Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

martedì 12 maggio 2020

Lettera aperta del blog "Ecclesia_Dei" (Consonni e Vescino) alla CEI sulle criticità del Protocollo 07.05.2020

Gli amici del benemerito e interessantissimo blog "Ecclesia Dei" (con un profilo instagram @Ecclesia_Dei seguitissimo che raccoglie centinaia di magnifiche fotografie storiche liturgiche, papali e non, in rito antico, da visitare senz'altro!) hanno inviato una lettera aperta alla Cei in cui espongono le molte criticità (alcune gravissime) del Protocollo siglato in data 07 maggio 2020 dal presidente Card. Bassetti ed il Capo del Governo Italiano, Avv. Giuseppe Conte, che disciplina, in maniera pessima, la ripresa delle celebrazioni liturgiche con popolo in Italia. 
La proponiamo ai nostri lettori che non l’avessera letta.
Roberto

Qui l'abstract: 

La recente pubblicazione del protocollo riguardante la ripresa delle celebrazioni con il popolo, datato 7/05/20, ha destato non poche perplessità e ha procurato tante preoccupazioni circa le modalità con cui si intende procedere alla riapertura delle celebrazioni liturgiche. Il documento lascia trapelare una eccessiva attenzione per la cura dei fedeli, ma tralascia completamente il decoro e il rispetto nei confronti del Sacro, del Santissimo Sacramento. Con questa relazione pretendiamo che la CEI faccia un passo indietro, ritratti alcune consegne riportate in questo protocollo e si decida, una volta tanto, a fare gli interessi della Chiesa pensando alla Sacralità della Liturgia, invece di dover accettare con incoscienza queste normative oltraggiose nei confronti di Nostro Signore Gesù Cristo.

Qui il testo della lettera aperta: Ad impossibilia nemo tenetur. 

3 commenti:

  1. oltraggiose, ma se bergoglio lo vuole, di che stiamo a parlare? Ma scusate si sta parlando di una religione inclusiva, cioè per tutti quindi Cattolica. Io sarei orgoglioso di un papa che ha capito che tutti possono accedere, del resto all'epoca non venne impedito a nessuno. il comunicatlrsi è storia recente. sono le curie che si sono succedute che hanno stabilito leggi e leggine. ricordati di santificare le feste significava non lavorare il sabato. poi il sabato è divenuto domrnica, poi le curie hanno aggiunto i cinque precetti, e quindi andare alla messa la domenica, ma quante storie state a fare. il precetto di comunicarsi almeno una volta all'anno. ma no voi volete andare ogni domenica per far vedere quanto siete bravi buoni e belli. vergigna! Ma mettete mano al portafogli voi Tradizionalisti per mantenere la fsspx o il buon pastore o il buon consiglio o il san vincenzo ferrer? SEPOLCRI IMBIANCATI. fatevi modernisti un giogo dolce, fate di più all'amore che è solo il 6 dei peccati e mettete mano alla tasca se no siete solo uomini di legge FRISEI che dicono Signore Signore. ma non di chi di ce Signore Signore è il regno dei cieli. più soldi più fare all'amore = più preghiere. Convertitevi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "FRISEI"

      Calmati, mi sembri nervoso. Ih! Ih!

      Elimina
  2. Sai quanto gliene frega alla CEI (Combutta Eretica Italiana) della "lettera aperta". LORO se ne strabattono.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.