martedì 11 febbraio 2020

Aldo Maria Valli: negli USA il libro fra i più venduti per bambini per evocare il demonio

"Esorcismo: per difendere i ragazzi dagli attacchi del demonio, le preghiere di liberazione e di intercessione per le giovani vittime dell'alcol e della droga" (MiL QUI )  





Piccoli diavoli crescono (grazie ad adulti folli) 
di Aldo Maria Valli  


Allora, pare che in America uno dei libri per bambini più popolari sia A Children’s Book of Demons. Sì, avete letto bene: un libro di demoni per bambini, con tanto di istruzioni per evocare il demonio. Un libro che “non deve essere commercializzato in Italia”, ha chiesto il Codacons, “perché pericoloso e diseducativo”. E come dare torto, in questo caso, alla celebre associazione di consumatori?  

Ciò che stupisce è che a qualcuno sia potuto venire in mente di pubblicare un simile libro e, ancor di più, che ci siano genitori che lo acquistano. Spiega il Codacons:Si tratta di un libro pubblicato negli Stati Uniti, destinato a giungere in breve tempo nelle nostre librerie. Siamo da sempre contro qualsiasi forma di censura e per la libertà di espressione, specie quando si parla di letteratura e arte, ma in questo caso, considerato il pubblico di minori cui è diretto il libro, non possiamo non intervenire per chiedere alle autorità competenti di bloccarne la diffusione in Italia. Abbiamo deciso pertanto di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, affinché si attivi in via preventiva per sequestrare tutte le copie di A Children’ s Book of Demons che dovessero arrivare in Italia, e bloccarne la vendita e la diffusione sul territorio italiano. È un libro che, secondo l’Associazione internazionale degli esorcisti, avvicina i bambini al satanismo, invitando i minori ad evocare i demoni anche attraverso simboli e disegni e trasformando il concetto di male in un gioco. Messaggi non solo diseducativi ma anche estremamente pericolosi, perché fanno credere che attraverso il male si possano ottenere vantaggi e ricompense, influendo così in modo negativo sullo sviluppo psicologico e morale dei minori”.  

Leggo che dalla sua uscita, nel luglio 2019, negli Stati Uniti il libro è un grande successo, tanto da essere esaurito presso molti rivenditori. Destinato a bambini dai cinque ai dieci anni, aiuta i piccoli, come spiega l’autore, l’occultista Aaron Leighton, a “evocare gentili demoni”.  

Gentili demoni? In realtà il libro “è più sciocco che spaventoso” (“more silly than scary”) spiega la casa editrice, Barnes & Noble, cercando di sdrammatizzare. Al che una domanda viene spontanea: ma perché io genitore o io nonno dovrei comprare per i miei figli e nipoti un libro “sciocco”?  

Definito “giocoso” (“playful”) dal settimanale Publisher, il libro, di fatto, invita a convocare i demoni per aiutarti a fare i compiti o per tirarti fuori da situazioni complicate. Il che, dopo tutto, non sembra corrispondere a canoni educativi raccomandabili.  

Sembra comunque che l’occultismo per bambini costituisca un filone piuttosto nutrito. Oltre che in A Children’s Book of Demons, il demoniaco abbonda in altri titoli popolari, come Demon Dentist, Demon and Devil Stories for Kids e Baphomet and Friends: The Satanic Coloring Book.  

Demon and Devil Stories for Kids comprende sedici racconti, “storie pensate per essere una lettura affascinante per i bambini piccoli”, mentre Baphomet and Friends: The Satanic Coloring Book è un libro con disegni da colorare che rappresentano “Satana, Lucifero, una capra nera, Dracula, una strega e molto altro”.  

Il Catechismo della Chiesa cattolica parla chiaro: “Tutte le forme di divinazione sono da respingere: ricorso a Satana o ai demoni, evocazione dei morti o altre pratiche che a torto si ritiene che ‘svelino’ l’avvenire” (2116). “Tutte le pratiche di magia e di stregoneria con le quali si pretende di sottomettere le potenze occulte per porle al proprio servizio ed ottenere un potere soprannaturale sul prossimo – fosse anche per procurargli la salute – sono gravemente contrarie alla virtù della religione. Tali pratiche sono ancor più da condannare quando si accompagnano ad una intenzione di nuocere ad altri o quando in esse si ricorre all’intervento dei demoni. Anche portare gli amuleti è biasimevole. Lo spiritismo spesso implica pratiche divinatorie o magiche. Pure da esso la Chiesa mette in guardia i fedeli” (2117). 

Libri come A Children’s Book of Demons sono solo uno scherzo o nascondono intenti manipolativi? Propenderei decisamente per la seconda ipotesi. Anche di Halloween si dice che è tutto un giochetto e scherzetto, ma mai dimenticare ciò che, nel capolavoro di C.S. Lewis, Le lettere di Berlicche, l’esperto zio Berlicche raccomanda al diavolo-nipote Malacoda come strategia per conquistare anime: “Il fatto che i diavoli nella fantasia moderna siano soprattutto figure comiche, ti sarà d’aiuto”.  

Lasciarsi sottovalutare o dipingere in farsesco è una vecchia strategia del demonio. Il problema è: come farlo capire dal momento che le zucche a cui si rivolgono certi prodotti demoniaci (e non parlo certamente delle zucche dei poveri bambini) appaiono così desolatamente vuote?  

Anche sotto questo profilo, aggiungo, Berlicche aveva capito tutto: “È buffo – dice a un certo punto Sua Potente Abissale Sublimità all’apprendista diavolo Malacoda – che i mortali ci rappresentino sempre come esseri che mettono loro in testa questa o quella cosa: in realtà il nostro lavoro migliore consiste nel tenere le cose fuori della loro testa”. 

 A.M.V. 

Fonte: Duc in altum blog di Aldo Maria Valli QUI 

Immagine: I tre sentieri QUI 

Dell'inquietante libro così tanto diffuso in America si era occupata la Nuova Bussola Quotidiana QUI