martedì 9 luglio 2019

Gallup: il 60% degli americani è contro l'aborto. Nessuno ne parla?

Dal sito di Robi Ronza una bella notizia passata sotto silenzio da quasi tutta la stampa italiana.
Luigi

27-6-19
La società americana di sondaggi demoscopici Gallup ha pubblicato l’altro ieri gli esiti di una sua ricerca da cui risulta che attualmente il 60 per cento degli abitanti degli Stati Uniti ritiene che in tutti o in quasi tutti i casi l’aborto non dovrebbe più essere legale. Rispetto all’anno scorso coloro che la pensano così sono aumentati del 6 per cento.
Quale giornale o telegiornale italiano ha dato o darà la notizia? Molto probabilmente nessuno. Quelli schierati per l’aborto perché da tempo hanno scelto di censurare questo genere di informazione; e quelli da cui ci si aspetterebbe una posizione contraria, a partire dalla stampa ufficiosa cattolica, perché subalterni come sono alla
cultura laica-radicale predominante non se ne accorgono. Più o meno negli stessi giorni Trump si è schierato pubblicamente a difesa del diritto all’obiezione di coscienza dei medici e dei paramedici anti-abortisti, ma meno che mai di questo in Italia abbiamo saputo qualcosa. Per le nostre élite Trump è un orco che mangia i bambini. Come rassegnarsi allora a far sapere che è per la vita e per l’obiezione di coscienza del personale sanitario?

Tornando al sondaggio Gallup di cui si diceva, è interessante anche notare che si tratta di un dato in costante crescita dal 2009, e che quest’anno ha fatto registrare un’impennata rispetto all’anno scorso quando risultò che gli americani contrari all’aborto in tutti o nella maggior parte dei casi erano il 53 per cento. Come già abbiamo ricordato in altre occasioni, quello contro l’aborto legale è un grande movimento di popolo che negli Stati Uniti è in crescita da anni. Quale che sia il loro personale giudizio sulla questione i corrispondenti italiani da New York e da Washington avrebbero il dovere professionale di darne notizia. Su questo argomento, e non solo, la consegna è invece il silenzio. Che le cose stiano così la dice lunga sulla qualità e sulla libertà della stampa in Italia.

27 giugno 2019

3 commenti:

  1. Fa riflettere che non ne parli la Chiesa Cattolica, la quale si astiene anche dal parlare del caso di Bibbiano (forse perché, oltre ad essere in combutta col PD, il clero annovera pedofili tra le sue fila?).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il catto-comunismo... il catto-comunismo è la piaga!!

      Elimina
    2. esatto fa specie che non ne parli QUESTA chiesa....non La Chiesa

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.