Post in evidenza

venerdì 31 gennaio 2020

Giorgio Gaber: "La Chiesa Si Rinnova" - 1971

Giorgio Gaber durante la sua vita non si è - penso - mai dichiarato cattolico, anche se ritengo che -  soprattutto nelle sue ultime canzoni - si percepisca l'anelito e la nostalgia di Dio.
Nel 1971 compose questa canzone: salva reverentia voglio proporla ai nostri lettori.
Gaber sembra averla scritta ora.
O no?
Luigi

Testo La Chiesa Si Rinnova - 1971


Il mondo ha fretta continua a cambiare
chi vuol restare a galla si deve aggiornare
Anche la chiesa vuol sempre far meglio
ogni tanto si riunisce per fare un concilio
giungono a Roma con gran convinzione
venticinquemila preti da ogni nazione

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

Bisogna dare atto a questi signori
le cose più urgenti le han rese migliori
e dopo tanti anni che aspettavamo invano
la messa finalmente si dice in italiano
E se al venerdì mangiare pesce ti secca
non fare complimenti puoi farti una bistecca
e si è stabilito dopo mille discussioni
che il prete essendo uomo può portare i pantaloni
E la Chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

Si sa ai giorni nostri i problemi son tanti
ma la chiesa non molla va sempre più avanti
e se il divorzio est smaccum tremendum
la lotta continua c’è ancora il referendum
E se in qualche parte del mondo c’è un dramma
il papa è sempre pronto e manda un telegramma
nel testo si commuove depreca è solidale
insomma gli dispiace come a uno normale
Del resto a causa di una famosa intervista
si dice sotto sotto che il papa è comunisssss

E la chiesa si rinnova per la nuova società
E la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

8 commenti:

  1. Ricordiamo anche la "profetica" canzonetta di Lucio Dalla: "Caro amico ti scrivo ... ognuno farà l'amore come gli va ...anche i preti potranno sposarsi". Forse Bergoglio si è ispirato a Dalla. E così via alla sodomia, ai preti che prendono moglie ... A proposito, mi hanno segnalato un tuit di una certa Laura W. Colombretti che così ammannisce la sua follia satanica: "Avete notato che nei promessi sposi sono tutti bianchi, etero e cattolici? Un chiaro modo per alimentare il patriarcato, il privilegio dei bianchi e l'omofobia. Ministro Bussetti non crede che sia ora di togliere questo libro dalle scuole italiane?". Capito? Qui sta dilagando lo spirito dell'anticristo e i cattolici si azzannano tra di loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'opera di Manzoni è stata, in modo penosamente monotono e riccorrente, bersaglio delle ideologie falsificatrici laiciste massonico-marksiste perché gli ignoranti e faziosi portatori, più o meno pagati e/o in cerca di carriera, impotenti biliosi contro la Magna Carta della spiritualità cattolica, tramano per allontanarla dalle scuole dove, come nei paesi comunisti, deve essere sostituita da scuola di ateismo.

      Elimina
    2. Vi ricordate quando i compagni dicevano che anche Shakespeare era razzista ? Sottobanco lo dicono ancora come per Manzoni. Cervelli intasati dei libretti di Marks e Lenin che non hanno orrore di se stessi e della loro miseria mentale. Come vedete le ideologie anticristiane non sono tramontate ma sempre più attive con buona pace degli illusi, più o meno in mala fede, presenti ampiamente anche dentro la Chiesa dall'euforico CVII.

      Elimina
  2. Gaber terminator della Chiesa, insieme Bergoglio e predecessori.

    RispondiElimina
  3. "la messa finalmente si dice in italiano": hai capito la trovata! Così adesso "si capisce" tutto! aho....

    RispondiElimina
  4. Canzonettisti da avanspettacolo, in cerca di notorietà, invitati a mangiare gli avanzi del pranzo dei potenti che li utilizzano cme ramazze, non allontanati da una gerarchia ecclesiastica che non difende più i fedeli dagli ingannevoli nemici della dottrina e morale cattolica, non mettendoli in guardia contro i loro assalti, poiché non è più in gado di farlo, compromessa con il mondo.

    RispondiElimina
  5. L’arianesimo mai sconfitto che sta ritornando

    RispondiElimina
  6. Preferisco leggere Guareschi che ascoltare Gaber...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.