Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

giovedì 16 aprile 2020

Breaking News: La "fase 2 e le Messe" : la CEI avrebbe "un pacchetto di proposte" da sottoporre al governo

La notizia che l'ANSA ha diramato poco fa è un raggio di speranza. 
Anche  il Sabato Santo scorso abbiamo rivolto la nostra pubblica supplica perchè "... sia concessa via libera anche alle cerimonie religiose pubbliche, in tutte le chiese in cui sia possibile rispettare le misure di distanziamento, ribadendo in termini inequivoci che i fedeli possono spostarsi legittimamente per raggiungere un luogo di culto a loro prossimo" ( QUI
E' pure di oggi il coraggioso appello di Mons.Giovanni D'Ercole anche a nome di tantissimi suoi fedeli: "Mi auguro che la decisione di riaprire le chiese non sia del Governo ma sia della CEI, cioè nostra" (leggere QUI  )
Coraggio Vescovi e coraggio Sacerdoti! 
E coraggio anche noi fedeli laici: dobbiamo scuoterci! 
Noi che sappiamo che la Messa è più necessaria all’umanità di quanto lo sia il sole e che l'Eucaristia è il celeste nutrimento, insostituibile, della nostra anima! 
AC  





Messe e funerali, Cei tratta su 'fase 2'  

D.Maffeis,'c'è domanda enorme,rispondere aiuta coesione sociale' (ANSA) - 
ROMA, 16 APR - 

Messe con volontari che garantiscano le distanze, funerali, battesimi e matrimoni con la presenza dei familiari stretti, qualche incontro di comunità facendo uso dei dispositivi di protezione.
La Cei ha pronto "un pacchetto di proposte" che verrà illustrato questa settimana al governo. 
"Con tutta l'attenzione richiesta dall'emergenza dobbiamo tornare ad 'abitare' la Chiesa, il Paese ne ha un profondo bisogno, c'è una domanda enorme e rispondere significa dare un contributo alla coesione sociale", dice all'ANSA il sottosegretario Cei don Ivan Maffeis. 

Fonte: ANSA ( QUI )

6 commenti:

  1. Trattare col Governo circa la Messa? Sottoporre proposte al Governo?

    La Chiesa, in Italia, perlomeno, non ha alcun bisogno di trattare, di sottoporre proposte perchè ha il diritto pieno, non condizionato di celebrare quante Messe vuole.

    Capisco che il card. Gasparri è morto da lustri ma arrivare ad una tale ignoranza è inaccettabile!

    RispondiElimina
  2. non metuens verbum16 aprile 2020 16:34

    Come sempre, la cosa giusta con le motivazioni sbagliate. Chi se ne frega, della "coesione sociale" ?
    D'altra parte, ove il modello cinese si impone in tutto, che ci aspettiamo dalla Chiesa Patriottica Simil-Cinese installata nella periferica provincia imperiale chiamata Italia ?

    RispondiElimina
  3. Intanto, per quelle chiese che sono provviste di piazzale recintato, approfittando delle belle giornate in arrivo, si deve consentire Messa all'aperto, con adeguata distanza (3 metri sarebbe l'ideale, anche se 2 dovrebbero bastare; metri quadrati). Ovviamente, con mascherine, guanti e niente segno di pace. Ove necessario, per la Messa Domenicale, dovrebbe essere consentito anche su piazzale non recintato, con la collaborazione delle Forze dell'Ordine. Analogamente, se possibile, confessioni all'aperto, anzi, liturgie penitenziali all'aperto. Penso che in tanti ci si debba confessare. Utili dei gazebo, in caso di pioggia. Gazebo adeguati e robusti. Poi, per il prossimo autunno, vediamo. Ove i piazzali non bastassero, filo diffusione... se ci si organizza, si può fare con ordine e decoro. Stesso discorso per i funerali e per i sacramenti. Preferire le ore diurne ovviamente, in quanto la luce solare diretta, pare disturbi il coronavirus. Cappellini bianchi in testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimi suggerimenti Anonimo 17:18 !!! Bravissimo !!!

      Elimina
  4. È davvero un barlume di luce, ma sono convinto che la Chiesa non deve essere sottomessa al potere civile anvhe per la liturgia. Se in duemila anni si fosse agito così, non esisterebbe. Non concordo neppure con mascherine e guanti e Santa Comunione sulle mani. Dovrebbe essere largamente sufficente congruo distanziamento.

    RispondiElimina
  5. Lo sapete che le chiese per delle epidemie non è la prima volta nella storia che vengono chiuse? Anche il papa vorrebbe riaprire ma non lo dite.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.