Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

mercoledì 10 marzo 2021

Per sorridere un po' #. Il vescovo di La Spezia mons. Palletti

 "principio di unità di questa Chiesa,... [lunga pausa tensiva] ... sono io" 😎 

(Così recita in effetti il can. 886 CIC, ma come detta dal vescovo ligure suona un po’ come dire  “Io so’ io...” )

Comunque un plauso a mons. Palletti, (sacerdote ordinato dall’ottimo Card. Siri, perché è un vescovo di grande spessore spirituale e teologico e, non da ultimo, per l’uso della pianeta e il corretto modo di indossare la croce pettorale  (sotto alla pianeta/casula, come prescritto dalle rubriche). 

Fonte Facebook.

Sotto il video. 

Roberto


7 commenti:

  1. Non fate ridere nemmeno su famiglia scristiana vi pubblicherebbero.

    RispondiElimina
  2. Per la verità chi scrive non sa, visto che vuol fare il tradizionalista, che la croce andava/andrebbe sotto la dalmatica, sul camice. Oggi i vescovi hanno la cobcessionecdinusarla sopra la pianeta o casula! Informatevi prima di scrivere ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente si parlava delle rubriche attuali Che prevedono che sia portata almeno sotto la casula. (61. La croce pettorale sia portata sotto la casula o sotto la dalmatica, oppure sotto il piviale, ma sopra la mozzetta; cerimoniale dei vescovi). Il fatto che ora sia tollerata anche sopra, cosa toglie al merito del vescovo Palletti di portarla sotto alla pianeta?

      Elimina
  3. Non c'è nulla da ridere nel vostro umorismo.non fate ri de re! Le battute non si spiegano. Solo dei baciapile come voi che vi sentite più cattolici degli altri potete ridere su tali argomenti.

    RispondiElimina
  4. Riprodurre con questi ritocchi un successore degli Apostoli è vergognoso!

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione