mercoledì 13 marzo 2019

(Mezzo) Novus Horror Missae - San Cassiano a Venezia. Però ottimo il concetto


Ci segnalano questa foto scattata all'interno della chiesa di San Cassiano a Venezia. 


Ok, certo: 
- pessima l'idea di posizionare "l'altare"-al-popolo fuori dal presbiterio (per poi mettervi un cordone attorno a limitarne l'accesso, alla stregua di moderne balaustre. Che tra l'altro ci sono ancora: perché quindi non utilizzare il presbiterio? mah);  
- pessima la tovaglia messa sull' "altare" (per antiche norme mai abrogate, dovrebbe essere più lunga ai lati e non corta come una tovaglia da cucina); 
- di cattivo gusto imbrattare l'altare con cartelloni vari e usarlo come sostegno... Si sarebbe potuto usare un altro sistema.
- fuori legge i fiori in tempo di Quaresima (n. 305 dell'OGMR di Paolo VI:  "Nel tempo di Quaresima è proibito ornare l'altare con fiori. Fanno eccezione tuttavia la domenica Laetare (IV di Quaresima), le solennità e le feste.")

Però ammettiamo che il concetto espresso (in riferimento al Vangelo delle tentazioni di Gesù Cristo nel deserto) è ottimo, dottrinalmente corretto e ben rappresentato: si ribadisce l'opposizione del Diavolo a Gesù, si sottintende lo scontro tra Bene e Male, ma si acclama esultando (con uno "striscione" da stadio, come si fa in onore delle squadre vincenti) la Vittoria di Gesù sul Diavolo (chiamandolo, senza mezzi termini, con il suo nome, ribadendo la sua esistenza come persona reale). 

Quindi potremmo dire che, nonostante tutto, la chiesa di San Cassiano è promossa... grazie ai play-off. 

Roberto


12 commenti:

  1. mi sa che vi siete tutti bevuti il cervello....

    RispondiElimina
  2. Primula rossa13 marzo 2019 16:08

    Squallore dello squallore dello squallore.

    RispondiElimina
  3. il novus ordo ha cambiato la chiesa

    RispondiElimina
  4. Non sarei tanto entusiasta di questa mascherata. Inoltre bisognerebbe sapere cosa, da quelle parti, intendano per diavolo e, come si diceva una volta, quali sono "le sue pompe e le sue opere". Se guardiamo la Chiesa attuale, sembra che per diavolo si intendano tutti coloro che difendono l'ortodossia e la morale millenaria predicata da Cristo. Ma se per diavolo si intendesse quello vero della I di quaresima allora approviamo il coraggio del locale sacerdote anche se è ben più efficace proclamarlo nell'omelia, ispirandosi alle meditazioni magistrali di papa Benedetto sull'argomento.

    RispondiElimina
  5. Proprio promossa....mettiamo anche una bandiera rainbow cosi stiamo in tema...

    RispondiElimina
  6. Penso che nella situazione che stiamo vivendo, disquisire sulla lunghezza della tovaglia che copre l'altare sia una cosa futile. Mi concentrerei invece sill'altare in se, luogo sul quale si rinnova il Sacrificio. tropportunità spesso vediamo altari ingombri di ogni cosa, da libri vari a fogli di appunti a segni vari, a microfoni ecc. chissà come facevano i vecchi sacerdoti a farsi sentire dai fedeli

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo leggo perfettamente il Suo commento: sta all'inizio! Sempre dare la colpa alla Redazione di MiL mi pare un po' eccessivo...

      Elimina
  8. Che indecenza...lo schifo dello schifo...

    RispondiElimina
  9. ritengo che i cosiddetti tavolacci andrebbero bruciati o fracassati a colpi di ascia

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.