Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 20 marzo 2021

Lettera del Card. Parolin al nuovo priore di Bose: un richiamo anche sulla liturgia

Il blog "Silere non possumus" ha pubblicato un lungo excursus sulla vicenda di Bose e delle mosse di Enzo Bianchi. 
Nel post "Et veritatis liberabit vos: la Chiesa fa fatica" viene pubblicata anche una lettera del Segretario di Stato. 
Piu si segue la questione e più sembra che l’Autorità voglia porre una damnatio memoriae su Bianchi: ma per quale ragione? Perché farlo cadere così rovinosamente dalle stelle alle stalle? Forse  per salvare tutte le altre follie di Bose?
Ad esempio, il punto 5 della lettera di Parolin (sulla liturgia) è agghiacciante: «riflessione sulla prassi e sugli usi celebrativi»?! Qui siamo di fronte a riti al limite dell’’eresia (perché tali rischiano di essere, a norma del diritto) e non vi è un accenno di condanna? Solo una riflessione? Certo ora non possono fare inversione a U ma... una semplice riflessione forse non basta: ci sarebbe bisogno di una correzione. 

Roberto











 

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.