Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

lunedì 16 dicembre 2019

Mons.Galantino, non si vergogna?


"A volte viene il dubbio che certi Prelati si inventino queste meraviglie, giusto per il gusto di vedere se poi finiscono pubblicati su blog tipo il nostro..."
Preghiamo soprattutto durante la Novena del Santo Natale, che inizia oggi, per tutti i Consacrati soprattutto per quelli che sembrano aver smarrito, da tempo, il buon senso ecclesiale. 
AC


  Monsignor Nunzio Galantino simpatizza per le sardine e critica Salvini 

Monsignor Nunzio Galantino, dai microfoni di Radio Capital, esprime "simpatia" verso le sardine stigmatizza ancora l'uso di rosari e crocifissi in politica Monsignor Nunzio Galantino, ex segretario generale della Cei, prova simpatia nei confronti delle "sardine". 
La tradizione del cattolicesimo democratico si rinnova, dunque, con la vicinanza espressa dal monsignore, che ora guida l'Apsa, ossia l'ente che si occupa di amministrare il patrimonio della Sede apostolica, al movimentismo giovanile più chiacchierato di queste settimane. 
Per ora erano stati soprattutto i "preti di strada" a dire la loro. 
Da padre Bartolomeo Sorge a Suor Giuliana Galli: le considerazioni di certa base cattolica erano già state diffuse. 
Ma la voce di mons. Galantino è la stessa che nel 2017 chiese di accelerare sullo ius soli. 
Sono tante, poi, le volte in cui Galatino si è espresso a favore dell'accoglienza dei migranti. Parliamo dunque di un alto ecclesiastico centrale per le rivendicazioni provenienti da piazza San Pietro. 

Stando a quanto riportato da Il Messaggero, il riferimento fatto da Galantino tende a premiare la manifestazione nazionale che le sardine hanno organizzato nella capitale per il prossimo 14 di dicembre. 
Le dichiarazioni del presule sono arrivate attraverso Radio Capital: "Non posso che avere simpatia per questi ragazzi, che prendono l'iniziativa per dire a noi adulti che non ce la fanno più a sentirci solo gridare", ha argomentato. 
Il consacrato italiano, da quando è stato promosso da papa Francesco, interviene con meno costanza sulle questioni politiche. 
Per quanto le "sardine" - con tutta evidenza - rappresentino un'organizzazione degna di attenzione per l'ex vertice dei vescovi italiani. 
Ma c'è stato spazio pure per una delle consuete rimostranze sollevate nei confronti di coloro che usano esporre simboli religiosi in contesti politico-elettorali. 
E il pensiero non può che andare a Matteo Salvini.

"Uomini e donne che pensano di fare politica con ogni mezzo, probabilmente perché non hanno a disposizione mezzi più credibili, ecco che allora ricorrono o strumentalizzano i simboli e non mi riferisco solo a quelli religiosi". 
Per Galantino, ma anche per altri esponenti di spicco della Chiesa cattolica, i politici non dovrebbero esporre rosari o crocifissi. 
La polemica è datata, ma oggi è stata ripristinata. 
Proprio nel corso della giornata odierna, un gruppo di fedeli, ha pregato un rosario dinanzi il Tribunale di Torino. 
Il fine? 
Esprimere vicinanza nei confronti del leader leghista. 

 Fonte: Il Giornale QUI

*** 
Hanno pure fatto riflettere  le parole "in uscita" di Daniele Venturi, Presidente dei Papaboys "Crescano sempre più sardine e facciano cose alte. Io sarò in piazza con loro sabato" QUI

*** 

Giuliano Guzzo: "Cari Vescovi, ma che ci trovate nelle sardine?" QUI

 

7 commenti:

  1. Non hanno "smarrito il buon senso ecclesiale" ! Hanno smarrito la fede, ma tanti dimostrano chiaramente di non averla mai avuta data l'enormità delle loro demagogiche affermazioni al di fuori del Vangelo.

    RispondiElimina
  2. Galantino: te lo raccomando!

    RispondiElimina
  3. Ormai ai cattolici, abbandonatati da una gerarchia di rinnegati in totale collusione con le ideologie relativistiche, non resta che pregare per difendere la vita che fuori delle chiese e testimoniare il diritto naturale davanti ai luoghi dove si pratica il crimine dell'aborto.

    RispondiElimina
  4. Non si può vergognare chi ha perso la fede e/o non ha orrore di se stesso!

    RispondiElimina
  5. Le sardine in foto sono alquanto stagionate

    RispondiElimina
  6. Sinistroidi, comunisti e atei. Gli ecclesiastici.

    RispondiElimina
  7. I mitrato in causa si dissocia da chi prega contro il crimine dell'aborto davanti alle cliniche. Lo ringraziamo per la sua sincerità con la quale esprime biliosamente la sua volontà di nemico della fede e della morale cattolica, della quale abbiamo avuto tante dimostrazioni. Insomma, signor Bergoglio vuole decidersi a nominarlo cardinale e inserirlo tra i fidati interpreti del suo pensiero ?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.