lunedì 16 settembre 2019

TUTTI A ROMA! Rispondiamo alla “sfida” del Sinodo panamazzonico!


“Tutti a Roma!”: rubiamo il fortunato slogan dell’ormai imminente Pellegrinaggio Internazionale del Populus Summorum Pontificum per darvi conto delle iniziative che si annunciano nell’Urbe per reagire alla “sfida” del Sinodo pa(ga)namazzonico che si aprirà in Vaticano il 6 ottobre (consultate qui l'Osservatorio permanente curato dall’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira - IPCO). Considerato che ci sono ancora parecchi cattolici che non riescono a restare indifferenti di fronte al rischio di uno scisma, li invitiamo caldamente ad unirsi - fisicamente, chi può; spiritualmente, tutti gli altri - a queste iniziative; nonché a partecipare alla crociata di preghiera e di digiuno indetta il 12 settembre dal Card. Burke e da Mons. Schneider. Sarà un bel modo anche per prepararsi al Pellegrinaggio Internazionale del Populus Summorum Pontificum (di nuovo: tutti a Roma!), che, come ogni anno, proprio in concomitanza con la fine del Sinodo, testimonierà con l’incontaminata purezza e la bellezza della liturgia tradizionale che il deposito della fede sopravvivrà integro e incorrotto a tutto e a tutti, e che la vittoria finale è già scritta: non praevalebunt!

Ecco l'elenco delle iniziative in programma:

in data e luogo ancora da pubblicare, si terrà una nuova manifestazione pubblica di Acies Ordinata, una coalizione internazionale  della resistenza cattolica che organizzò una sua prima, riuscita manifestazione a Roma, sul modello delle sentinelle in piedi, lo scorso 19 febbraio, in occasione del summit vaticano sulla crisi degli abusi sessuali.

4 ottobre, dalle h. 15,00 alle h. 18,00, presso l'Hotel Massimo d’Azeglio, via Cavour, 18, Tavola Rotonda sul tema Our Church – reformed or deformed?” (La nostra Chiesa - riformata o deformata?), organizzato da Voice of the Family. Interverranno John-Henry Westen, direttore di Life Site News; Michael Matt, direttore di The Remnant; Michael Voris direttore di Church Militant; Jeanne Smits; Marco Tosatti, direttore del blog Stilum Curiae; Riccardo Cascioli, direttore de La Nuova Bussola Quotidiana; Roberto de Mattei, direttore di Corrispondenza Romana; Taylor Marshall, autore di "Infiltration: The Plot to Destroy the Church from Within"; José Antonio Ureta, autore de "Il 'cambio di paradigma' di Papa Francesco: continuità o rottura nella missione"; John Smeaton (moderatore), direttore della Society for the Protection of Unborn Children e co-fondatore di Voice of the Family. Gli interventi in lingua inglese saranno tradotti simultaneamente in italiano. 


5 ottobre, dalle h. 9,30 alle h. 18,00, presso l’Hotel Quirinale, via Nazionale, 7, Convegno Internazionale “Amazzonia: la posta in gioco, organizzato dall’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira. Interverranno S. A. I. il Principe Bertrand d’Orleans e Braganza, autore del libro "Psicosi Ambientalista"; il Prof. Luiz Carlos Molion, Meteorologo dell’Università Federale di Alagoas; l’avv. Jonas Marcolino Macuxí, dirigente dell’etnia macuxí di Roraima in Amazzonia; José Antonio Ureta, autore de "Il 'cambio di paradigma' di Papa Francesco: continuità o rottura nella missione";  James Bascom, dirigente dell’Ufficio della TFP di Washington; il prof. Stefano Fontana, Direttore dell’Osservatorio Card. Van Thuận per la Dottrina Sociale della Chiesa; il prof. Roberto de Mattei, presidente della Fondazione Lepanto; Julio Loredo (moderatore), presidente della TFP italiana ed autore di "Teologia della Liberazione. Un salvagente di piombo per i poveri". Anche in questo evento è prevista la traduzione simultanea in italiano.

5 ottobre, h. 14.30, in largo Giovanni XXIII, si terrà una Preghiera Pubblica per la Chiesa, secondo le intenzioni che potete trovare qui. 


Questo è il quadro ad oggi, mentre è possibile - e auspicabile - che ulteriori importanti eventi vengano programmati nelle prossime settimane. Oltre a quelle romane, poi, molte analoghe iniziative sono in preparazione in tutta la Cattolicità, ed anche in Italia: a fronte della tragica crisi in corso, dunque, il popolo fedele non manca e non mancherà di far sentire in tanti modi - soprattutto con la preghiera - la propria voce.



ER