mercoledì 20 novembre 2019

Cantantibus Organis: Mons. Luigi Salamina e l’arte organaria

Un'iniziativa culturale e musicale che ricorda giustissimamente l'operato di "Mons. Luigi Salamina (1885-1956)... autorevole studioso di organaria, grazie alla cui competenza e cura è rimasto pressoché intatto il patrimonio organario della diocesi. Una personalità assai ricca, al centro di una fitta e significativa rete di relazioni con i più autorevoli organologi ed istituti musicali del tempo"
AC


Si tratta di due volumi per un totale di oltre 1200 pagine, inserto, CD con le musiche degli archivi lodigiani, il tutto in cofanetto rigido. 
Il lungo e paziente lavoro ha permesso di portare alla luce il ricco fondo musicale nascosto in archivi e biblioteche del Lodigiano. 
In quest’ultima ricerca l’autore presenta una primizia di valore. 
Si tratta della raccolta documentaria prodotta da monsignor Luigi Salamina (1885-1956), della diocesi di Lodi, figura esemplare per mitezza e vera carità verso i fratelli, e al tempo stesso docente presso lo studio teologico del Seminario diocesano e autorevole studioso di organaria, grazie alla cui competenza e cura è rimasto pressoché intatto il patrimonio organario della diocesi.
Una personalità assai ricca, al centro di una fitta e significativa rete di relazioni con i più autorevoli organologi ed istituti musicali del tempo. 
I documenti comprendono, oltre ad un vero e proprio trattato di organaria, inventari e studi degli organi presenti nel Lodigiano, una nomenclatura alfabetica dei termini tecnici riguardanti lo strumento, frutto della sua vastissima competenza nel campo e una inedita e copiosa corrispondenza con il piemontese Giacomo Sizia (1856-1945) e il trentino Renato Lunelli (1895-1967).
L’inventario delle sue carte aiuta a ripercorrerne il pensiero e la vita, sollecitando a riflettere su come studio e azione pastorale, liturgia e carità non siano opzioni che si escludono a vicenda, ma percorsi impegnativi e pazienti che possono reciprocamente illuminarsi e rendere più consapevole e fecondo il ministero presbiterale.

Interverranno: Don Pierluigi Leva, parroco della parrocchia dei Ss. Bartolomeo ap. e Martino in Casalpusterlengo, Mons. Antonio Spini, delegato vescovile centro "Bassianeum", Basilica XII apostoli in Lodivecchio, Don Pierluigi Rossi, parroco delle parrocchie di S. Bartolomeo ap e dei Ss. Cosma e Damiano in Castelgerundo, Dott.sa Paola Sverzellati responsabile della biblioteca del seminario di Lodi, Maurizio Ricci, studioso di arte organaria, Giosuè Berbenni, Presidente onorario dell'Associazione "G. Serassi", Federico Lorenzani, Edizioni Serassi-Presidente dell'Associazione "G. Serassi"

Venerdì 22 novembre alle ore 21 presso l'auditorium dell'oratorio Casa del Giovane Via C. Battisti, 4, 26841 Casalpusterlengo (LO) 
sarà presentato un corposo studio dal titolo  
Cantantibus Organis II. Mons. Luigi Salamina e l’arte organaria
a cura di don Pierluigi Rossi edito dall’ Associazione Giuseppe Serassi, 
Collana Arte Organaria, vol. 65.

Sino al 22 novembre sarà possibile acquistare il cofanetto a prezzo ridotto (50 euro) scrivendo a info@serassi.it
Ingresso libero Associazione Giuseppe Serassi Segreteria - Via Cecoslovacchia 1 42022 Boretto (RE)Tel. 340-6349601
www.serassi.it 

Foto: 1) Organo “Domenico da Lucca” (1507) / “Giovanni Battista Chiesa” (1775) per il Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata di Lodi: ( QUI )

2) L'Organo dei Fratelli Serassi costruito nel 1835 per la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Lodi ( QUI)