Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 28 novembre 2020

Quelle madri che “affittano un sicario”. Una lettera di papa Francesco contro l’aborto

Una buona notizia di ieri 27.11.2020 che, speriamo, sia seguita dai fatti.
Luigi

Settimo Cielo, 27-11-20

Non c’è solo la lettera che Francesco ha scritto ai familiari di Diego Armando Maradona. Un paio di giorni prima il papa ne ha scritta un’altra di lettera con destinazione l’Argentina, che però i media mainstream si sono ben guardati dall’enfatizzare.

È la lettera autografa riprodotta sopra e tradotta qui di seguito parola per parola:

22.11.20

Sig.ra Victoria Morales Gorleri

Cara Vicky,

grazie mille per il suo messaggio e per la lettera delle signore. Sono davvero donne che sanno che cos’è la vita. Per favore, dica loro da parte mia che ammiro il loro lavoro e la loro testimonianza, che le ringrazio di cuore per quello che fanno, e che continuino ad andare avanti. La patria è orgogliosa di avere donne così.

E quanto al problema dell’aborto, bisogna tenere presente che non si tratta di una questione primariamente religiosa ma di etica umana, anteriore a qualsiasi confessione religiosa. E fa bene a porsi le due domande: è giusto eliminare una vita umana per risolvere un problema? È giusto affittare un sicario per risolvere un problema?
Grazie per tutto quello che fate. Per favore non si dimentichi di pregare per me; io lo faccio per lei.

Saluti a suo marito e ai suoi figli.

Che Gesù la benedica e la Vergine Santa la protegga. Fraternamente,

Francisco

La destinataria della lettera è una parlamentare cattolica argentina (nella foto) che aveva trasmesso a papa Francesco l’appello di un gruppo di “mujeres de las villas”, una rete di donne dei quartieri popolari di Buenos Aires che dal 2018 si battono per la tutela dei nascituri e che oggi sono più che mai impegnate contro la legge di piena legalizzazione dell’aborto, sostenuta in parlamento dall’attuale governo peronista.

La lettera di queste madri al papa è riprodotta integralmente in un articolo del quotidiano argentino “La Nación” che fornisce ulteriori notizie sulla battaglia in corso, tra cui una marcia per la vita indetta per sabato 28 novembre, che a Buenos Aires sfocerà davanti al palazzo del congresso.

In Italia le marce per la vita godono di cattiva fama e non sembrano apprezzate nemmeno dentro le mura vaticane. E sicuramente parole come quelle di Francesco nella lettera alle donne argentine sarebbero vituperate e irrise, se finissero davanti a un tribunale televisivo.

Ma come per Maradona, anche per l’immagine pubblica di Francesco accadono miracoli. Quando questo papa dice qualcosa fuori della norma, la sordità scatta d'incanto.

1 commento:

  1. E con Baden, neo presidente americano pro aborto, come la mettiamo? Si userà la politica della doppia morale?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.