sabato 31 agosto 2019

Convegno internazionale sul Sinodo sull'Amazzonia a Roma sabato 5 ottobre


Dagli amici della TFP Italia un importante appuntamento a Roma per sabato 5 ottobre.
MiL cercherà di dare gli interventi del convegno e invita i lettori a partecipare.
Luigi

LA VERITÀ SULL’AMAZZONIA

CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL SINODO PANAMAZZONICO 

Nuova Zelanda: Il vescovo abbatte la Cattedrale

L'odio della new wave ecclesiale per i simboli vessillari cattolici si vede in questa vicenda della probabile demolizione della cattedrale di Christchurch in Nuova Zelanda  su decisione del nuovo vescovo Paul Martin, nominato da Francesco nel  dicembre 2017.
Nella foto sopra vedete la meravigliosa cattedrale (QUI), mentre sotto la foto dopo i danni (NON irrecuperabili) del terremoto.
Ma l'odio dei novatori non ha limiti.
Luigi

13-8-19 La Nuova Bussola Quotidiana, Nico Spuntoni
La cattedrale del Santissimo Sacramento di Christchurch sarà demolita. L'annuncio della decisione presa dal vescovo della diocesi neozelandese, monsignor Paul Martin, ha provocato grande delusione in molti parrocchiani e in buona parte della popolazione cittadina, cattolica e non. L'edificio di Barbadoes Street fu inaugurato nel 1905 grazie agli sforzi della comunità cattolica locale e dell'allora premier, Richard Seddon, e fu eretto sullo stesso luogo dove già nell'Ottocento i missionari maristi erano giunti a portare il loro conforto spirituale in un territorio a grande maggioranza anglicana.

Francia:furti di campane in Provence-Alpes-Côte d’Azur. Mons.Dominique Rey:" la scristianizzazione della Francia e il destino della nostra eredità religiosa"


Il suono delle campane è un efficace sacramentale particolarmente odiato da Satana e i suoi emissari. 
In tutte le persecuzioni contro la Chiesa Cattolica le campane, consacrate dal Vescovo per la sola gloria di Dio, sono stati fra i primi simboli della fede ad essere distrutti. 
Rattrista il cuore pensare che  nella martoriata Francia tantissime chiese e le sacre suppellettili sono continuamente profanate e vandalizzate. ( QUI; QUI, QUI ect ect...) : un segno dei nostri tormentatissimi  giorni che qualcuno definisce pre-apocalittici.
Anche in  Italia avvengono analoghi furti sacrileghi  anche di  campane soprattutto delle antiche chiese rurali o montane.
I raggruppamenti dei fedeli (coetus fidelium) legati all'antica tradizione della liturgia della Chiesa costituiscono oggi come domani un sicuro aiuto al Clero: pronti a raccogliere per la "sfida" di cui parla nell'articolo Mons.Dominique Rey per proteggere e per valorizzare le tante chiese che sono attualmente poco officiate a causa della mancanza di Sacerdoti.

Mater benigna respice fletus precesque supplicum 
ut dimicantes tartari victrix tuere ab hostibus
AC

Furti di campane nel Var: il vescovo Rey chiama i cristiani a vigilare

All'inizio del mese agosto, due campane, inventariate come suppellettili storiche, sono state rubate dalla cappella del Varc . (*) 
Commentando il sacrilegio il vescovo Dominique Rey, vescovo di Fréjus-Toulon, ha detto ad

venerdì 30 agosto 2019

Francisco Franco, critiche dall’ex nunzio per la rimozione delle spoglie. La Santa Sede: parlava a titolo personale


Sulle vicende spagnole vedere anche QUI Giovanni Formicola alla Bussola Quotidiana.
Ormai a Roma, dalle parti di S. Marta,  si stanno alleando - e non solo in Spagna - con i peggiori nemici della Chiesa.
Il sottoscritto, tanti anni fa di ritorno dall'Escorial, visito il sacrario con i morti della guerra civile spagnola (tutti, di destra e di sinistra) e annesso monastero benedettino che vegliava con la preghiera le anime dei caduti: fu un'esperienza indimenticabile disporsi in orazione nella basilica all'ombra  dell'altissima  croce che vegliava su tutto.
Solo degli stolti possono pensare di cambiare qualcosa in questo luogo di pace e di preghiera
Luigi

IACOPO SCARAMUZZI 18 Luglio 2019, Vatican Insider

CITTA’ DEL VATICANO. La Santa Sede prende le distanze dall’ormai ex nunzio apostolico uscente in Spagna, monsignor Renzo Fratini, che, all’avvicinarsi della fine del suo mandato, aveva pubblicamente criticato il governo di Pedro Sanchez per avere preso la decisione di rimuovere le spoglie di Francisco Franco (1892-1975) dal memoriale dei caduti durante la guerra civile, il Valle de los Caídos (Valle dei caduti), un complesso monumentale a cinquanta chilometri dalla capitale.

Novus horror: Missa votiva balnearis pro Ecclesia exeunte

Agosto 2019. 

Missa votiva balnearis pro Ecclesia exeunte (cit.)


Nuovo superiore per l'Istituto Buon Pastore

Dagli amici dell'IBP in Italia.
QUI alcune notizie sul nuovo Superiore Generale.
Luigi

Comunicato ufficiale per l'Italia

Il capitolo generale dell'Istituto del Buon Pastore ha eletto ieri 28 Giugno il suo nuovo Superiore Generale nella persona del Reverendo don Luis Gabriel Barrero Zabaleta già Superiore della Casa Nostra Signora del Perpetuo Soccorso.

Mons.Aupetit "Maria è il futuro dell'uomo perché la sua Assunzione realizza la nostra vocazione"




Abbiamo descritto la grande manifestazione di fede dei parigini nella Solennità dell'Assunzione di Maria Santissima: "Miracle à Paris": la grande processione dell'Assunta e del "voto" di Luigi XIII da Notre-Dame a Saint-Sulpice" ... fuori dalla Cattedrale ferita di Notre-Dame... con la Statua della Vergine donata dal Re Carlo X , quest'anno ha preso una nuova strada estremamente importante per i cristiani: a Saint-Sulpice l'Arcivescovo di Parigi Mons. Michel Aupetit dopo la solenne Messa di chiusura del pellegrinaggio ha ri-consacrato la Francia alla Beata Vergine Maria alla presenza orante dei moltissimi fedeli presenti."  
( QUI )
Questa è la stupenda Omelia dell'Arcivescovo di Parigi. 
AC 

"La Donna è il futuro dell'uomo"   

Omelia 

di S.E.R. Mons. Michel Aupetit 
Arcivescovo Metropolita di Parigi 
 al solenne Pontificale 
della Solennità dell'Assunzione di Maria Vergine 
Parigi.  Chiesa di Saint-Sulpice
Giovedì 15 agosto 2019 



Ap 11, 19a et 12,1-6a.10ab ; Ps 44, 11-16 ; 1 Co 15,20-27a ; Lc 1, 39-56 

Conoscete la canzone di Jean Ferrat, che cita Aragon: "La donna è il futuro dell'uomo". 
( QUI N.d.R.
Ma chi è questa donna? 

giovedì 29 agosto 2019

Prima Messa di un novello sacerdote dell’ICRSS domenica 1° settembre a Randazzo (Catania)

Dagli amici siciliani dell'ICRSS.
Luigi

Giovani, organo e comunione in ginocchio: chiesa piena alle Messe, anche NO, a Riga (Lettonia). Dove abbiamo sbagliato in Italia?

Un nostro lettore ci manda queste informazioni di esperienza diretta della chiesa di S. Maria Maddalena a Riga (vicino al Castello, sede del presidente della Repubblica) alla S. Messa delle 10:00.
E alcune cose sono degne di nota:

Extra omnes, i retroscena inediti dei conclavi 2005 e 2013


Alcuni retroscena interessanti del vaticanista Francesco Antonio Grana.
Un piccolo aneddoto raccontato che addolora noi di MiL attaccati alle tradizioni papali: "[Francesco] Rifiuta di indossare le scarpe rosse, la camicia coi gemelli, il rocchetto ricamato, la mozzetta rossa di ermellino, il crucicordo dorato con appesa la croce d’oro e la stola rossa papale”.
Luigi

di F. Q. | 3 AGOSTO 2019

“Nell’ultima votazione del conclave del 2013 avviene un fatto singolare. Al momento dello scrutinio su una scheda si legge il nome ‘Bertoglio’. Al che i cardinali discutono su colui a cui attribuire quel voto: “A Bertello, Bertone o Bergoglio?”. “Il voto per il pupo e i suoi due padrini“, commenta un porporato che confida di aver sempre votato per Scola durante tutto il conclave.

I Martiri Gesuiti "che sacrificarono la vita per opporsi agli schiavisti e ai colonialisti"


Nel 1639 Papa Urbano VIII pubblicò  la Bolla “Commissum Nobis” che ribadiva  la ferma condanna del Magistero contro ogni tipo di schiavitù ( o delle "conversioni" estorte con violenza) degli Indios d'America. I Padri missionari della Compagnia di Gesù, i cosiddetti Gesuiti, non esitarono eroicamente a offrire la loro vita in difesa dei poveri indigeni schiavizzati dai grandi colonianisti. 
Ci piace sottolineare il santo ardore missionario che ha pervaso  tutte le  azioni dei Padri Gesuiti  che recarono l'annuncio del Vangelo e della Fede Cattolica alle   popolazioni del "nuovo mondo" aprendo loro le porte del "regno dei cieli" attraverso il Battesimo, i Santi Sacramenti e il Catechismo.
La riduzione in schiavitù degli Indios precedette l'altrettanto schifosa "tratta dei negri" praticata nel nome del "dio soldo" soprattutto in America del Nord dove imperava una società "senza Dio" ebbra di facili guadagni della manodopera a costo zero. 
Preghiamo il Signore perchè conceda la gloria degli altari ai "tanti martiri cristiani che sacrificarono la vita per opporsi agli schiavisti e ai colonialisti." 
AC  

Quando i Gesuiti vennero soppressi perché difendevano gli indigeni 

di Antonio Gaspari

Era il 21 luglio 1773 quando, con la lettera “Dominus ac Redemptor”, il pontefice Clemente XIV sancì la soppressione della Compagnia di Gesù. 

In quel tempo la Compagnia contava circa 23mila membri in 42 Province, ed era in grande espansione soprattutto nelle zone dove difendeva gli indigeni dalla brutalità dei colonialisti. 

Il perché di quella soppressione è ancora oggi oggetto di dibattito fra gli storici. (L'inaudita soppressione del benemerito Ordine dei Gesuiti fu forse imposta  dalle trame delle società segrete di allora: alcuni storici cattolici sono concordi nel sottolineare che quel gravissimo provvedimento pontificio fu l'inizio della grande catastrofe poi drammaticamente sfociata nella Rivoluzione detta francese N.d.R.)

mercoledì 28 agosto 2019

Contro il patriottismo degli italiani nasce il governo del "tutti insieme appassionatamente"


Tempo di perseveranza, di preghiera e di penitenza da offrire al Signore per la nostra amata Patria!
Fanno riflettere le oneste riflessioni sull'attuale situazione politica del prof. Massimo Cacciari QUI e del Giornalista Senatore Gianluigi Paragone QUI
Altamente illuminante il breve scritto che ieri il Professore Massimo Viglione, Storico e Intellettuale cattolico, ha pubblicato su un social nel quale ha riassunto l'epidemia influenzale pro governo di sinistra rivelatasi subito altamente contagiosa  perchè da Piazza San Pietro, cuore della cattolicità, il virus ha contagiato tutti i leader europei da Macron alla Merkel fino a colpire oltreoceano il Presidente Trump per questo motivo ammesso ipso facto nel club dei "buoni".
E' iniziata la più grande manovra propagandistica messa in atto dal secondo dopoguerra: la ripulitura da ogni forma di patriottismo (sprezzatamente rinominato dai novelli dittatori neo-rivoluzionari come "sovranismo") . 
"Chi si oppone a queste direttive - del mondo globalizzato N.d.R. - è messo fuori sia in campo sociale e anche religioso" (Cfr.SI SI NO NO Luglio 2019 n.13 pag.7)
Chi pagherà i costi di una così grande manovra che coinvolge le TV, i giornali, i "pensatori"

Condannato per pedofilia. Ma non è prete quindi in Italia non si dice



Pubblicato dagli amici di Campari e de Maistre.
Luigi

di Luigi de Colle, 17-8-19
Un ex funzionario Onu è stato condannato per pedofilia il 9 luglio, ma siccome non è un cardinale, vescovo o prete in Italia non ne ha parlato nessuno. Eppure non si tratta di un impiegato oscuro ma di Peter John Dalglish, che ha ricoperto vari incarichi presso le Nazioni Unite. Costui è, soprattutto, il fondatore di Street Kids International, una grossa organizzazione no profit che si occupa di aiutare bambini di strada in tutto il mondo. Dalglish ha scritto anche un libro dal titolo "The Courage of Children: My Life with the World's Poorest Kids", che sta per "Il Coraggio dei Bambini, la mia vita con i bambini più poveri del mondo".

martedì 27 agosto 2019

La rivoluzione divora i suoi figli e gli amici di Mordor si odiano tra di loro?

Cito il magnifico romanzo Il Signore degli Anelli di Tolkien per riportare una segnalazione di Stilum Curiae sulla battaglia da tempo in corso tra frequentatori di S. Marta, nello strategico settore della comunicazione: prima - ma soprattutto dopo -  la mancata conferma dell'ex direttore ad interim della Sala Stampa  Alessandro Gisotti (che molti amici ci dicono essere un corretto professionista e una brava persona, vicino - fino a non tanto tempo - fa alle posizioni conservatrici di Benedetto XVI).
Per una piccola puntura de Il Sismografo agli altri amici del S. Padre Francesco vedere MiL QUI.
Luigi

Stilum Curiae, 20-7-2019

Caro Tosatti, “QUE VIVA BADILLA!”.

Spiego subito perché utilizzo il titolo di un famoso film del 1931 (Que viva Mexico!) che avrebbe dovuto essere in chiave antiamericana, finanziato da attivisti filosovietici americani ai tempi di Stalin ma poi fu interrotto e rielaborato.

Mia impressione di Osservatore, con qualche buon insider dissidente in Vaticano (altrimenti non si può sapere nulla di ciò che avviene dietro le mura), è che, alle spalle del Papa, sia scoppiata e stia divampando una guerra tra ambienti “liberal” (alla americana, perciò radicali) ed ambienti che si riferiscono alla “teologia della liberazione” (alla americano-latina, perciò marxisti puri).

lunedì 26 agosto 2019

I cardinali aprono al governo M5S-PD ?



A Vatican Insider... non sanno più cosa scrivere... (QUI)

Come dice qualcuno, "i matti non sono solo in manicomio", evidentemente anche nel Sacro Collegio.

San Savino in Uscerno (AP): Santa Messa cantata

Domenica 1 settembre 2019 ore 11
SAN SAVINO IN USCERNO DI MONTEGALLO (AP), chiesa di San Savino


Santa Messa cantata VO celebrata da don Riccardo Patalano (Vice-Cancelliere di Curia, Parroco della parrocchia di San Savino in Uscerno di Montegallo).

Organizza il Coetus Fidelium "Beato Marco da Montegallo" di Ascoli Piceno (QUI).

Venerdì 30 agosto dalle ore 18:00 alle ore 20:00, presso il "Palazzo Morelli" in Corso Vittorio Emanuele 2 ad Ascoli Piceno, riunione di conoscenza e di prova per i canti liturgici gregoriani, aperta a tutti i membri del Coetus Fidelium. 

Quell'intervista a Francesco su La Stampa: gli uomini della Chiesa di oggi smarrita tra ideologie e luoghi comuni


Un duro ma acuto articolo de L'Occidentale sulla tragica situazione attuale, anche in relazione all'intervista del S. Padre alla Stampa (QUI MiL).
Luigi


di Eugenio Capozzi 12 AGOSTO 2019

L’intervista concessa alla “Stampa” il 9 agosto è il più esplicito e organico pronunciamento politico in tutto il pontificato di papa Francesco. Nella conversazione il papa riprende molti temi su cui già in precedenza molte volte si era soffermato. Ma mai fino ad ora egli aveva raccolto le sue tesi sui principali temi della politica europea e mondiale in una sintesi unitaria così completa: dallo stato dell’integrazione europea all’immigrazione, dalla dialettica globalismo/sovranismi alla salvaguardia dell’ambiente.

domenica 25 agosto 2019

Marradi (FI): ultimi sviluppi sul commissariamento del Monastero Domenicano femminile

Ricollegandoci al nostro recente post QUI, ecco di seguito gli ultimi aggiornamenti in merito al commissariamento del Monastero Domenicano di clausura di Marradi (FI), frutto della nuova riforma delle congregazioni claustrali...
AZ






Dal Monastero delle Domenicane di Marradi a tutti i Monasteri 

“ Non abbiate paura” Giovanni Paolo II 


Quando ho scritto la prima “lettera denuncia” su quanto stava accadendo nel Monastero di Clausura delle Domenicane di Marradi sapevo, come tutti sanno, che tirando un sasso nell’acqua qualche cerchio si sarebbe formato. Non pensavo che i cerchi si sarebbero allargati fino a raggiungere la Spagna, il Canada e città e paesi italiani dove persone che non conosco hanno provveduto a divulgare i miei articoli. Desidero quindi ringraziare tutti e soprattutto le claustrali che, nonostante il “timor” di esporsi, si sono messe in contatto con me. Uso la parola “Timor” perché l’effetto sonoro del termine latino mi sembra più lieve; chi lo desidera traduca da solo. Le Claustrali che mi hanno contattato, offrendo tutto il loro sostegno e preghiera per Suor Maria Domenica Giangregorio e per le altre sorelle, hanno usato (ritengo) nomi fittizi: temono per il loro futuro; temono per la condizione ormai radicata in molte di loro di non aver alcuna difesa, di non avere voce, di non avere protezione, diritti, tutela.

Ancora un altro scandalo gesuita in America Latina


Padre Ismael Moreno, gesuita

Una segnalazione dal Blog di di Sabino Paciolla.
Luigi


By Alessandra Carboni Riehn|Agosto 9 2019

Una stazione radio gesuita in Honduras sta promuovendo senza mezzi termini l’aborto. Ora la Conferenza Episcopale Canadese vuole tagliare i finanziamenti per la stazione radio oggetto dello scandalo. Il padre gesuita responsabile si mostra poco comprensivo. Ce ne parla la rivista Kath.net, filiale di Montreal. Chi volesse approfondire la notizia, può leggere anche qui.

La traduzione è di Alessandra Carboni Riehn.
Gli scandali nell’ordine dei gesuiti non diminuiscono. Ora i vescovi canadesi hanno avviato un’indagine perché un noto padre gesuita ha fatto fare pubblicità all’aborto nella sua stazione radio. Padre Ismael Moreno è direttore della Fundacion ERIC in Honduras ed è generosamente sostenuto finanziariamente dalla Conferenza Episcopale Canadese. Ma ora è probabile che i fondi vengano tagliati, perché la radio gesuita promuove l’aborto e permette di esprimersi a femministe favorevoli all’aborto. In una sua risposta, padre Moreno parla di una notizia non buona e si mostra poco comprensivo. Ha ammesso che sul sito web della radio c’erano alcuni articoli che erano contrari alla dottrina della Chiesa. A suo avviso, tuttavia, non sarebbe nell’interesse della Chiesa limitare le “idee”.

sabato 24 agosto 2019

Nuova sede per i Benedettini dell'Immacolata (foto)



MiL è stata rappresentata da alcuni componenti della Redazione. 
AC/Luigi 

Dopo dieci anni di assenza, tornano i monaci nello storico convento dei frati Cappuccini di Taggia. 
Sono tre i monaci benedetti che oggi sono stati accolti dalla comunità tabiese e dall’intera diocesi. 

Apocalisse e schizofrenia sociale

Una bella segnalazione dall'amica Daniela (vedere anche QUI), dove il buon senso trionfa.
Come recita il testo, "se questa non è la fine dei tempi, deve essere almeno la prova generale"
Luigi

SCHIZOFRENIA SOCIALE
Viviamo in un momento in cui la grande maggioranza delle persone vogliono che i preti si sposino, ma che le coppie sposate divorzino come nulla fosse. 
Vogliono che gli eterosessuali abbiano rapporti senza compromessi e senza il matrimonio, ma che le coppie gay si sposino in chiesa. 

venerdì 23 agosto 2019

Aldo Maria Valli: "Cronache dal futuro / Quella provocazione dell’Etero Pride"

Già ora in certe stanze vaticani quasi la si pensa quasi così. 
Padre Martin e il card. Marx insegnano.
La Redazione di MiL fa anche le condoglianze ad Aldo Maria Valli per la morte del suo caro papà ieri.
Luigi

Aldo Maria Valli, 8-8-19
È stata davvero una giornata di fuoco. L’Etero Pride ha raccolto centinaia di partecipanti. Guardati a vista dagli agenti della polizia sociale, hanno sfilato lungo la via principale della città. Da una parte persone vestite in completo blu, dall’altra persone in abito bianco. Le prime (e ci scusiamo con i lettori se usiamo queste espressioni) hanno preteso di definirsi “uomini”, le seconde “donne”.

La bandiera dell’orgoglio etero (di nuovo ci scusiamo, ma siamo costretti a descriverla: è bianca, con le figure stilizzate di un “uomo” e di una “donna” che si tengono per mano) è stata sventolata a lungo sia dagli “uomini” sia dalle “donne”. In testa al corteo uno striscione recava lo slogan “Via la polizia! No all’eterofobia!”.

"Perché il mondo è tanto arrabbiato contro di voi: la Madonna. C’è qualcosa che il mondo non tollera... non tollera la Madonna!"


Quanti voti possono portare effettivamente i gruppi dei cosiddetti  “bacchettoni” cattolici? 
E' ragionevolmente e politicamente fruttuoso cercare il consenso dell’elettorato dei “bacchettoni” cattolici? Secondo alcuni sarebbe una razza in via d’estinzione perchè  sopraffatta numericamente dalla nuova genia dei “senzadio” ingozzata dai poteri massmediatici ed economici di super vitamine e di allucinogeni.
Quanto ha giovato in termini utilitaristici puramente umani  al Presidente Gabriel Garcia Moreno  che ha

giovedì 22 agosto 2019

Silvana De Mari: "Andate alla Messa in latino!"

Due begli articoli della scrittrice e giornalista  Silvana De Mari su un argomento, la Messa di sempre,  che sta particolarmente a cuore ai nostri lettori.
Luigi

ANDATE ALLA MESSA IN LATINO.
11 DICEMBRE 2018

Perché è successo? Perché la prima generazione dall’inizio del mondo che non ha conosciuto né fame né guerra né epidemia e la più triste disperata? La depressione, i disturbi fobici sono aumentati del 1200 % negli ultimi 50 anni, i disturbi alimentari preferiamo non contarli.

Per ricordare bene chi è Mons. Paglia, presidente dell'Accademia per la Vita



Per ricordare ai nostri lettori smemorati il liquidatore dell'Istituto Giovanni Paolo II (vedere MiL QUI, Valli QUI), il lodatore di Pannella (QUI e il filmato sotto).
Riprendiamo dei post di Mil  sull'affresco blasfemo che lui ha commisionato e fatto realizzare nella controfacciata del duomo di Terni.
Invitiamo a vederlo e a riprendere i nostri vecchi post (QUI).
Luigi

PS. riprendiamo uno scritto dell'amico Giovanni che ci ha ricordato il video sopra e inviato questo testo: 
"Se lo chiedeva già Platone, 'quale il criterio per giudicare una civiltà, o un ciclo politico, in un tempo e in un luogo'. L'uomo di cui si dice che tutta la filosofia successiva è una nota a pie' di pagina della sua opera (ovviamente al netto - e non è poco, anzi - della fede vera) rispondeva che occorreva guardare a come fossero gli uomini vissuti nel suo ambito, se migliori o peggiori, dal punto di vista delle virtù classiche, di quelli di prima.
Chi vive e pensa dopo l'Incarnazione potrebbe perfezionare tale giudizio nel computo dei santi. Quanti santi da quel luogo, in quel tempo? Questo qualifica un ciclo di civiltà più di qualunque altro parametro, sia quelli volgari - ricchezza, tecnologia, PIL, etc. -, sia quelli altamente umani - sistemi politici, arte, letteratura, scienza, etc. -, la diffusione della santità. Per fare un esempio, la tanto ammirata Svezia, anche in altissimo loco (ahinoi!), per il suo  welfare, la sua "accoglienza", la parità tra i sessi e l'agenda sodomitica, quanti santi ha nel suo albo d'oro? E soprattutto quanti nei tempi moderni? E dalla risposta a questa domanda dovrebbe discendere il giudizio sulla "civiltà" scandinava.
Ma vi sono anche criteri più empirici e di misura più breve. Per dirne uno, un tempo e un luogo possono essere giudicati senza attendere il compimento d'un ciclo, in funzione di come vengano trattati - se impiccati o applauditi - soggetti che compiano simili opere e chi le commissiona e accetta con entusiasmo.
Anche se già sapete, una rinfrescatina può essere  utile, anche per capir meglio la caratura di certi uomini di Paglia (e di chi li valorizza)."

mercoledì 21 agosto 2019

Civitanova Alta, Giovedì 22 agosto 2019 Festa del Cuore Immacolato di Maria


Giovedì 22 agosto 2019 ore 20:30 
Civitanova Alta Chiesa della Madonna degli Angeli o dei Lumi 
( QUI
Santa Messa Cantata in rito romano antico
della Festa del Cuore Immacolato di Maria  

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria 
davanti la miracolosa effige della Madonna degli Angeli
La festa
Questa festa fu istituita nel 1945 a perenne ricordo della consacrazione della Chiesa e del genere umano al Cuore Immacolato di Maria fatta da Pio XII nel 1942, allorchè quasi tutte le nazioni erano provate da atrocissima guerra. 
La devozione al Cuore ammirabile della Madre di Dio è antichissima nella Chiesa. 

Povera Italia! "Inchiodare il Truce alla croce preparata da tempo con il livore e il fastidio di chi trema appena vede un Rosario o un crocifisso"


Nelle travagliatissime ore che la nostra Nazione sta vivendo eleviamo al Cuore Immacolato di Maria la nostra fervente supplica con le parole di San Giovanni Paolo II "Ti preghiamo, o Maria, per il Papa, per la Chiesa universale, per l’ Italia e per tutti i popoli della terra, per le istituzioni ecclesiali e civili e per i sofferenti e i peccatori, affinché tutti divengano discepoli di Dio."
"Instaurare omnia in Christo "
AC  

E al sentir di Maria, dal Pd schiumarono di rabbia 
di Andrea Zambrano  

Il dibattito in Senato attraversato da citazioni e rimandi cattolici: il predicozzo di Conte, lui devoto di Padre Pio - su slogan e simboli religiosi e il Vangelo dell'accoglienza di Renzi. Ma al sentire il Cuore Immacolato di Maria pronunciato da Salvini, dai banchi del Pd iniziano a schiumare di rabbia come satanassi. Va bene crederci, ma agire di conseguenza a quando?  

La foto simbolo è quella di Salvini che bacia il Rosario quasi di nascosto, come lo scolaretto a scuola che copia, ma sapendo che in quel momento tutti i fotografi appostati nella piccionaia di Palazzo Madama con i loro teleobiettivi non aspettavano altro. 
Accanto a lui c’è il di lì a poco ex premier Giuseppe Conte che lo ha appena rimbrottato: «Lascia che te lo dica Matteo, non si usano i simboli religiosi per fare politica». 
E’ forse il primo momento in cui l’avvocato dei Cinque Stelle strappa il convinto applauso del Pd. 
Che non aspettava altro. 

Imola: vescovo rock. Eccellenza, ma serve proprio? Anche se poi parla da cattolico...


A Imola arriva il vescovo-rock: grande festa per l’insediamento - lo scorso luglio -  di Sua Eccellenza mons.  Giovanni Mosciatti (Corriere della Sera QUI mentre si esibisce in una - scarsa - versione di una canzone Lucio Battisti).
Sopra un altro filmato.
Eccellenza tutto ciò serve per la missione di salvare le anime?
Dobbiamo però dire che a parte rock e abbigliamento le prime dichiarazioni pubbliche del nuovo vescovo sono buone (VEDERE QUI IL TESTO INTEGRALE): 
"L’incertezza dei ragazzi è figlia di una cultura che ha sistematicamente demolito le condizioni e i luoghi stessi dell’educazione: la famiglia, la scuola, la Chiesa.
È diventato normale pensare che tutto è uguale, che nulla in fondo ha valore se non i soldi, il potere e la posizione sociale".
Luigi

L'Arcivescovo di Fermo Mons.Pennacchio "sull'esibizione nell'area antistante il Duomo durante la quale sono stati lanciati messaggi cupi, aberranti, blasfemi e satanisti"


L'11 agosto scorso ci occupammo dell'inquietante, incredibile fatto di cronaca: lo spettacolo del “trapper” satanista Young Signorino nello spazio antistante la storica Basilica Metropolitana di Fermo "diventato famoso in tutta Italia perché schiaffeggia uno spettatore". QUI 
Nell'Omelia del solenne Pontificale dell'Assunta, titolare del Duomo e Patrona principale della Città e dell'Arcidiocesi di Fermo, l'Arcivescovo Metropolita S.E.R. Mons. Rocco Pennacchio  ha espresso l'"indignazione, per il fatto che ciò accadesse proprio nell’area antistante il Duomo, il luogo sacro più caro ai fermani".
Ringraziamo l'Arcivescovo  per aver pure esortato le Autorità e i  numerosissimi fedeli presenti di educare  i giovani avvalendosi di "un percorso artistico-spirituale" (leggi sotto).
Mons.Pennacchio è anche musicista: dopo i Concerti  in Duomo della prestigiosa rassegna internazionale organistica dedicata all'Assunta impartisce la Benedizione facendo recitare ai presenti l'Ave Maria seguita  dall'invocazione litanica : 
"Regina Assunta in Cielo prega per noi".
AC  


OMELIA DEL PONTIFICALE DELL'ASSUNTA  
Nell’Assunzione di Maria i frutti di vita della risurrezione di Gesù

Duomo di Fermo, 15 agosto 2019 

San Paolo, nella seconda lettura, ci ha ricordato: “Come infatti in Adamo tutti muoiono, così in Cristo tutti riceveranno la vita”. 
La Chiesa oggi contempla nell’Assunzione di Maria i frutti di vita della risurrezione di Gesù.
Dopo Cristo, lei è entrata in cielo, prima fra tutti i credenti, secondo quanto nel 1950 Pio XII proclamò come dogma: “la Vergine Maria completato il corso della sua vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo”. 
Tale mistero è splendidamente rappresentato dalla scultura di Gioacchino Varlè che cattura l’attenzione di chi entra nella nostra Cattedrale rimanendo conquistato dalla bellezza di Maria, nostra patrona. 
Suggerisco anche a voi, a tal proposito, di compiere un percorso artistico-spirituale,

martedì 20 agosto 2019

Il Cardinale Eugenio Pacelli (Pio XII) : "Notre Dame, l’anima stessa della Francia"




"Sono trascorsi più di cento anni dalla pubblicazione di un Articolo di Marcel Proust "La morte delle Cattedrali" edito nel 1904 ma è davvero di grande attualità ed illuminante circa il senso del sacro legato al monumento delle Cattedrali..."  (Leggi MiL QUI  )
La meravigliosa  Omelia   che il Cardinale Eugenio Pacelli, futuro Papa Pio XII, pronunciò nel corso del Pontificale celebrato nella Cattedrale di Notre-Dame di Parigi il 13 luglio 1937 fu in qualche modo la solenne riaffermazione di quel che lo scrittore cattolico Proust aveva chiosato 33 anni prima: "la liturgia cattolica è una cosa sola con l’architettura e la scultura delle nostre cattedrali, poiché le une e le altre hanno radice in un unico simbolismo.
Buona lettura! 
AC

"Pubblichiamo di seguito alcuni stralci dall’omelia dell’allora Card. Eugenio Pacelli, pronunciata nel 1937, nella cattedrale di Notre-Dame di Parigi

Voglio dire, fratelli miei, tutto ciò che evoca nel mio spirito, nella mia anima, come nell’anima e nello spirito di ogni cattolico, e direi anche in ogni anima retta e in ogni spirito coltivato, il solo nome di Notre-Dame de Paris! 
Perché qui è l’anima stessa della Francia, l’anima della figlia primogenita della Chiesa che

La Diocesi di Roma per la gestione delle Parrocchie vuole degli "squilibrati"


Quella sopra è uno dei testi a cui fanno riferimento Valli e (e Tosatti QUI): un farneticante - a mio parere - elogio dello squilibrio del Vicario di Roma card. Angelo De Donatis in una comunicazione ufficiale a sacerdoti della Diocesi di Roma.
Mala tempora currunt.
Luigi

Duc in altum, 7-8-19
La lettera che il cardinale Angelo De Donatis, vicario del papa per la diocesi di Roma, ha inviato a tutti i sacerdoti sottoposti alla sua autorità merita veramente di essere conosciuta. Fulgido esempio di Chiesa in uscita, la missiva contiene perle sulle quali meditare.

Le Messe di padre Spadaro e le Messe Tridentine....

Sopra, tra il serio e il faceto, dal profilo Twitter di padre Antonio Spadaro la "sua" Messa del 17 agosto.
Sempre sopra, la Messa contro turchi ed eretici del Messale Tridentino.

lunedì 19 agosto 2019

Giovanni da Palestrina, quando la musica è culto di Dio


Un ricordo di Giovanni Pierluigi da Palestrina dell'amico Maestro Porfiri
Luigi

30-07-2019, La Nuova Bussola Quotidiana, Aurelio Porfiri

Celebriamo il 425° anniversario della morte di uno dei più grandi musicisti del Rinascimento, Giovanni Pierluigi da Palestrina, che ha avuto notevole influenza sulla scuola romana di musica sacra e in genere sulla musica occidentale. Con il suo genio ha dato lustro alla religione cattolica, componendo opere che aiutano il popolo ad addentrarsi nel mistero di Dio.

La congregazione religiosa che accetta solo donne con sindrome down


Una bella notizia presa dalla TV cattolica EWTN e dalla pagina Istagram di National Catholic Register (QUI) e QUI una descrizione della comunità e un filmato, tratto da Romualdica.
Una congregazione religiosa composta solo da suore down, le Piccole Sorelle Discepole dell'Agnello (vedere anche QUI per le notizie sull'ordine religioso). Il loro convento si trova vicino all'Abbazia di Fontgombault (vedere il bel filmato su Romualdica QUI) e un monaco dell'Abbazia funge da cappellano.
Se non sbagliamo, la congregazione celebra (non sappiamo se "solo" o "anche") il rito tridentino.

Il "caso Sora": al Parroco la gogna prima della scomunica "latae sententiae" per conclamata eresia anti-migrazione clandestina

Come nostro atavico costume, ci schieriamo naturalmente, sempre e comunque dalla parte dei Sacerdoti che proclamando la retta dottrina osano contrastare la dittatura del pensiero unico innescata dal principe di questo mondo, padrone delle mode e delle ideologie radical-chic.
Così hanno fatto tutti i Santi della storia della Chiesa: armati solamente della Croce , del Vangelo di Gesù e del Santo Rosario.
Nei giorni scorsi è accaduto che il Parroco di Sora, perfettamente conscio della pericolosità estrema dell'argomento migrazione clandestina,  al termine della processione del santo Patrono ha osato fare una battutina intrisa solo di buon senso pastorale sottolineando che i bisognosi " «non sono sulle navi che si vanno a soccorrere. Non sono coloro che hanno telefonini oppure catenine al collo e dicono che vengono dalle persecuzioni. Quali persecuzioni? Guardiamoci intorno, guardiamo la nostra città, la nostra patria». 
Con quelle poche parole il  Sacerdote ha " voluto mettere l'accento anche sui poveri locali per sottolineare una maggiore attenzione a queste emergenze". ( leggi sotto)
Una cellula di fanatici e fondamentalisti  guardiani della rivoluzione post comunista si trovava, guarda caso, in servizio con il telefonino acceso prontissima a riprendere  alcuni passi  dell' omelia

domenica 18 agosto 2019

Istituto Giovanni Paolo II: la battaglia continua. Anche con Benedetto?


Nuove notizie oggi da Magister.
Come diceva qualcuno nei '70? "Boia chi molla"?
QUI MiL sull'argomento.
QUI un aneddoto di Benedetto XVI sulle abitudini del card. Bergoglio.
Luigi


Ormai è evidente. Il punto di non ritorno è stato segnato il 1 agosto dall’incontro tra Benedetto XVI e Livio Melina, reso pubblico quattro giorni dopo da Catholic News Agency e ACI Stampa con tanto di foto ufficiale e con queste parole pesate ad una ad una nella residenza del papa emerito:

“[Benedetto XVI] ha voluto ricevere il prof. Mons. Livio Melina in udienza privata. Dopo una lunga discussione degli eventi recenti al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, gli ha concesso la sua benedizione, esprimendo la sua personale solidarietà e assicurandolo della sua vicinanza nella preghiera”.

I soliti amici del S. Padre Francesco

A quando si porrà un qualche rimedio a questo andazzo?
Grazie a  Stilum Curiae per la sua traduzione di un articolo scritto da William Kilpatrick per “Crisis Magazine”.
Luigi

I bizzarri amiconi di Papa Francesco

di William Kilkpatrick

Ci si aspetterebbe che un papa radicale come Francesco quantomeno mantenga nel suo entourage, a titolo simbolico, qualche esponente di orientamento conservatore. Tutto il contrario: molti uomini di sua nomina si situano addirittura più a sinistra della collocazione suggerita dalla propria immagine pubblica. Lo studio degli uomini cui il Santo Padre affida incarichi di potere potrebbe essere utile per ricostruire molto della sua forma mentis.

Prendiamo, per esempio, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, posto a capo del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per le Scienze sul matrimonio e sulla famiglia. Il cambio di guardia è avvenuto due anni fa. Ora, com’era prevedibile, Paglia sta mettendo in atto nell’Accademia una purga in stile staliniano. Tutti i membri dell’Istituto che fanno propria la visione di Giovanni Paolo II sul matrimonio e sulla famiglia hanno ricevuto il loro bravo avviso di licenziamento [in inglese pink slips, letteralmente «foglietti rosa», n.d.T.], un colore che ben suggerisce la nuova direzione che Paglia ha in mente per l’Istituto.

"Miracle à Paris": la grande processione dell'Assunta e del "voto" di Luigi XIII da Notre-Dame a Saint-Sulpice





La forte devozione mariana dei cattolici francesi nel corso dei secoli ha ricevuto il "dolce sorriso di Maria": le tante le apparizioni della Madonna nel suolo francese riconosciute dalla Chiesa che installano nel cuore dei fedeli il desiderio di un continuo rinnovamento del cuore "ad Deum"! 
Ieri come oggi dove abbonda la grazia gli schiavi delle tenebre scatenano la persecuzione e le calunnie contro la "stirpe eletta" dei figli di Dio, coeredi di Cristo. 
Perseguitati fino al martirio a causa della fede fin dal 1789 i cattolici francesi nella Solennità dell'Assunzione di Maria Vergine grazie all'eroico, sofferto, eroismo dell'Arcivescovo di Parigi Mons. Michel Aupetit hanno rinnovato la Consacrazione detta "del voto di Luigi XIII" alla Madonna Santissima.
Incredibilmente partecipata la processione mariana dalla Cattedrale di Notre-Dame a Saint-Sulpice!

 Regina in coelum assumpta ora pro nobis.
AC


Come ogni anno il 15 agosto, solennità dell'Assunzione al cielo di Maria Vergine in anima e corpo, a Parigi sono risuonati inni e preghiere alla Santissima Vergine. 
Quest'anno purtroppo il pellegrinaggio mariano dell'Assunta è stato fatto fuori dalla Cattedrale ferita

sabato 17 agosto 2019

S. Rosario contro la prima "messa" di Satana in Canada stasera


Da Il Timone un invito alla preghiera per la prima Messa di Satana in Canada ad Ottawa, stasera alle 22.
Una preghiera di riparazione verrà fatta in contemporanea con il patrocinio dell'arcivescovo di Ottawa monsignor Terrence Thomas Prendergast.
Oremus con loro.
Luigi

17 agosto 2019  di Giuliano Guzzo
In Canada di fronte a una messa nera si alzano i rosari

Oggi, sabato 17 agosto, alle ore 22:00 avrà luogo la prima messa nera nella storia del Canada. Accadrà ad Ottawa, in 93 Murray Street, presso The Koven, un locale heavy metal dove il rito sarà celebrato con la «benedizione» di Nicholas Marc, coordinatore nazionale del Tempio di Satana che in questi giorni ha provveduto alla vendita di decine di biglietti a 20 dollari l’uno per quanti fossero interessati a presenziare all’evento. Un evento, ha assicurato Marc, che non vedrà l’uso – anzi l’abuso – di ostie consacrate, anche se avverrà con il ricorso a «usi e simboli nonché testi in latino» in pieno stile satanista, ossia con il sistematico rovesciamento e quindi l’irrisione di una santa messa, con tutto ciò spacciato come «espressione di libertà personale».

Polonia: il cattolicesimo che ancora resiste

Polonia  le foto allegate ritraggono, Jakub Baryła, un quindicenne di Plock, in Polonia. 
Un giovane eroe dei nostri tempi. 
Che però, temo, qualcuno teoricamente tra i buoni, riterrà un fanatico, o quanto meno esagerato nella sua intenzione resistente e reattiva, che non aiuta il dialogo, alza un muro e non costruisce un ponte. Ponte che temo sarebbe sempre a senso unico: dal cristianesimo (o almeno dalla normalità) all'accettazione della sodomia, mai viceversa, espressione di rigidezza e di eticismo senza bontà, che alza la bandiera di Cristo per le sue battaglie culturali. 

Tosatti: ricordi inediti sul card. Caffarra, tra Dubia e Sinodo

Alcuni ricordi interessanti pubblicati da Tosatti del compianto cardinale Carlo Caffarra (QUI su MiL i tanti post sul Nostro), tra Dubia e Sinodo sulla Famiglia.
Con alcuni inediti retroscena.
Luigi

9 Agosto 2019, Stilum Curiae

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Super Ex oggi ci offre ricordi inediti sul cardinale Carlo Caffarra, così legato all’Istituto Giovanni Paolo II che in questi giorni è sotto attacco da parte di chi vuole rovesciare l’insegnamento dei due papi precedenti. Sono ricordi preziosi, e di grande interesse. 



La vicenda dell’ Istituto Giovanni Paolo II stimola in me alcuni ricordi significativi, che riguardano il primo presidente dell’Istituto stesso, il cardinal Carlo Caffarra.

Forse non tutti sanno cosa fece il cardinale durante il Sinodo sulla famiglia.