Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 9 gennaio 2021

Bologna: in una parrocchia alcuni volontari (con tanto di pettorina gialla) vietano ai fedeli di inginocchiarsi alla consacrazione.

Riportiamo di seguito la segnalazione da parte di un lettore, di un episodio davvero increscioso, da lui stesso vissuto in prima persona il giorno di Natale scorso (25.12.2020) nella chiesa di San Giuseppe Sposo di Maria in via Bellinzona 6 a Bologna, durante la Messa delle ore 10:00.
Non abbiamo davvero parole per esprimere il disgusto per questo abuso. 
Roberto

Gent.mi Amici,

voglio raccontarvi un fatto a me capitato il giorno di Natale in una Chiesa di Bologna. Arrivato di buon ora verso le 10 per assistere alla Messa (novus ordo) mi sono accomodato in fondo alla Chiesa in quanto portavo con me un bambino di 19 mesi e temevo che avrebbe potuto disturbare i fedeli. All'ingresso ovviamente siamo stati omaggiati di abbondante gel igienizzante da simpatici personaggi che indossavano fieramente pettorine gialle e che si assicuravano che venisse mantenuto il distanziamento sociale. 

Al momento della consacrazione, ho provato a inginocchiarmi nel banco davanti a me dove non sedeva nessuno, ma sono stato immediatamente trattenuto da un personaggio con pettorina che mi ha chiesto di rialzarmi.

Ovviamente la cosa mi ha sorpreso e, soprattutto, rattristato, per il semplice fatto che trovo a dir poco inaccettabile che un personaggio con pettorina gialla possa permettersi di interrompere una preghiera di un fedele che cerca di inginocchiarsi per maggior rispetto dell'eucarestia. Non mi ritengo un fedele modello e non penso di avere una spiritualità particolarmente elevata, ma almeno il giorno di Natale mi sarei aspettato un minimo di comprensione o anche solo buon senso.

 Lettera Firmata 

 
 

18 commenti:

  1. Non si senta solo: nella mia parrocchia in Veneto succede da settimane la stessa cosa, con tanto di cartelli sui banchi che invitano a non usare l'inginocchiatoio... E allora... giù con le ginocchia a terra cari fratelli!

    RispondiElimina
  2. Mimmo di Taranto9 gennaio 2021 17:34

    Io suggerirei all'amico di scrivere una lettera raccomandata al Parroco e per conoscenza al Vescovo. Se non dovesse ricevere alcuna risposta, cambi Chiesa e vada, possibilmente, ad una Messa V.O.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suggerimento è sbagliato. Quando queste cose accadono "scrivere al parroco al vescovo", significa non avere capito una mazza di quello che sta accadendo nella Chiesa cattolica. Se accadono queste cose i secondo responsabili sono proprio il parroco e i vescovo, e PRIMO RESPONSABILE è Bergoglio.
      Ci sono forme di deferenza nel linguaggio che devono essere abolite quando si ha a che fare con gli scagnozzi di Bergoglio. Secondo la gramamtica italiana, i termini parroco e vescovo sono nomi comuni e si scrivono con la lettera minuscola, e se si tratta di persone che perseguitano i fedeli, violare la gramamtica per onorarli è inopportuno. A codesti profeti di Baal occorre pensare nei termini in cui a loro si rapportò il santo profeta Elia. E circa i sacerdoti profanatori e danzatori in generale, ricordo l'esempio che diede Mattatia Maccabeo, il padre dei santi fratelli Maccabei.

      Elimina
  3. Non Metuens Verbum9 gennaio 2021 18:05

    codesto pettorinista non ha mantenuto la distanza con il lettore, forse lo ha addirittura toccato fisicamente, e ha interagito verbalmente con lui.Gli vogliamo dire che ha violato le norme anticovide ?

    RispondiElimina
  4. Doveva inginocchiarsi , a costo di avere un'alterco con il volontario.
    Se si continua così , sempre ad accettare tutto , non lamentiamoci se poi il buon Dio ci manda dove non vorremmo mai andare .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si va forse all'inferno per non inginocchiarsi all'Elevazione? Ma ragionate un pò!

      Elimina
    2. Immancabile il solito criptoluterano ateo...spiegacelo tu allora quali sono le cose importanti della Fede! Sei lo stesso o della stessa risma di quelli che prendono in giro il miracolo di S. Gennaro, i paramenti sacri, tutti i segni di rispetto, le tradizioni tramandate dagli apostoli e dai santi, che contesta la data del Natale, la verità storica della Resurrezione e quant'altro?
      Possibile che c'è chi deve berciare h24 sulla sua religione fai da te, senza dogmi, senza obblighi, senza bellezza, senza ordine...quelli che dicono sempre che l'importante è "Il Cristo dentro", così possono fare quello che vogliono sentendosi con la coscienza a posto? E questo sarebbe un atteggiamento cattolico? A me sembra più vicino al motto satanista "fa' ciò che vuoi".

      Elimina
    3. Anonimo delle 22:11, torna a cuccia che il pontificato sta finendo...

      Elimina
    4. il signor Gabriele voleva semplicemente dire che ad accettare sempre queste piccole imposizioni immotivate da parte dei 'progressisti' si finisce pian piano per ingoiare bocconi più grandi e peggiori

      Elimina
    5. Anonimo11 gennaio 2021 13:47 non sta finendo il pontificato, ma un anacronistico pseudosettarismo bigotto... per fortuna lo Spirito soffia dove vuole, guardandosi bene dagli ambienti sigillati del tradizionalismo!

      Elimina
    6. Papaboy delle 07:48...ah sì? Strano, perché gli ambienti sigillati del tradizionalismo bigotto scoppiano sia di fedeli che di vocazioni, mentre la setta distruttrice che piace a te deve accorpare parrocchie e vendere chiese perché non ci va più nessuno! Ma vai a giocare con le barchette nella vasca da bagno va'!

      Elimina
  5. Mi auguro di cuore che il fatto spinga finalmente lo scrivente a mollare la pataccata anni '60 e a volgersi verso la vera S. Messa di sempre. Penso che, oltre alla Fede, ne gioverà la sua salute psicofisica. Suggerisco di contattare il priorato FSSPX di Rimini. Rendo comunque grazie al covid che ha fatto migrare tanti fedeli perplessi alle cappelle della Tradizione proprio a motivo delle assurdità messe in atto dai nostri vescovi atei.

    RispondiElimina
  6. Nelle chiese in provincia di Gorizia non solo non ci si può inginocchiare per "rispettare il metro di distanza", ma se si osa farlo, ci sono gli scout o gli addetti che vanno a riprendere il fedele che osa inginocchiarsi e possono arrivare anche a pregarlo di uscire dal luogo sacro.

    RispondiElimina
  7. Non mi piace tanto il fastidio provato dallo scrivente verso la disinfezione all'ingresso, ma l'abuso subito è grave e immotivato

    RispondiElimina
  8. In questi casi bisogna smettere di dare le offerte e di firmare l'8 x 1000, solo coi soldi ragiona la maggioranza dei nostri cari preti e vescovi di oggi. La fede, la ragione e il buon senso li hanno persi da un pezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! Tagliare l'ossigeno, prima regola. Nemmeno la monetina per la candela dovete dare! Se proprio volete, comprate una bella candela, fatela benedire da un prete di fiducia ed accendetela davanti a qualche immagine che avete in casa.

      Elimina
  9. Io consiglierei di cambiare Chiesa. Lì evidentemente il parroco è allineato con.......

    RispondiElimina
  10. Questo insegna a n andare a codeste messe diventate una pagliacciata sia perche' in comunione conbun fanyocvio mesdo li dalla massoneria sia per tutto quello a cui si deve sottostare in nome di un virus diventato piu' potente di Dio incapace di difendere i suoi fedeli in chiesa

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.