venerdì 20 settembre 2019

Papa Bergoglio e il (probabile) imminente scisma

Riprendiamo e rilanciamo due tristi ma realistiche considerazioni di Rino Camilleri e di Vittorio Messori in merito alle recenti affermazioni di Papa Bergoglio.
Anche noi confermiamo la nostra viva preoccupazione per la situazione di totale sbando e confusione in cui versa oggi la Chiesa Cattolica.
Guido


"A Wojtyla quasi in lacrime perché non riusciva a ricucire lo scisma lefevriano un prelato disse, cercando di consolarlo, che non era il caso di prendersela tanto. Pare che lui, rabbuiato, abbia risposto: «Ma lei lo sa che cos’è uno scisma per un Papa?». Bergoglio, più serafico, pochi giorni fa, su domanda, ha dichiarato: «Lo scisma? Non lo temo». Eh, morto un papa se ne fa un altro…"
Rino Camilleri Antidoti del 18.09.2019


Messori, in Germania tira aria di scisma. Negli Usa molti cattolici mostrano insofferenza. Il
5 Ottobre si pregherà a Roma per la Chiesa in difficoltà. Preoccupato?


“Noto molta gente cattolica preoccupata, qualcuno persino disperato. Da credente ricordo, tuttavia, che la Chiesa non è un’ impresa, una multinazionale o uno stato. Insomma, non può fallire. Certo, le ragioni di allarme non mancano, penso per esempio, al prossimo Sinodo sull’Amazzonia e relativi equivoci, non so che cosa si voglia ottenere,probabilmente il matrimonio dei sacerdoti. Pertanto sono preoccupato, ma non disperato, perchè la Chiesa non è di Bergoglio o dei vescovi, ma solo di Cristo e Lui la governa con sapienza. Le forze del male non vinceranno”.
Messori, La Fede Quotidiana, 17 settembre 2019


12 commenti:

  1. La Chiesa è il Corpo Mistico di Cristo e, come il Cristo, prima della Gloria deve essere crocifissa dagli scandali che a ripetizione vengono allo scoperto come bubboni pestiferi che hanno allignato grazie al Vaticano II. Lo scisma è già compiuto nella sostanza e la forma non potrà reggere ancora a lungo: scisma tra la Chiesa cattolica di mons. Lefebvre e la chiesa massonico umanitaria vaticano secondista. NON SI SCAPPA!!! INUTILE CIANCIARE!!! Altro che"difesa dell'ambiente" e "cambiamenti climatici"!!!

    RispondiElimina
  2. Io rispetto e amo il S. Padre ma sono uno di quei cattolici molto preoccupati e sono sempre in disaccordo con Lui. La colpa non so di chi sia, il giudizio sulla coscienza del papa è nella verità solo davanti a Dio, come quella di ogni povero uomo del Suo Gregge. Sono tempi funesti e stanno fruttificando i fiori malvagi fioriti dopo il Concilio e germogliati dai semi diabolici piantati nella Chiesa sin dalla seconda metà del diciannovesimo secolo. L'unico che se ne sia compiutamente accorto è stato S. Pio X ed in parte Pio XII... poi il Signore, chissà perché, ha chiuso gli occhi anche ai Santi. Rosario in mano ed avanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La colpa non so di chi sia" ...

      Elimina
    2. Non si tratta di giudicare la coscienza del papa che, come tutti, se la vedrà con il Padre Eterno; qui si tratta di comparare quello che il papa dice con la Dottrina bimillenaria della Santa Chiesa Cattolica, e purtroppo constatare che il papa la sta sovvertendo totalmente per creare un'altra chiesa. Come da piano massonico. Quindi, parlare di "rispetto" è del tutto fuori luogo. Come si può rispettare la sovversione?

      Elimina
    3. "Io rispetto e amo il S. Padre"

      Non credo vi sia reciprocità, visto come la pensi.

      Elimina
  3. non metuens verbum21 settembre 2019 07:47

    Papa Bergoglio ha dato come esempi di possibile scisma solamente cattolici cosiddetti "di destra", ma tace che lo scisma dalla Chiesa di Gesù è gia larghissimamente attuato da innumerevoli ex-cattolici cosiddetti "di sinistra", che lui preferisce a prescindere. Destra e sinistra intese come etichette assolutamente improprie ma di comodo.

    RispondiElimina
  4. "A Wojtyla quasi in lacrime perché non riusciva a ricucire lo scisma lefevriano...

    Rettifichiamo:
    A Wojtyla quasi in lacrime perché non riusciva a normalizzare nell'eresia conciliare la resistenza fedele al cattolicesimo autentico di mons. Lefebvre...

    RispondiElimina
  5. Sono anonimo 20.02... il mio pensiero su tutti gli argomenti da voi prospettati è il medesimo di Benedetto XVI. Senza scomodare il prefato, personalmente non penso che Lefebvre e chi lo ha seguito avessero tutti i torti ma neppure tutte le ragioni né che le origini umane di questi mali siano univocamente riscontrabili - almeno per ora - a differenza di quelle preterumane che sono alquanto palesi. Saluto tutti e mi recito una bella e santa Corona per le mie gravi necessità e per quelle della sempre Santa Sposa di Cristo. Siano lodati Gesù e Maria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "prefato", "preterumane"... Lefebvre senza tutti i torti e senza tutte le ragioni ... Confesso che è difficile, se non impossibile, seguirla ... il suo non sbilanciarsi vorrebbe passare per equilibrio?

      Elimina
  6. Come accade per le tante guerre che si combattono in tante parti del mondo, senza che nessuno le abbia dichiarate ufficialmente come avveniva una volta , così avviene anche che le varie sette non dichiarino apertamente lo scisma come ad es. fecero i protestanti. Ormai la divisione che sta frammentando la Chiesa, prodotta da Movimenti, Comunità, Ordini, Scuole e squolette teologiche etc. ognuna delle quali pretende di essere la verità, è uno stato di fatto anche se non formulata con dottrine autonome e scismatiche con fuoriuscita dichiarata dalla Chiesa stessa. I sovversivi nemici di Cristo che Bergoglio benedice giustificandoli con il suo atteggiamento equivoco, preferiscono infiltrarsi subdolamente nel tessuto ecclesiale per devastarlo facilitati dalla perdita della fede, la miscredenza e la sensazione, inculcata nei fedeli dal CVII, vero responsabile della divisione, che la Chiesa millenaria aveva sbagliato. Quattro lunghe sedute di vaniloquio conciliare hanno messo in dubbio le fondamenta del cattolicesimo e la Chiesa, non più difesa, arranca nel dubbio e non crede più nel mandato di evangelizzare il mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Vaniloquio conciliare": appropriatissimo!!!

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.