sabato 2 novembre 2019

"Malachia: tra storia e Misteri" a Milano martedì 5 novembre

Dagli amici della TFP italiana, per i nostri lettori della zona di Milano.
Luigi

Sul finire del ‘500, apparve un libro, pubblicato a Venezia a cura di un monaco benedettino originario delle Fiandre, Arnold de Wyon, dal titolo Lignum vitae, ornamentum et decus Ecclesiae, una monumentale storia dell’Ordine di san Benedetto. Nel primo volume, Arnold presentava ai lettori uno scritto, per secoli inedito e sconosciuto, attribuito a un santo monaco e vescovo irlandese del XII secolo, Malachia di Armagh, amico di san Bernardo di Chiaravalle (che ne fu il primo biografo) e che deve la sua celebrità soprattutto alle profezie sui papi che gli vengono attribuite.
Si tratta di una serie di 111 brevi descrizioni di altrettanti pontefici, da Celestino II – eletto nel 1143 – fino a Pietro II, che sarebbe l’ultimo papa. Il testo si conclude con un’ultima profezia: «Durante l’ultima persecuzione di Santa Romana Chiesa siederà Pietro Romano che pascerà il gregge in mezzo a molte tribolazioni; quando queste saranno passate, la città dai sette colli sarà distrutta e il tremendo Giudice giudicherà il suo popolo. Fine».
Scorrendo l’elenco dei papi descritti da Malachia, ci si accorge che i 111 da lui descritti sono trascorsi: Benedetto XVI corrisponderebbe all’ultimo, contrassegnato come De gloria olivae. La gloria dell’ulivo. Siamo dunque arrivati a «Petrus Romanus»? Siamo vicini alla fine del mondo e dei tempi, o alla fine della Chiesa? Oppure in un periodo di transizione verso il Regno di Maria? Il tutto, naturalmente, se si prendono in considerazione le profezie di Malachia come attendibili.

Si è molto discusso dell’autenticità del testo, e molti sono i misteri che lo circondano. Fu davvero scritto da Malachia di Armagh? E quando? Potrebbe essere un clamoroso falso del 1595? A queste domande prova a rispondere Paolo Gulisano, scrittore con al suo attivo oltre trenta opere di saggistica dedicate a personaggi e temi della Letteratura e della storia cristiana, tra cui opere su John Henry Newman, Tolkien, Chesterton e il Cristianesimo delle Isole Britanniche.

Siete cordialmente invitati alla conferenza: 

Malachia: tra storia e misteri

che si terrà martedì 5 novembre p.v. alle ore 21,00

nella propria sede in via Lentasio, n. 9 - Milano

(Centro, M3 Missori, a 50m dalla Basilica di S. Nazaro)

Interverrà: Paolo Gulisano

E' gradita una conferma telefonica al numero 348.3812471 oppure una conferma scritta alla seguente e-mail: info@atfp.it
Come da tradizione, seguirà un momento conviviale al quale siete tutti invitati.


Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.