Post in evidenza

Elenco Messe tradizionali in Italia: URGE UN AGGIORNAMENTO

Cari lettori di MiL, molti di voi ci hanno scritto, giustamente, per lamentarsi del fatto che l'elenco delle Messe tradizionali del nost...

lunedì 22 marzo 2021

Nostre Informazioni - Mons. Favella ci informa del ripristino dell'ufficio di Presidente delle Strade voluto dal Santo Padre Francesco

Per tramite del suo segretario don Ambrogio Fidato, il sempre certior S. E. Mons. Eleuterio Favella ci informa della nota odierna della Casa Pontificia con cui si informa che il Papa ha ripristinato l'ufficio di Presidente delle Strade
Roberto


NOSTRE INFORMAZIONI
La Prefettura della Casa Pontificia rende noto che il S. Padre, con il Motu pr. "Bido et Aeneas", promulgato in applicazione della Enc. "Laudato sì" e sopratutto della normativa discendente (Istr. "De spazzathura" e in primis Decr. "Letamini [senza dittongo] in domo"), ed altresì nell'ambito delle messianiche riforme della S. Sede cui ha votato il pontificato, ha ripristinato l'ufficio di Presidente delle Strade per il territorio della Città del Vaticano e del Vicariato di Roma, nominandone preposto il rev.mo mons. Jean-Marie Philibert de la Pattumiére, finora direttore dell'Ist. Cattolico Sup. di studi grethiani, elevandolo alla sede tit. episcopale di Smaltimento di Umidia.


2 commenti:

  1. In detto ordine si autorizza l'incenerimento della mondezza indifferenziata presso l'antica stufa ad usum pro cumclave.

    RispondiElimina
  2. spero che lo abbia fatto di concerto con il Sindaco Raggi O no? Diversamente potrebbe sorgere una questione che metterebbe in forse le buone relazioni internazionali tra lo Stato della città del Vaticano e lo Stato Italiano. Meno male che possiamo godere delle premurose attenzioni di S.E. Mons. Eleuterio Favella sempre pronto ad informarci delle segrete cose vaticane.

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione