domenica 7 aprile 2019

La foto più "amata" perchè esprime il "sentire cum Ecclesia"


Nell'attuale situzione ecclesiale è auspicabile una "marcia dei quarantamila"*:
cattolici, semplici, umili, "armati" con la sola Croce di Gesù che possono incarnare l'immagine vivente della Chiesa che trae “forza sempre nuova della Parola di Dio, dell’Eucaristia, della presenza di Cristo e della forza del suo Spirito ogni giorno. È giovane quando è capace di ritornare continuamente alla sua fonte”. 
Con il suo katéchon, la Chiesa si pone a baluardo e a difesa contro  le potenze anticristiche che vogliono distruggere l'uomo che Dio ha "fatto poco meno degli angeli". 
Da sei anni i potentati mondani vogliono far credere che la Chiesa Cattolica è una parte di un nuovo ordine mondiale: i mass media sono tutti mobilitati per mostrare SOLO il lato "progressista" e "rivoluzionario" del cattolicesimo.
Davvero i progressisti,  schiavi delle mode del mondo, sono così tanti e così forti come  vorrebbero farci credere?
I cattolici della strada che riescono con l'aiuto di Dio a stare in ginocchio, scandalo per il mondo, pregano il Signore affinchè la "marcia dei quarantamila"* possa aver concretezza al più presto prima che i poteri anticristici riescano ad annientare le residue sacche della santa resistenza cattolica.  
"La Chiesa non fu fondata né si mantenne in vita per scopi temporali, ma fu fondata per la salvezza delle anime; la sua funzione è rivolta a tale scopo. Ogni programma sociale di riforma che abbia per scopo la soluzione di mali temporali non è solo un aiuto secondario al compito generale del cattolicesimo, ma si ferma nel campo di ciò che è di questo mondo, mentre la fede tende a quelle cose che sono eterne. E' chiaro che una identificazione della fede con un programma particolare di miglioramenti sociali è contro la ragione e porta a cattive conseguenze." (H. Belloc in: La crisi della civiltà)

Il collage fotografico che ritrae il Cardinale Robert Sarah con la scritta "LUI E' UN GRANDE" sta avendo migliaia di "condivisioni" su un noto social.
Il Consacrato alter Christus che riassume il buon senso ecclesiale di due mila anni è GRANDE perchè esprime fedelmente la propria condizione di lavoratore nella Vigna del Signore  senza cedimenti verso le mode temporali.
Preghiamo per i Consacrati e particolarmente per coloro che il Signore ha vocato al Suo servizio.

Maria, Madre della Chiesa, prega per noi.

 +++

*Da Wikipedia: "La marcia dei quarantamila o dei quarantamila quadri FIAT fu una manifestazione tenutasi a Torino il 14 ottobre 1980. Migliaia di impiegati e quadri della FIAT sfilarono per le strade del capoluogo piemontese in segno di protesta contro i picchettaggi che impedivano loro, da 35 giorni, di entrare in fabbrica. La manifestazione ebbe come effetto diretto quello di spingere il sindacato a chiudere la vertenza con un accordo favorevole alla FIAT. Viene convenzionalmente indicata come l'inizio di un radicale cambio di relazioni tra grande azienda e sindacato nel Paese. In retrospettiva la marcia è vista come l'inizio della frattura dell'unità tra i salariati del ceto medio (i cosiddetti colletti bianchi) e quelli della catena di montaggio (o tute blu)." 

AC

7 commenti:

  1. perché non dice chi è il più influente tra i promotori del progetto ??

    RispondiElimina
  2. Spero che diventi Papa!!! La vedo dura, ma sono fiducioso. Che Dio ci aiuti

    RispondiElimina
  3. Sarah è un grande!!

    RispondiElimina
  4. Tra poco sarà Pasqua, e il Papa non si sogna neanche di accennare qualcosa, anzi, continua la propaganda global-immigrazionista. Cristo può aspettare: non è certo compito di un Papa parlarne...

    RispondiElimina
  5. Possiamo immaginare cosa ne pensano i tromboni cattocomunisti alla Melloni e i milionari alla Saviano, tanto per fare due nomi del cicisbeismo progressista.

    RispondiElimina
  6. su eminenza, lo faccia un piccolo sforzo di dirci chi è la causa, odierna, di tutto cio....

    RispondiElimina
  7. La Chiesa cattolica è spaccata in due tronconi, come , dichiaratamente, voleva Bergoglio!. I cardinali, vescovi e semplici sacerdoti rimasti fedeli abbiano il coraggio urgente di denunciarlo apertamente e agire in conseguenza. Hanno questo dovere di pastori, come tanti nel passato, di un gregge che non può essere abbandonato all'eresia e/o apostasia per opera di infiltrati sovversivi. Ormai la rinascita della Chiesa non potrà essere che traumatica come altre volte accaduto nella storia.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.