giovedì 5 settembre 2019

L’imborghesita Shevchenko fondatrice e attivista delle Femen «consulente» tra le «personalità di alto livello» del Presidente Emmanuel Macron




Ricordiamo tutti il triste "fenomeno" delle Femen che durante il regno di Hollande agirono pressocchè indisturbate in diversi stati europei dissacrando i simboli religiosi cristiani, attacando gli uomini di chiesa e profanando le chiese cattoliche durante i sacri riti. 
Una di queste venne affrontata coraggiosamente da una fedele in Piazza San Pietro durante la contestazione blasfema nel mezzo dell'Angelus di Benedetto XVI. (Cfr. La Repubblica QUI).
Una delle fondatrici di quel gruppo Inna Shevchenko aveva ricevuto l'asilo politico in Francia e nel 2013 fu scelta a modello per rappresentare in un francobollo ufficiale "Marianne" uno dei simboli allegorici della Rivoluzione Francese. (Leggi sotto)
Ora ad "ulteriore conferma sul fatto che l’importante tema dell’uguaglianza tra uomini e donne è troppo spesso condito da un’insopportabile dose di ideologia e femminismo politicamente corretto... tra le «personalità di alto livello» c’era anche l’attivista promotrice
di un «femminismo misandro e cristianofobo» la Shevchenko è stata infatti nominata dal Presidente francese Macron "consulente"  del comitato di «esperti e personalità di alto livello provenienti dalla società civile internazionale» in seno al Comitato consultivo per l’uguaglianza tra donne e uomini creato dal Canada in occasione del precedente G7." (Cfr.Tempi QUI)
Per quanto riguarda la persecuzione anticattolica si sta  realizzando pienamente ciò che affermava G. K. Chesterton: “ Uomini che cominciano a combattere la Chiesa per amore della libertà e dell’umanità, finiscono per combattere anche la libertà e l’umanità pur di combattere la Chiesa 
AC


Presidente francese Macron nomina attivista Femen come "consulente" 

L'attivista porno ucraina Inna Shevchenko è stata invitata dal presidente francese, il socialista Emmanuel Macron, a partecipare come "consulente" al summit del G7 a Biarritz (24-26 agosto).

Nella primavera 2013, un giorno dopo le dimissioni di Benedetto XVI, una Shevchenko seminuda era entrata nella cattedrale parigina di Notre Dame mostrando lo slogan “Basta papi” sul petto.
Aveva pure danneggiato una grande campana d'oro, ma è stata assolta dal sistema penale francese discutibile. (leggi sotto. Foto 3)


Nel 2013, il presidente francese, il socialista Hollande, ha scelto il ritratto della Shevchenko come modello per la rappresentazione su francobollo di “Marianne”, l'allegoria di una Francia rivoluzionaria decadente.

Civitas-institut.com il 26 agosto ha posto la significativa domanda : “Se la Shevchenkoaavesse fatto qualcosa di simile in una sinagoga ( o in una moschea o in un tempio di qualsiasi altra confessione religiosa N.d.R.) avrebbe potuto sedersi al tavolo di Emmanuel Macron al G7?

Per sfuggire all'indagine penale, il regime francese le aveva garantito "asilo politico".

Nel 2012, era comparsa mezza nuda nel centro di Kiev e aveva distrutto una grande croce in legno nel centro di Kiev con una motosega. (foto 2)


La Shevchenko ha rappresentato un cosiddetto "Consiglio per l'Eguaglianza Gender".







Fonte : Gloria TV QUI

Leggere anche  Le Monde QUI

Foto:
1) Mons. André-Joseph Léonard allora Arcivescovo di Malines-Bruxelles e Primate del Belgio   aggredito dalle Femen durante una Conferenza ( 24 aprile 2013)  (foto internet)

2) "Due attiviste del gruppo femminista 'Femen' hanno tagliato un monumento religioso nel centro di Kiev: una croce in memoria dei milioni di vittime dello stalinismo" QUI

3) Parigi, Cattedrale di   Notre-Dame: la profazione del 12 febbraio 2013: le Femen " hanno fatto irruzione nella cattedrale parigina di Notre-Dame, spogliandosi a seno nudo, urlando lo slogan «non vogliamo più il Papa!» e danneggiando una famosa campana ricoperta d’oro (Marcel)" Cfr. Tempi QUI e QUI

4) 25 dicembre 2013: "La Messa di Natale nel Duomo di Colonia è stata interrotta dalla clamorosa protesta di un'attivista tedesca di Femen, che è saltata in topless sull'altare. Il cardinale Joachim Meisner stava per iniziare la predica natalizia ( nel giorno del suo 80mo compleanno N.d.R.) quando la ventenne Josephine Witt, liberatasi di un lungo cappotto di pelle, è saltata dalla prima fila di banchi sull'altare maggiore esibendo sul seno nudo la scritta "I am God", io sono Dio..." ( Cfr. La Repubblica QUI )