Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

mercoledì 14 ottobre 2020

Sabato 24 ottobre Quinto Convegno della serie “San Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa” a Lonigo (VI)

Dagli amici dell'Osservatorio Card. Van Thuan.
Luigi

Invito al quinto Convegno su san Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa

di Samuele Cecotti


Sabato 24 ottobre prossimo si terrà il Quinto Convegno della serie “San Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa” che quest’anno esaminerà il tema della libertà e dell’autorità. Le relazioni saranno tenute dal vescovo Crepaldi e dai professori Castellano, Fontana, Ruiz Freites, Trombini, Turco (vedi il Programa).

Leone XIII è il Papa della Rerum novarum e della Dottrina sociale ma è anche colui che indicò alla Chiesa contemporanea san Tommaso d’Aquino come il maestro del fare filosofia e teologia cattolica. Tutto il Magistero di Leone XIII è ispirato da san Tommaso così che la Dottrina sociale della Chiesa non può essere compresa se separata dal quadro filosofico-teologico tomista.

L’opera dell’Aquinate e il pensiero tomista che giunge sino a noi attraverso secoli di filosofia e teologia cattolica è indicato dal Magistero dei Papi come guida e orizzonte degli studi ecclesiastici e del sapere cattolico. L’insegnamento sociale della Chiesa trova così radice e fondamento nel realismo metafisico-gnoseologico classico-cristiano, nella filosofia dell’essere di cui Tommaso d’Aquino è maestro indiscusso.

Purtroppo si deve constatare che sempre più la teologia contemporanea si è fatta estranea, se non ostile, al tomismo, al realismo metafisico. Così anche la morale sociale si è estraniata dalla filosofia dell’essere cadendo, spesso, nell’errore sociologistico e/o storicistico. Troppo spesso lo spirito dei tempi o il costume invalso tra i più divengono criterio per “insegnamenti” sociali, rifiutando invece la perenne verità che viene dalla comprensione metafisica della realtà.

In questo spirito di fedeltà alla lezione di Leone XIII e volendo offrire piccolo ma reale contributo al ritorno all’ordine, dal 2016 l’Osservatorio Cardinale Van Thuân organizza il convegno annuale “San Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa”. Assieme all’Osservatorio tre importanti istituzioni cattoliche: l’Istituto del Verbo Incarnato, la Società Internazionale Tommaso d’Aquino e l’Università privata (cattolica) tedesca Gustav Siewerth Akademie.

Le prime quattro edizioni del convegno si svolsero a Montefiascone dove l’Istituto del Verbo Incarnato ha il proprio Seminario internazionale. In questo difficile 2020 segnato dalla crisi covid-19, per ragioni organizzative, la sede è stata trasferita a Lonigo (Vicenza) presso il convento francescano di San Daniele.

Sabato 24 ottobre, alla presenza dell’arcivescovo Giampaolo Crepaldi, il V convegno “San Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa” affronterà il tema attualissimo di “Libertà e autorità. Il fondamento ontologico della vera libertà e della legittima autorità”.

I lavori del convegno inizieranno alle ore 9:30 e, dopo l’indirizzo di saluto del Fondatore dell’Osservatorio monsignor Crepaldi, vedranno nella mattinata le relazioni del professor Giovanni Turco (filosofo del diritto – Università di Udine) che parlerà “In ordine alla verità: teleologia della libertà e dell’autorità in san Tommaso d’Aquino”, del professor padre Gianluca Trombini IVE (filosofo, direttore del Progetto Culturale Cornelio Fabro) che relazionerà su “Sinteticità metafisico-esistenziale della libertà nel tomismo essenziale di Cornelio Fabro”, del professor padre Arturo Ruiz Freites IVE (prorettore della Gustav Siewerth Akademie) che interverrà su “Ordine naturale, libertà umana e autorità politica nella res publica christiana”. Nel pomeriggio dalle 15 alle 17 interverranno il professor Danilo Castellano (filosofo della politica – Università di Udine) in merito a “La dialettica moderna libertà/autorità nell’orizzonte della sovranità” e il professor Stefano Fontana (direttore dell’Osservatorio Van Thuân) su “La libertà e il potere politico nel pensiero di J. Ratzinger-Benedetto XVI: acquisizioni e punti problematici”.

Il convegno non si rivolge solo ad appassionati e cultori di filosofia e di Dottrina sociale, è anzi auspicio degli organizzatori una presenza qualificata di laici impegnati in politica e nella società, di giovani desiderosi di acquisire gli strumenti concettuali per ragionare cattolicamente nel campo del diritto e della politica. La finalità dei convegni annuali “San Tommaso e la Dottrina sociale della Chiesa” è quella, trattando ad ogni edizione un diverso tema fondamentale, di offrire un quadro coerente ed organico del pensiero sociale cattolico (ancorato alla lezione di san Tommaso d’Aquino) così da ispirare una rinnovata presenza culturale e politica dei cattolici che non si lasci ammaliare dalle sirene della modernità ideologica.

Delle quattro edizioni precedenti sono stati pubblicati gli Atti presso l’editore veronese Fede & Cultura: veri e propri scrigni di pensiero cattolico da studiare e diffondere. 

Date le norme vigenti per partecipare al convegno bisogna iscriversi. La partecipazione è gratuita. È possibile pranzare in convento (costo 20 euro) su prenotazione da effettuarsi al momento dell’iscrizione

Per leggere il Programma VEDI QUI

Per informazioni e iscrizioni al convegno: info@vanthuanobservatory.org

Samuele Cecotti