giovedì 26 settembre 2019

Santa Messa in onore della Madonna della Mercede

Avvicinandosi la festa della Madonna della Mercede, molto venerata soprattutto in Sicilia e in Sardegna,  ad imitazione degli eroici Padri Mercedari ci affidiamo alla materna e potente intercessione della Santissima Vergine Maria perchè debelli i nemici della Chiesa e ci aiuti a rimanere sempre fedeli  al Santo Magistero della Chiesa.  

Toccante una particolare tradizione: in questa giornata in tutte le chiese europee di raccoglievano offerte per raccogliere il “riscatto” e liverare i cristiani prigionieri dei musulmani. 

Mater benigna respice fletus precesque supplicum ut dimicantes tartari victrix tuere ab hostibus 

AC 

Nostra Signora della Mercede 

Mentre i Saraceni soggiogavano parte della Spagna e menavano schiavi in Africa tanti Cristiani, la Vergine, la notte del 1° agosto 1218, apparve a Barcellona a san Pietro Nolasco, a san Raimondo di Penafort e a Giacomo I d’Aragona chiedendo la fondazione, sotto il nome della Mercede, dell’Ordine della Redenzione degli schiavi. 


La qual cosa fu fatta il 10 agosto successivo. Moltissimi furono gli schiavi liberati dal potere degli Infedeli e se non bastava il denaro i Mercedari stessi si offrivano come riscatto. 
L’Ordine fu approvato da papa Gregorio IX il 17 gennaio 1235. 

Il sito dei Padri Mercedari QUI

INTROITUS Sedulius- 
Salve, sancta Parens, eníxa puérpera Regem: qui coelum terrámque regit in saecula sæculórum. ~~ 
Ps 44:2- Eructávit cor meum verbum bonum: dico ego ópera mea Regi. ~~ Glória Patri ~~ Salve, sancta Parens, eníxa puérpera Regem: qui coelum terrámque regit in saecula sæculórum. 
Sedulius- Salve, o Madre santa, tu hai partorito il Re gloriosamente; egli governa il cielo e la terra per i secoli in eterno. ~~ 
Ps 44:2- Vibra nel mio cuore un ispirato pensiero mentre al Sovrano canto il mio poema. ~~ Gloria al Padre~~ Salve, o Madre santa, tu hai partorito il Re gloriosamente; egli governa il cielo e la terra per i secoli in eterno.

Gloria

ORATIO Orémus. Deus, qui per gloriosíssimam Fílii tui Matrem, ad liberandos Christi fidéles a potestáte paganórum, nova Ecclésiam tuam prole amplificáre dignátus es: præsta, quǽsumus; ut, quam pie venerámur tanti óperis institutrícem, eius páriter méritis et intercessióne, a peccátis ómnibus et captivitáte daemonis liberémur. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen. 


Preghiamo. O Dio, a liberare i fedeli di Cristo dalla schiavitù dei pagani, ti sei degnato, per mezzo della gloriosissima Madre del tuo Figlio, di arricchire la Chiesa di una nuova famiglia; come devotamente la veneriamo istitutrice di così grande opera, così, per i suoi meriti e per la sua intercessione, concedici di essere liberati da tutti i peccati e dalla schiavitù del demonio. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen. 

LECTIO Léctio libri Sapiéntiæ. Eccli 24:14-16. 
Ab inítio et ante saecula creáta sum, et usque ad futúrum saeculum non désinam, et in habitatióne sancta coram ipso ministrávi. Et sic in Sion firmáta sum, et in civitáte sanctificáta simíliter requiévi, et in Ierúsalem potéstas mea. Et radicávi in pópulo honorificáto, et in parte Dei mei heréditas illíus, et in plenitúdine sanctórum deténtio mea. 

Da principio e prima dei secoli io fui creata, e per tutta l'eternità io non cesserò di essere; nel tabernacolo santo, dinanzi a Lui ho esercitato il mio ministero, poi ebbi fissa dimora in Sion. Nella città santa parimenti posai ed in Gerusalemme è il mio potere. Gettai le mie radici in un popolo illustre, nella porzione del mio Dio, nel suo retaggio, presi dimora tra i santi. 

GRADUALE Benedícta et venerábilis es, Virgo María: quæ sine tactu pudóris invénia es Mater Salvatóris. V. Virgo, Dei Génetrix, quem totus non capit orbis, in tua se clausit víscera factus homo. 

Tu sei benedetta e venerabile, o Vergine Maria, che senza offesa del pudore sei diventata la Madre del Salvatore. V. Vergine Madre di Dio, nel tuo seno, fattosi uomo, si rinchiuse Colui che l'universo non può contenere. 

ALLELUIA Allelúia, allelúia. Post partum, Virgo, invioláta permansísti: Dei Génetrix, intercéde pro nobis. Allelúia. 

Alleluia, alleluia. O Vergine, anche dopo il parto tu rimanesti inviolata; o Madre di Dio, prega per noi. Alleluia 

EVANGELIUM Sequéntia ✠ sancti Evangélii secúndum Lucam Luc 11:27-28 
In illo témpore: Loquénte Iesu ad turbas, extóllens vocem quædam múlier de turba, dixit illi: Beátus venter, qui te portávit, et úbera, quæ suxísti. At ille dixit: Quinímmo beáti, qui áudiunt verbum Dei, et custódiunt illud. 

 In quel tempo, mentre Gesù parlava alla folla, avvenne che una donna, tra la folla, alzò la voce e disse: «Beato il seno che ti ha portato e il petto che ti ha nutrito». Ma egli disse: «Beati, piuttosto, coloro che ascoltano la parola di Dio, e la custodiscono». 
  
Credo
OFFERTORIUM Luc 1:28; 1:42 Ave, María, grátia plena; Dóminus tecum: benedícta tu in muliéribus, et benedíctus fructus ventris tui. 

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne, e benedetto è il frutto del seno tuo. 

SECRETA Tua, Dómine, propitiatióne, et beátæ Maríæ semper Vírginis intercessióne, ad perpétuam atque præséntem hæc oblátio nobis profíciat prosperitátem et pacem. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen. 

 Per la tua clemenza, Signore, e per l'intercessione della beata sempre vergine Maria, l'offerta di questo sacrificio giovi alla nostra prosperità e pace nella vita presente e nella futura. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen. 

PRÆFATIO DE BEATA MARIA VIRGINE Vere dignum et justum est, æquum et salutáre, nos tibi semper et ubique grátias ágere: Dómine sancte, Pater omnípotens, ætérne Deus: Et te in Præsentatione beátæ Maríæ semper Vírginis collaudáre, benedícere et prædicáre. Quæ et Unigénitum tuum Sancti Spíritus obumbratióne concépit: et, virginitátis glória permanénte, lumen ætérnum mundo effúdit, Jesum Christum, Dóminum nostrum. Per quem majestátem tuam laudant Angeli, adórant Dominatiónes, tremunt Potestátes. Coeli coelorúmque Virtútes ac beáta Séraphim sócia exsultatióne concélebrant. Cum quibus et nostras voces ut admitti jubeas, deprecámur, súpplici confessióne dicéntes 


È veramente degno e giusto, conveniente e salutare, che noi, sempre e in ogni luogo, Ti rendiamo grazie, o Signore Santo, Padre Onnipotente, Eterno Iddio: Te, nella Presentazione della Beata sempre Vergine Maria, lodiamo, benediciamo ed esaltiamo. La quale concepì il tuo Unigenito per opera dello Spirito Santo e, conservando la gloria della verginità, generò al mondo la luce eterna, Gesù Cristo nostro Signore. Per mezzo di Lui, la tua maestà lodano gli Angeli, adorano le Dominazioni e tremebonde le Potestà. I Cieli, le Virtù celesti e i beati Serafini la celebrano con unanime esultanza. Ti preghiamo di ammettere con le loro voci anche le nostre, mentre supplici confessiamo dicendo 

COMMUNIO Beáta viscera Maríæ Vírginis, quæ portavérunt ætérni Patris Fílium. 

Beato il seno di Maria Vergine che portò il Figliolo del Padre Eterno 

POSTCOMMUNIO Orémus. Sumptis, Dómine, salútis nostræ subsídiis: da, quaesumus, beátæ Maríæ semper Vírginis patrocíniis nos ubíque prótegi; in cuius veneratióne hæc tuæ obtúlimus maiestáti. 
Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen. 

Preghiamo. Ricevuti i misteri della nostra salvezza, ti preghiamo, o Signore, di essere ovunque protetti dalla beata sempre vergine Maria, ad onore della quale abbiamo presentato alla tua maestà questo sacrificio. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen. 

Fonte: Sardinia Tridentina QUI 

Foto 1: Cagliari, Basilica di Bonaria, Piazza Bonaria - il venerato simulacro di Nostra Signora della Mercede QUI 

Foto 2 : Sassari, chiesa di San Giuseppe, il venerato simulacro di Nostra Signora della Mercede. La novena è accompagnata dai tradizionali e antichi gosos della Mercede in lingua sarda, i più antichi dell’isola. 

Foto 3: Palermo, chiesa di Santa Maria della Mercede al Capo, sede della Ven. Confraternita di Maria Santissima della Mercede fondata nel 1693 il venerato simulacro della Madonna della Mercede opus di Girolamo Bagnasco 1790 QUI

Video della festa della Madonna della Mercede a Palermo


1 commento:

  1. "Mentre i Saraceni soggiogavano parte della Spagna ...". Ora gli islamici stanno facendo lo stesso arrivando con ong, gommoni e barchette. Corsi e ricorsi storici?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.