Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

giovedì 29 ottobre 2020

Coronavirus. Veltroni e le Messe "autorizzate": parole che turbano i cattolici ( persino le curie )

Durante la cosiddetta “prima fase” dell’emergenza sanitaria  del coronavirus abbiamo lamentato l'innaturale sudditanza della CEI alle normative che il governo aveva emanato, su suggerimento del comitato tecnico scientifico.  Seppur umiliati come cattolici  ci siamo esercitati nella virtù della difficile/doverosa obbedienza ai nostri Pastori, denunciando però a voce alta il clima ansiogeno e le follie dei fanatici chierici igienisti. E' significativa la testimonianza di un nostro Lettore, padre “di una ragazza autistica che per le sue stereotipie alle mani non può ricevere Gesù Eucaristico nelle mani ma solamente sula lingua come la tradizione e le norme ecclesiastiche impongono e raccomandano a tutti i fedeli malati e sani che siano. Mi è capitato durante la Messa in una parrocchia del Senese il sacerdote della medesima chiesa si è rifiutato di Comunicarla in bocca per troppo zelo sanitario e per paura di eventuali rimproveri dei laici igienisti..." (Cfr.MiL QUI )  Terminata l’inaudita chiusura delle chiese per il culto cum populo si è verificato puntualmente quello che avevamo previsto : “Non possiamo essere tranquilli: un buon numero di persone non sono tornate alla Messa domenicale dopo la riapertura delle celebrazioni in presenza.” Il grido d'allarme del popolo santo di Dio  ha provocato  la reazione del card. Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino (Cfr. MiL QUI ). Il dolore dei cattolici italiani, privati dei Sacramenti e della Santa Messa,  non sembra aver raggiunto però le orecchie di quei Vescovi della CEI intenti a trastullarsi , salvo alcune lodevoli eccezioni, con i costosi giochi del nuovo Messale e dell'adeguamento liturgico delle Cattedrali. (Bando concluso il 22 ottobre QUI)
Pochi giorni fa da sud a nord, nelle curie diocesane e nelle parrocchie c'è stata  una “doccia fredda” che rabbrividito la schiena dei chierici destando stupore e irritazione persino nei tranquilli uffici della CEI. 
Ci riferiamo alle le recenti affermazioni che un politico di sinistra, noto per il suo impegno nel settore  del teatro e del cinema, ha detto in una trasmissione televisiva della RAI. 
Siamo dunque arrivati alle "Messe autorizzate"! 
Speriamo che i Vescovi e la CEI aprano velocemente gli occhi!
AC  
Veltroni da Fazio: 
«Nel Dpcm sì alle messe, teatri e cinema chiusi, mi chiedo se sia giusto» 

 

Veltroni ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai 3 parla del nuovo Dpcm  

Walter Veltroni ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai 3, ha commentato le nuove misure del governo di Giuseppe Conte per contenere la curva dei contagi (qui il testo del nuovo Dpcm). 
E ha voluto esprimere la sua perplessità su alcune delle scelte prese negli ultimi giorni: «Mi chiedo: è giusto autorizzare le messe e non i teatri e i cinema dove non c’è stato alcunché? 
Siamo sicuri che il problema siano i bar e i ristoranti e non i trasporti pubblici?  
Quelle sono delle bombe di contagio, credo, più di quanto possano essere i bar e i ristoranti» (qui l’elenco delle attività che possono restare aperte e gli orari). 

 

Fonte: Il Corriere della Sera QUI

5 commenti:

  1. Il gatto, comunista, perde il pelo ma non il vizio di tenere tutto sotto il controllo statale...

    RispondiElimina
  2. Sarà il caso di prepararsi a protestare in piazza.

    RispondiElimina
  3. Non Metuens Verbum29 ottobre 2020 16:39

    Volendo essere molto buoni, forse Veltroni voleva dire non Chiudiamo le Messe, ma Apriamo i teatri, e questo perché no ? Ma bisogna essere mooolto buoni, e invece , acca' nisciuno è ffesso, meglio pensar male e indovinare.

    RispondiElimina
  4. Giuste parole da cattocomunista democristiano verace.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.