lunedì 22 luglio 2019

La prima Messa Solenne di don Édouard Barbey. Quel che all'estero è "cosa buona e giusta" - e normale- in Italia diviene pericolosa quindi non fattibile

Rallegriamoci tutti nel Signore! 
Ieri VI Domenica dopo la Pentecoste don Edouard giovane sacerdote diocesano di Parigi ordinato il 29 giugno scorso da S.E.R. Mons. Michel Aupetit, ha
celebrato la sua prima Messa Solenne in rito antico con tutta la devota grandiosità , il fasto e la bellezza della forma solenne: un esempio edificante di qualcosa che  nelle diocesi soprattutto italiane sembrebbe una cosa da pericolosa fantascienza. (*)
La celebrazione della prima messa solenne del  Sacerdote novello ha avuto luogo della Parrocchia parigina di Saint Eugene ed è stata impreziosita da scelta musica gregoriana e polifonica eseguita dalla prestigiosa Schola Sainte Cécile diretta al Maestro Nicolas Vardon. 

Chiediamo al prete novello don Edouard Barbey la carità di una  preghiera anche per tutti i gruppi liturgici italiani e il dono della sua benedizione di prete novello.
AC

Il video Youtube della prima messa solenne di don Edouard  ieri VI domenica dopo la Pentecoste




Canti eseguiti alla prima messa solenne di don Edouard:  

Procession d’entrée : Dixit Dominus – alternances polyphoniques de Guillaume Bouzignac (c. 1587 † ap. 1643), maître de chapelle des cathédrales d’Angoulême, de Bourges, de Rodez et de Clermont- Ferrand  
Invocation au Saint-Esprit : Veni Creator Spirituspolyphonie de Henry du Mont (1610 † 1684), maître de la chapelle du roi Louis XIV, organiste de Saint-Paul et du duc d’Anjou, maître de la musique de la Reine  
Introït – Dominus fortitudo plebis suæ (ton ii.)  
Kyrie : de la Missa Ad Majorem Dei Gloriam (1699) d’André Campra (1660 † 1744), maître de chapelle de Notre-Dame de Paris et de Louis XV à Versailles  
Gloria IX 
Epître : Romains VI, 3-11 : Ne savez-vous pas que nous tous qui avons été baptisés en Jésus-Christ, nous avons été baptisés en sa mort ?  
Graduel – Convertere Domine aliquantulum (ton v.) 
Alleluia – In te, Domine, speravi (ton iii.) 
Evangile : Marc VIII, 1-9 : Alors il commanda au peuple de s’asseoir sur la terre ; il prit les sept pains, et rendant grâces, les rompit, les donna à ses disciples pour les distribuer ; et ils les distribuèrent au peuple.  
Credo III 
Offertoire – Illumina occulos meos (ton iv.) 
Pendant les encensements de l’offertoire : chant du Dirigatur du IVème ton – faux-bourdon parisien (édition de 1739) Sanctus IX  
A l’élévation : O salutaris d’après Alexis V. Kastorsky (1901) – adaptation Henri de Villiers 
Agnus Dei : de la Missa Ad Majorem Dei Gloriam d’André Campra 
Pendant la communion : Domine Deus virtutum – extrait du Quam dilecta tabernacula tua – grand motet sur le psaume LXXXIII de Michel Richard de Lalande (1657 † 1726), maître de la chapelle des rois Louis XIV et Louis XV
Communion Circuibo & immolabo (ton vi.)  
Prière pour la France, sur le ton royal – harmonisation traditionnelle de Notre-Dame de Paris 
Après le dernier Evangile : Sub tuum præsidium Parle, commande, règne – harmonisation : Nicolas Vardon 

***

Don Edouard ha anche cantato i Secondi vespri della VI domenica dopo la Pentecoste




(*) E' certamente ora di fare una seria riflessione, con  qualche reciproco mea culpa, sulla situazione di  diffidenza che aleggia in alcuni  gruppi liturgici italiani che seguono il Motu Proprio Summorum Pontificum , nei confronti dei  Vescovi e delle rispettive Curie. 
Le "perle nere"  che accompagnano il difficile cammino del Motu Proprio "Summorum Pontificum" in terra italiana sono diverse: tutte collegate ad un'anacronistica e antievangelica  arroganza clericale ( che certamente il Santo Padre condannerebbe senza se e senza ma).  
Ricordiamo ad esempio quella avvenuta prima del conferimento del Sacramento dell'Ordine sacro ad un giovane chierico "predisposto per la celebrazione in rito tridentino" a cui il proprio Vescovo fortemente "ideologizzato"  suggerì di non celebrare nella "forma straordinaria".
Di fronte al muro blindato dell' ideologia non riescono a penetrare ne' la certezza della legalità  ne' il  buon senso del "sentire cum Ecclesia" .




Foto delle Ordinazioni Sacerdotali del 29 giugno 2019  : Diocesi di Parigi QUI