretesa.

    https://www.youtube.com/watch?v=08tahRqAxVg

    Riguardo Pillon, che giustamente tuona contro il DDl Zan, c'è da dire che viene attaccato e preso di mira qualunque cosa dice perchè su altre cose, almeno per me, afferma cose estreme più vicine alla destra che allo spirito del vangelo e quindi poi certe critiche gli arrivano a prescindere. Purtroppo in Italia mancano veri politici cristiani perchè la destra, mi dispiace, come la sinistra pure, non è cristiana.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.