Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 20 febbraio 2021

BREAKING NEWS: dimissioni del card. Sarah e del Card. Comastri

Papa Francesco ha accettato oggi la rinuncia all’incarico di prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti presentata dal cardinale Robert Sarah, che aveva compiuto 75 anni il 15 giugno dell’anno scorso.
Papa Francesco lo aveva nominato nel 2014 prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.
Nel 2010 Papa Benedetto XVI lo aveva creato cardinale della Diaconia di San Giovanni Bosco in via Tuscolana ed il 23 novembre 2014 Papa Francesco lo aveva nominato Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.
Riportiamo la comunicazione pubblicata sul bollettino della Sala stampa della Santa Sede.

L.V.



Il Santo Padre ha accettato la rinuncia all’Incarico di Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti presentata da Sua Eminenza Reverendissima il Sig. Card. Robert Sarah.


Rinuncia e Nomina del Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, Arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e Presidente della Fabbrica di San Pietro

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia agli Incarichi di Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, di Arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e di Presidente della Fabbrica di San Pietro presentata da Sua Eminenza Reverendissima il Sig. Card. Angelo Comastri; e ha nominato agli stessi Incarichi Sua Eminenza Reverendissima il Sig. Card. Mauro Gambetti, O.F.M. Conv., già Custode Generale del Sacro Convento di San Francesco in Assisi.

3 commenti:

  1. Stanno andando via tutti normale nel modo in cui sta precipitando la Sposa di Cristo

    RispondiElimina
  2. Gambeti es un ultraprogre.

    RispondiElimina
  3. È andata. I sostenitori della Tradizione hanno giocato molto male le loro sacrocante carte. Peccato, perché l'occasione offerta da Benedetto XVI era stata splendida. Ma quando il tradizionalismo diventa ideologia, i risultati sono quelli che abbiamo sotto gli occhi.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.