sabato 26 ottobre 2019

IN DIRETTA DA S. Maria Traspontina: venerazione della Pachamama con tanto di candele accese. Pregano per l’Ultimo giorno del Sinodo per l'Amazzonia sta finendo. in attesa del documento finale alcuni articoli



IN DIRETTA !

Le foto sotto e il video sono scattate ora (sabato 26 ott ore 15:55) a s. Maria in Traspontina. E sono eloquenti: la statuetta pagana di Pachamama “intronizzata” un mezzo alla navata, venerata con candele e panche disposte attorno. 

Oggi di fatto termina il Sinodo (e, ahiloro, i padri sinodali sono "costretti" a rimettere la talare filettata). Domani Messa di chiusura.

Preghiamo in attesa di conoscere l'esito della votazione del documento finale.
una raccolta di TFP di articoli.







Roberto 


Il Sinodo dell’Amazzonia sta causando irritazioni e perplessità in innumerevoli cattolici. 
Abbiamo visto pratiche pagane compiute a Sinodo iniziato e sentito dichiarazioni eterodosse da parte dei partecipanti all'evento. Cosa sta avvenendo in certi settori della Chiesa Cattolica? Come si è potuto arrivare a questa situazione?


L’architetto del sinodo dell’Amazzonia rivela come papa Francesco potrebbe “aprire una porta” all’ordinazione delle donne. 


In una recente intervista televisiva, il cardinale Müller ha affermato che “Il grande errore è stato quello di portare gli idoli nella Chiesa”, di "non metterli fuori, perché secondo la Legge di Dio – il Primo Comandamento – l’idolatria è un peccato grave; da non mescolare con la liturgia cristiana”.


Cosa importa se è un rito pagano? – Osservatorio Sinodo Amazzonia
Uno dei redattori dei documenti pre-sinodali, il teologo Paulo Suess, fornisce una pertinente chiave di lettura sulla vicenda delle Pachamama…


Il cardinale Müller mette in guardia dall’idolatria e la superstizione che sono un peccato contro Dio perché confondono il Creatore con la sua creazione e ricorda che “l’adorazione di Dio è la vera teologia della liberazione dalla paura, dallo spavento e dall’insicurezza che ci arrivano dal mondo materiale e dai nostri simili”.


Rito Amazzonico? Perché, allora, non un rito bantu o pigmeo, fino a una completa frammentazione del Rito romano? Le paraliturgie di questi giorni svelano l’inganno di una ritualità costruita a tavolino e spacciata per amazzonica.


«In quei riti c’è il diavolo, c’è la magia. La nostra Signora non è la Pachamama, ma è la Vergine di Nazaret». Parola del vescovo emerito di Belem, Azcona. La risposta ai riti pagani di questi giorni a Roma arriva da un vescovo amazzonico che conosce l’Amazzonia più di molti padri sinodali.

1 commento:

  1. Adorazione del Vitello d'oro di biblica memoria ! Solo che allora il capo del popolo d'Israele Mosé, riuscì a portarlo di nuovo all'osservanza dei Comandamenti e all'abbandono dell'idolatria. Ora nella Chiesa cattolica, colui che dovrebbe avere i ruolo di Mosé-Pietro, con il preteso di evangelizzare, fomenta l'idolatria per di più con la faccia tosta di negare l'evidenza delle sue intenzioni, in spregio di chi quelle popolazioni le ha evangelizzate veramente. L'evangelizzazione , ce lo dice Cristo stesso, non è certo del tutto indolore ne per chi la diffonde, né per chi la riceve e non si compie certo con dei surrogati.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.