Post in evidenza

martedì 31 dicembre 2019

Te Deum laudamus: buon S. Silvestro e Capodanno!

Recitiamo, come auspica la Chiesa, il Te Deum e buon Capodanno a tutti i nostri lettori (al fedele che il  31 Dicembre recita piamente il predetto atto di consacrazione, si concede l'indulgenza parziale. L'indulgenza sarà plenaria se il medesimo atto sarà recitato o cantato pubblicamente)!
Luigi

Te Deum laudámus: * te Dóminum confitémur.
Te ætérnum Patrem, * omnis terra venerátur.
Tibi omnes ángeli, *
tibi cæli et univérsæ potestátes:
tibi chérubim et séraphim *
incessábili voce proclamant:

Sanctus, * Sanctus, * Sanctus *
Dóminus Deus Sábaoth.

Il principe Carlo d'Inghilterra e il premier inglese Johnson realizzano dei messaggi di Natale per i cristiani perseguitati

Una bella sorpresa da parte di Carlo d'Inghiltera.
Da vedere il bello e brevissimo filmato QUI.
QUI gli amici di Campari e de Maistre
Dio ne renderà merito.
QUI e sotto un analogo breve filmato sul medesimo argomento del premier inglese Boris Johnson e QUI di Matteo Salvini.


Dei cristiani ammazzati ne devono parlare solo gli anglicani?

Luigi



La Madonna è Corredentrice (e non "meticcia"). Omelia di don Alfredo Maria Morselli

Sull'argomento delle parole polemiche del S. Padre contro la Madonna Corredentrice (vedere QUIQUIQUI e QUI) le chiare considerazioni registrate di don Alfredo Morselli in una splendida omelia (circa 20 minuti) nella Terza Domenica Gaudete di Avvento.
Luigi

AGGIORNAMENTO: QUIQUI,  QUI  e QUI altri quattro contributi sul tema, tra cui l'autorevole opinione di S. Bonaventura.

Il sacrilegio di Briatico "Ormai chiunque si sente libero di aggredire i cristiani nell'assenza totale di una gerarchia incline a comportamenti equivoci e blasfemi.”

Non sappiamo chi siano  gli autori della terribile profanazione della statua della "Madonnina del Mare" a Briatico di cui informa l'articolo postato. 
NON pubblichiamo le foto della statua della Madonnina dopo l'inaudito sacrilegio; valgono invece nella loro dimensione drammaticamente concreta  le parole che un nostro Lettore (link sotto)  ha scritto a commento  di una recente inaudita aggressione accaduta giorni fa a Tolosa contro alcune famiglie cattoliche: "Ormai chiunque si sente libero di aggredire i cristiani nell'assenza totale di una gerarchia incline al compromesso suicida e a comportamenti equivoci e blasfemi. Quando (...) ci si commuove di fronte a idoletti precolombiani e se ne esce con deliranti ( nel senso clinico del termine !) definizioni di Maria e la gerarchia teme di offendere l'Islam con il presepe, i nemici di Cristo si sentono più che legittimati ad ostacolarlo e profanarlo, come memoria di un evento che è fede ma anche civiltà. Una Chiesa con fede sempre più debole, incapace di compiere un esame di coscienza, pratica del tutto sparita dalla spiritualità cattolica". (Cit. QUI )  
Anche Mons. Favella ha commentato su un social l'atto sacrilego: "Stamane in Sardegna, oggi pomeriggio in Calabria.La provincia italiana, che fu cattolica e devota, sembra diventata peggio della banlieue parigina. Dio abbia pietà di noi!"
Abbiamo  bisogno di nuovi crociati schierati a difesa di quanto abbiamo di più prezioso: le chiese, gli oggetti di culto e le sante Immagini di Gesù, di Maria e dei Santi! 
AC

Orrore a Briatico, decapitata la statua della Madonna col Bambinello 

Danneggiata la statua della Madonnina del Mare situata in una grotta alla fine di una scalinata che porta alla spiaggia. 

lunedì 30 dicembre 2019

Stefano Fontana: “Astro del ciel” e la Dottrina sociale della Chiesa"


In tempo di Natale alcuni interessanti riflessioni di Stefano Fontana sul canto "Astro del Ciel".
Luigi

27 dicembre 2019
Durante le celebrazioni liturgiche del Natale con ogni probabilità tutti noi abbiamo ascoltato uno dei più bei canti natalizi che io conosca: “Astro del ciel”. Vi chiederete cosa c’entri con la Dottrina sociale della Chiesa cui è dedicato questo sito dell’Osservatorio. Ascoltandolo, la mia attenzione si è soffermata soprattutto su questo motivo: “luce dona alle menti, pace diffondi nei cuor”. Qualche versione del testo parla di luce alle “genti”, mentre è fondamentale che la luce del Bambino sia destinata alle “menti”. Questi due concetti, la luce alle menti e la pace nei cuor, mi sono sembrati molto profondi.
La Rivelazione e la Fede parlano alle menti, alla nostra intelligenza. La fede è un atto dell’intelletto guidato dalla volontà a sua volta animata dalla grazia. La fede è anche un atto che ha a che fare con l’intelligenza, è quindi conoscenza. La fede dà luce, rischiara la nostra capacità razionale, la rianima quando è

Il parroco di san Giovanni Battista a Monteu da Po "Così non riesco più ad andare avanti. La struttura della chiesa parrocchiale è a rischio!"

Un articolo che fa riflettere sulla condizione degli edifici di culto soprattutto nei piccoli paesi. Come avviene anche nei centri che sono stati colpiti dalla sciagura del terremoto le chiese  assumono anche un significato sociale per il ripristino della "normalità" della vita paesana. Certamente la burocrazia, che si è infiltrata nelle curie diocesane, e i meccanismi economici legati alla "produttività" di una parrocchia non agevolano le comunità  più piccole e geograficamente disagiate.
Non siamo degli esperti in economia però numerosi Sacerdoti ci dicono che la decisione di aver fatto confluire tutti i fondi e tutti i possedimenti immobiliari nel calderone dell'Istituto Centrale per il sostentamento del Clero ha aumentato  il divario fra le parrocchie "ricche" e le parrocchie "povere" le quali di sovente per secoli potevano contare sulla rendita derivante dai terreni o dalla case che erano stati lasciati in eredità proprio per il sostentamento del parroco e la manutensione

Il Comune di Recanati contro il Concerto “dedicato alla vita e al valore della vita umana”. Patrocinio gratuito negato

Recanati. Sotto l'albero Natale di piazza Leopardi, romanticamente addobbata, c'è stata una brutta sorpresa per la locale Associazione culturale “Controvento Aps” che ha per “scopo principale quello di promuovere attività sociali, culturali, artistiche e ricreative, contribuendo in tal modo alla crescita dei propri soci e a una completa formazione umana e sociale consapevole.
Il consiglio dell'Associazione Controvento Aps aveva commissionato ad alcuni Artisti Lirici un concerto/studio

Nigeria: i nuovi Martiri uccisi nel giorno di Natale "in odium fidei"

Nel santissimo giorno del Natale del Signore avevamo espresso la nostra orante vicinanza ai fratelli cristiani della Nigeria durissimamente perseguitati dai feroci islamisti ( QUI
Oggi onoriamo i nuovi Martiri di Cristo uccisi "in odium fidei" poprio nel giorno di Natale! 
Tutta la Chiesa piange la morte dei suoi figli e ne venera il glorioso martirio!  

 Regina Martyrum ora pro nobis!  
AC

Nuovo attacco contro i cristiani in Nigeria 
di Mauro Indelicato

Un gruppo affiliato all'Isis ha rivendicato l'uccisione di 11 cristiani nel giorno di Natale  
La comunità cristiana in Nigeria è sempre più in difficoltà. 
Specialmente nel nord del paese, gli attacchi sono più frequenti e la vita è diventata molto complicata. 

domenica 29 dicembre 2019

Nominato primate del Cile a quasi 75 anni il Vescovo che negava la S. Comunione in ginocchio

Il nuovo primate  e Arcivescovo di Santiago del Cile è lo stesso che in questo video nega la S. Comunione in ginocchio a dei fedeli, in aperto spregio a ogni norma liturgica e canonica?
Temiamo di si: sulla grottesca vicenda Mil se ne è occupata QUI (il vescovo è stato poi costretto a fare marcia indietro QUI). Vedere anche Tosatti e Paciolla sulla vicenda QUI e QUI.

Ora Monsignor Celestino Aós Braco è stato nominato dal S. Padre Francesco Vescovo delle sede primaziale  di Santiago del Cile (QUI e QUI)
Saranno felici i poveri fedeli cileni ignorati e bistrattati dal presule.
E speriamo che terminino le molestie omosessuali in quella Diocesi, dove il Papa ha per molto tempo difeso i responsabili.
Sullo spoil system di vescovi modernisti in Cile vedere MiL QUI.

Un'ultima curiosità, per confermare che la nuova Chiesa in uscita di Francesco deve

Antonio Socci: LA BUONA CUCINA CHE VIENE DALLA BUONA NOVELLA

Nell'ottava di Natale e durante i pranzi del tempo natalizio non poteva mancare un articolo sul rapporto tra buona cucina e cattolicesimo.
Antonio Socci ce la spiega bene.
Consigliamo i  nostri lettori cinefili ad andare a vedere il film "Il pranzo di Babette", per capire ancora meglio questo rapporto.
Luigi

23-12-19
Fra i vari “comandi” lasciati da Gesù ai suoi fedeli, secondo un dotto frate domenicano di Bologna, “quello più trascurato è: ‘Guardate’. La bontà dei sensi, che ci aprono al mondo creato da Dio, non è sempre stata compresa: il primo martire domenicano, fra Pietro, morì proprio per difendere la fede nel Dio buono, Creatore e Signore del cielo e della terra. Ambrogio, dal canto suo, ha scritto pagine memorabili che ci testimoniano il fatto che la bellezza della creazione e il saperla gustare sono vie di comunione con Dio”.

Le domeniche di don Camillo 5: "La Processione"

Proponiamo ai nostri lettori,  per qualche domenica,  una serie di filmati sul meraviglioso Don Camillo di Guareschi.
Da vedere o da rivedere per chi non li ha ancora visti.
Luigi

sabato 28 dicembre 2019

Camillo Langone: l'invito di Francesco a non convertire ebrei e musulmani

Sull'ennesimo svarione del S. Padre un commento di Camillo Langone.
Sull'increscioso discorso leggere QUI, QUI.
Luigi

21 dicembre 2019 - Preghiera di Camillo Langone

Gesù Bambino che sei ancora riposto nella credenza, fra le tazzine e i bicchieri in attesa della notte santa, ieri in un liceo di Roma il tuo vicario ha esortato per l'ennesima volta alla non-conversione. “Non si può dire, ai ragazzi ebrei o musulmani, vieni e convertiti”. Stavolta, visto il periodo, mi sono dispiaciuto più del solito: non sei ancora nato e già ti vogliono nascondere!
Gesù Bambino, ho riletto la storia del presepe, di come San Francesco lo inventò per attirare la gente e predicare. Era un presepe pubblico, non privato.

Gianna Jessen e l'abominevole delitto dell'aborto


Nella festa dei Santi Innocenti un altro video della sopravvissuta all'aborto Gianna Jessen (QUI QUI).

QUI MiL su di lei.
16 minuti da vedere per pregare e  combattere.
Luigi

Esclusivismo e Reazione.

di Enrico Salvi

Indubbiamente, ci troviamo a vivere tempi molto difficili, caratterizzati dall’asperrima conflittualità fra Esclusivismo e Reazione; il primo messo in atto dal Pensiero Unico (d’ora in poi PU), la seconda di pertinenza dell’Altro Pensiero (d’ora in poi AP). 


In Italia, l’origine ultima, cioè in ordine cronologico, del conflitto fra PU e AP è costituita dall’8 settembre 1943, giorno fatale che, lo si voglia o no, ha sancito lo spaccamento definitivo della nostra cara Patria in due tronconi, i quali, assai evidentemente, non sono ricomponibili. La cosiddetta “Unità d’Italia” è rimasta sulla carta, mentre la realtà ci mostra, inconfutabilmente, un Paese quale campo di conflitto insanabile fra PU e AP. 

Quanto succintamente osservato riguarda soprattutto l’ambito politico nel quale, però, in un modo o nell’altro – ed è questo che più ci interessa – s’è, per così dire, infiltrato lo spirito religioso, in particolare quello cattolico che, fatalmente, ha finito per subire anch’esso – nella sola prospettiva umana – una spaccatura conflittuale, identificabile facilmente nell’avversità fra catto-comunisti, laici o ecclesiastici che siano, completamente amalgamati nel PU, e tradizionalisti, anch’essi laici o ecclesiastici, fautori dell’APC. 

Vi è da precisare, al riguardo, che il fenomeno della contaminazione del Cattolicesimo (fra

venerdì 27 dicembre 2019

Incontro a Bologna mercoledì 1° gennaio del il 30° anniversario della morte del Servo di Dio Padre Tomas Tyn O.P.


QUI alcuni post di MiL sul nostro Padre Tomas, che il sottoscritto ha avuto la fortuna di conoscere.
Preghiamo per la sua beatificazione.
E anche perchè interceda dal Cielo per la sua amata Chiesa.
Luigi

Bella Ciao in concerto a San Luigi dei Francesi a Roma durante l'Avvento


Le solite vergogne in chiesa.
Concerto di Natale a San Luigi dei Francesi a Roma il 15  dicembre scorso.
I fedeli sono stati "deliziati" da una cantata a cappella di Bella Ciao. 
Un bell'Avvento comunista
QUI il breve video.

Il tradizionalismo rinasce anche in Sud America: intervista a Montes della TFP


Una bella intervista all'amico Juan Miguel Montes della TFP italiana.
Leggete anche l'interessante accenno all'esplosione dei blog cattolici di orientamento tradizionalista, noi di MiL facciamo parte e siamo orgogliosi di tutto ciò
Luigi

Il Giornale, 24-12-19

Il tradizionalismo rinasce in Sud America, nonostante le correnti progressiste stiano acquisendo sempre più spazio. Ma l'atteggiamento della Chiesa cattolica delude tanti fedeli
Francesco Boezi - Mar, 24/12/2019 - 15:11

Il tradizionalismo cattolico è tornato in auge. L'Europa, certo, ma anche il continente sudamericano, sono i palcoscenici di un vero e proprio boom vocazionale.
Le realtà tradizionali non conoscono crisi. Juan Migel Montes, che è il direttore del Bureau che rappresenta le Tfp estere a Roma, ossia le associazioni "Tradizione, Famiglia e Proprietà", spiega i motivi della "esplosione", in questa intervista esclusiva rilasciata a IlGiornale.it. Ma è possibile anche annotare forti critiche al progressismo dottrinale.

giovedì 26 dicembre 2019

Compito in classe per Mons. Lorefice: " Come strumentalizzare il Santo Natale?" Svolgimento: "Il Bambino Gesù nero, sull'altare della cattedrale di Palermo"!

Palermo. Natale 2019. "Compito in classe" natalizio  per Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo Metropolita di Palermo e Primate della Sicilia, dopo l'approvazione della legge finanziaria del Governo giallo-rosso che, come ha notato il vaticanista Sandro Magister "nell’articolo 28 bis del chilometrico emendamento alla legge finanziaria approvata il 17 dicembre dal senato italiano, c’è un passaggio a prima lettura incomprensibile, ma che è interessante mettere in chiaro. Vi si legge che “è autorizzata la spesa di 1 milione di euro annui a decorrere dall’anno 2020” a carico del ministero dell’istruzione, “allo scopo di potenziare le infrastrutture europee delle scienze umane e sociali”. ...Mentre lo “spazio” dedicato alle scienze religiose che “nel Mezzogiorno” beneficerà del finanziamento non può essere che la “Biblioteca e Centro di Ricerca La Pira” di Palermo, che è la branca siciliana della “Biblioteca Dossetti” di Bologna, entrambe della FSCIRE. L’attuale arcivescovo di Palermo, Corrado Lorefice, che nel 2018 ha inaugurato la biblioteca, è anche lui allievo di questa

Ulteriori aggiornamenti sul Sinodo sull'Amazzonia


Ulteriori preziosi aggiornamenti della TFP riguardanti il Sinodo sull'Amazzonia.
Luigi

Il cardinale Burke ha condannato “l’idolatria” alla Pachamama in Vaticano e nella Basilica di San Pietro definendola una “manifestazione scioccante di come Satana sia entrato nella Chiesa” ed ha invitato i cattolici a rivolgersi all’unica “santa madre, la Madre di Dio, la Vergine di Guadalupe”.

Sancte Stephane ora pro nobis. Preghiera con indulgenza plenaria.

Auguri di buon onomastico a tutti gli Stefano in ricordo del Protomartire.
Luigi

55Ma egli, pieno di Spirito Santo, fissando il cielo, vide la gloria di Dio e Gesù che stava alla destra di Dio 56e disse: «Ecco, contemplo i cieli aperti e il Figlio dell'uomo che sta alla destra di Dio». 57Allora, gridando a gran voce, si turarono gli orecchi e si scagliarono tutti insieme contro di lui, 58lo trascinarono fuori della città e si misero a lapidarlo. E i testimoni deposero i loro mantelli ai piedi di un giovane, chiamato Saulo. 59E lapidavano Stefano, che pregava e diceva: «Signore Gesù, accogli il mio spirito». 60Poi piegò le ginocchia e gridò a gran voce: «Signore, non imputare loro questo peccato». Detto questo, morì.

Papa San Pio X, con Decreto del 3 gennaio 1914, ha concesso 300 giorni di Indulgenza a chi recita la suddetta antifona con la sua preghiera una volta al giorno; e l’Indulgenza plenaria il 26 Dicembre e il 3 Agosto

✝ Nel nome del Padre e del figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Onnipotente e sempiterno Iddio,
che col sangue del Beato Stefano Levita accogliesti le primizie dei Martiri, concedi, te ne preghiamo, che sia nostro intercessore
Colui che supplicò anche per i suoi persecutori
il Signor nostro Gesù Cristo, il quale con Te vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.
Nel nome del Padre e del figlio e dello Spirito Santo. Amen.

FESTA DI SANTO STEFANO, primo martire.
Uomo pieno di fede e di Spirito Santo, che, primo dei sette diaconi scelti dagli Apostoli come loro collaboratori nel ministero, fu anche il primo tra i discepoli del Signore a versare il suo sangue a Gerusalemme, dove, lapidato mentre pregava per i suoi persecutori, rese la sua testimonianza di fede in Cristo Gesù, affermando di vederlo seduto nella gloria alla destra del Padre.

ORAZIONE
Donaci, Signore, di esprimere nella vita il mistero che celebriamo nel giorno natalizio di santo Stefano primo martire e insegnaci ad amare anche i nostri nemici sull'esempio di lui che morendo pregò per i suoi persecutori. Per il nostro Signore Gesù Cristo. Amen

mercoledì 25 dicembre 2019

Il Santo Natale dei nostri fratelli cristiani della Nigeria atrocemente perseguitati

In questo santissimo giorno del Natale del Signore siamo vicini con la  preghiera ai  nostri fratelli della Nigeria duramente perseguitati per la loro fedeltà a Cristo e alla Chiesa Cattolica!
AC  








Il dramma dei cristiani d'Africa: 
"Jihadisti ci uccidono e le ong tacciono" 

di Mauro Indelicato

Joseph Fidelis ha criticato l'atteggiamento dell'occidente il quale sembra essersi girato dall'altra parte sulla persecuzione dei cristiani in Nigeria: "Qui ci attaccano, solo Dio può aiutarci".


Un’Europa politicamente corretta che non si occupa dei cristiani perseguitati e che, per timore di essere etichettata islamofoba, si gira dall’altra parte. 

Una descrizione del genere del vecchio continente non arriva questa volta da una critica interna alla

La preghiera di un minuto: un'idea che nasce a Fatima


Una proposta per i nostri lettori.
Per l'Italia il minuto di preghiera è alle ore 16.
Luigi

Marco Tosatti, 18 Novembre 2019

Carissimi Stilumcuriali, nei giorni scorsi un amico – non mi ricordo se su Facebook, o su quale altro social – mi ha mandato quello che state per leggere. In effetti non è importante quale sia la fonte; mi ha colpito, per la sua immediatezza, e praticabilità, e ho pensato che forse piacerebbe anche a voi. Buona lettura.

Un'ottima predica natalizia "politicamente scorretta" perchè coraggiosamente teologica.

Riceviamo il testo dell'omelia che don Michele, un giovane sacerdote, ha tenuto la notte scorsa durante la Messa della vigilia del S. Natale 2019.
Davvero coraggiosa e religiosa, e stupendamente "politicalmente scorretta". sarebbe stata da "92 minuti di applausi"!!!!!
Ah, ce ne fossero!
Speriamo che qualche altro sacerdote possa prendervi spunto per qualche Messa di questo periodo natalizio.
(sottolineato nostro).


La Redazione coglie l'occasione per augurare a tutti i suoi lettori un


BUON NATALE !


La Redazione MiL - Messainlatino.it

Notte di Natale (anno A) 

(Is 62,1-5; Sal 88; At 13,16-17.22-25; Mt 1,1-25) 

Sia lodato Gesù Cristo. 

Quando Dio, il Creatore di tutte le cose, scende sulla terra per farsi uomo, e quindi come una creatura, allora qualcosa di veramente grave dev’essere successo. Quel fatidico evento a Betlemme, 2000 anni orsono, la nascita di Gesù Cristo, ha davvero e definitivamente cambiato le nostre vite, e tutta la Storia umana. In quella Santa Notte, di cui memoriale celebriamo oggi, è cominciata la nostra salvezza. 



Il Re del cielo è sceso dalle stelle perché l’uomo ne aveva veramente bisogno. Perché a

martedì 24 dicembre 2019

“Ogni ginocchio si pieghi”. Un libro sull'Eucarestia, prefazione di don Bux.

Per le letture di MiL.
Prefazione di don Nicola Bux e Nota Pastorale di Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Mario Oliveri. vescovo emerito della diocesi di Albenga-Imperia.
Luigi

8 Ottobre 2019 
Marco Tosatti

Come seguito ideale del convegno del 5 ottobre sull’eucarestia, e della discussione sul tema che si è sviluppata nel nostro blog, pubblichiamo una nota su un libro di Sergio Russo, intitolato “Ogni ginocchio si pieghi!”.

«Come mai oggi un credente non si inginocchia più di fronte a Gesù Eucarestia, presente in Corpo, Sangue, Anima e Divinità? Perché non piega le ginocchia dinanzi al suo Signore e al suo Dio?»

Da questa domanda Sergio Russo prende l’avvio per un suo personalissimo viaggio spirituale mettendo in campo profezie e visioni di mistici cattolici, comparate ad autorevoli analisi di liturgisti contemporanei. Tutto ciò porta l’autore a formulare delle ipotesi che come tutte le ipotesi possono essere oggetto di discussione, ma che meritano di essere se non altro esaminate, e che individuano in quel “fumo di satana penetrato nel Tempio di Dio”, di montiniana memoria l’inizio drammatico di un vero e proprio offuscamento della Sacra Liturgia, e di conseguenza la causa remota dell’attuale

dal web: i cristiani: buoni ma non deboli


Un bel dipinto trovato in rete.
Il cristiano ama la pace, ma non il pacifismo.
E i soldati devono difendere la civiltà cristiana.

lunedì 23 dicembre 2019

il S. Natale tradizionale in Toscana.

Cari amici,


qui di seguito e, per eventuali aggiornamenti, a questo link: http://coordinamentotoscano.blogspot.com/2019/12/orari-delle-ss-messe-per-le-prossime.html
gli orari delle Ss. Messe nel rito romano tradizionale in Toscana per il periodo delle feste di Natale 2019

Il Segretario Morandi della CDF: nel documento sull’antropologia non si apre alle unioni gay e al divorzio

Cari Lettori, di seguito, Vi proponiamo l'intervista rilasciata a Vatican News (https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2019-12/intervista-documento-antropologia-pontificia-commissione.html), il 19 dicembre scorso, da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Giacomo Morandi, Arcivescovo titolare di Cerveteri, Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede, nella quale fornisce l'interpretazione autentica di alcuni passi del documento della Pontificia Commissione Biblica "Chi è l'uomo?" che tante polemiche hanno suscitato in questi giorni.
Il sottolineato è nostro.
Purtroppo rileviamo che, da tempo,  ci sia bisogno sempre di chiarimenti a molti documenti che escono dalla S. Sede.
Luigi

Morandi: nel documento sull’antropologia non si apre alle unioni gay
Il segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede commenta il recente studio della Pontificia Commissione Biblica "Chi è l'uomo?". Alcuni argomentano in modo ideologico su questo tema ma, dice, nella Bibbia "non vi sono esempi di 'unione' legalmente riconosciuta tra persone dello stesso sesso"
Vatican News

Novus Horror Missae (ancora) a Bergamo: dopo i «corpi spirituali», per prepararsi all’Avvento arrivano i «tronchi morti, tarlati, mangiati dagli insetti»

Davvero non c’è pace nelle chiese di Bergamo in questo Avvento: dopo la profanazione con i «corpi spirituali» installati nella parrocchia cittadina di Longuelo (in realtà evidenti statue di nudità femminile di cattivo gusto, di cui già abbiamo dato conto QUI), ecco che, nella vicina parrocchia di Villaggio degli Sposi, la chiesa viene allestita a mo’ di museo per una mostra di opere dello scultore bergamasco Cesare Benaglia: alberi e tronchi «che abbiamo scelto insieme, lavorati dall’artista», ci tiene a spiegare il parroco don Patrizio Moioli, già noto per aver affidato, nel mese di novembre, gli esercizi spirituali ad una pastora battista (QUI).
Apprendiamo la notizia dalle pagine dell’Eco di Bergamo, il più diffuso quotidiano locale di proprietà della Diocesi, che dedica alla profanazione della chiesa un lungo ed entusiastico articolo, in cui il Parroco racconta il cammino dell’Avvento che ha scelto per i suoi parrocchiani; ciò che subito colpisce il lettore è la totale assenza nell’intervista di qualsiasi riferimento all’elemento sacro, alla Natività, all’attesa di Nostro Signore.

«Si dà, nella Chiesa latina, il nome di Avvento al tempo destinato dalla Chiesa a preparare i fedeli alla celebrazione delle festa del Natale, anniversario della nascita di Gesù Cristo. Il mistero di questo

Parolin e altri minacciano le dimissioni? Il Discorso del S. Padre alla Curia Romana e un libro regalato

Pubblichiamo di seguito  il discorso alla Curia Romana del S. Padre Francesco (i passi in neretto sono nostri).
Alcuni spunti per la lettura.
  1. il duo Tornielli\Ruffini diventano i vice papa? 
  2. La S. Chiesa di Dio indietro di 200 anni? 
  3. L'amore per la retta dottrina diventa solo rigidità? 
  4. La riforma della carica di Decano dei cardinali che diventa a tempo, perchè?
Nostre fonti affermano che la situazione all'interno della Curia Romana sia molto pesante; pare che il Cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, sia stato ad un passo dal rassegnare le dimissioni (sembra assieme a qualche altro Prefetto di Congregazione). 
Come è noto, la Segreteria di Stato pare sempre più marginalizzata, anche su questioni di grande importanza (es: Venezuela), mentre il Dicastero per la Comunicazione e gli uffici ad esso sottoposti acquisiscono un' importanza sempre maggiore. 
Sempre secondo le nostre fonti, queste tensioni, ormai alle stelle, stanno producendo malumori molto grossi anche all'interno di altre Congregazioni. 
Ha fatto infine discutere uno dei due testi regalati, come è suo uso, da Francesco ai partecipanti: la scelta è ricaduta su un testo di don Luigi Maria Epicoco, della Diocesi dell'Aquila, personaggio parecchio chiacchierato e stranamente ordinato all'Aquila e non nella sua diocesi di Molfetta. Ci sono molte informazioni sul perchè di tutto ciò
QUI Magister per altri sgradevoli retroscena,
Luigi

domenica 22 dicembre 2019

Presepe e luoghi comuni: contro la vulgata progressista

Trovato sulla pagina FB di Costanza Miriano.

Le domeniche di don Camillo 4: "Discorso all'Italia"

Proponiamo ai nostri lettori,  per qualche domenica,  una serie di filmati sul meraviglioso Don Camillo di Guareschi.
Da vedere o da rivedere per chi non li ha ancora visti.
Luigi

sabato 21 dicembre 2019

Vescovi tedeschi: l’omosessualità è “normale” quanto l’eterosessualità.


Mi vergogno di loro.
Dio ne chiederà a loro conto.
Luigi

Blog di Sabino Paciolla, 10 Dicembre, 2019

Franz-Joseph Bode
vescovo di Osnabrück (Germania)
La Commissione per il matrimonio e la famiglia della Conferenza Episcopale Tedesca ha raggiunto un consenso sul fatto che l’omosessualità è una “normale forma di predisposizione sessuale”. Ce ne parla Dorothy Cummings McLean in questo articolo pubblicato su LifeSiteNews. Eccolo nella mia traduzione.
La Commissione per il matrimonio e la famiglia della Conferenza Episcopale Tedesca ha raggiunto un consenso sul fatto che l’omosessualità è una “normale forma di predisposizione sessuale”.

Due prelati tedeschi hanno anche affermato che Amoris Laetitia insegna che i rapporti sessuali formatisi dopo un divorzio non sono né gravemente peccaminosi né un ostacolo

Un feto può ancora essere la foto del secolo o è troppo scandalosa?

Possiamo ancora metterla o il politically correct imperante ce lo impedisce? 
Come ha fatto a Roma l'anno scorso(QUI), ma anche recentemente?
Luigi

Aleteia, Annalisa Teggi | Nov 26, 2019

Un feto di 18 settimane nella sua compiuta meraviglia, frutto di 12 anni di lavoro del fotografo Lennart Nilsson: fu la copertina di Life nell‘aprile 1965 e vendette otto milioni di copie in quattro giorni. Oggi per alcuni è troppo “politicamente scorretta”.

venerdì 20 dicembre 2019

ICRSS - Concerto di Natale a Livorno

Domenica 22 dicembre 2019 ore 17
LIVORNO - Chiesa di San Sebastiano
Concerto


EXULTATE! Musiche per il Santo Natale

Coro Domenico Savio 
Ensemble DiVini Cantores di Lucca

Ingresso libero

Organizza il locale apostolato ICRSS e l'Associazione Corale Domenico Savio

AZ



Ritratti dei leader comunisti esposti nelle chiese cattoliche cinesi

Uno dei tanti frutti malefici degli accordi cino\vaticani.
Luigi

Ritratti di Xi Jinping esposti nelle chiese cattoliche

26/11/2019 Bitter Winter 

I luoghi di culto che rifiutano il controllo statale vengono chiusi e le Chiese gestite dal regime venerano il Partito Comunista Cinese

di Tang Zhe

L’anno scorso a Ji’an, una città con status di prefettura nella provincia sudorientale dello Jianxi, è stata costruita una chiesa cattolica, costata più di un milione di renminbi (cioè più di 140mila dollari statunitensi), tutti raccolti tra

giovedì 19 dicembre 2019

Una nuova chiesa per l’ICRSS a Roma


Roma: domenica 22 dicembre 2019, alle ore 9.30, Mons. Rudolf M. Schmitz, Vicario Generale dell’Istituto di Cristo Re Sommo Sacerdote (ICRSS), celebrerà la Santa Messa solenne nella chiesa di Gesù e Maria al Corso.



Sarà l’ultima celebrazione curata dall’ICRSS nella storica chiesa romana, perché, a partire della notte di Natale, le funzioni liturgiche dell’Istituto nell’Urbe si svolgeranno nella Basilica dei Santi Celso e Giuliano, in via del Banco di Santo Spirito, 5.





Il programma e l'orario delle celebrazioni natalizie, e poi di quelle regolari, a cura dall’ICRSS presso la predetta Basilica sono i seguenti:


Santo Giorno di NATALE

24 dicembre
ore 23:30: “chiamata dello zampognaro”
ore 24:00: Santa Messa solenne della Notte celebrata dal Reverendissimo Mons. Patrick Incorvaja, della Congregazione per la Dottrina della Fede.

25 dicembre
Santo Giorno di NATALE
ore 10:00, Santa Messa


Gustate e vedete la bravura dei ragazzi educati con la Messa tridentina nella sana tradizione cattolica!

In questi giorni che precedono il Santo Natale siamo stati edificati nel vedere l'esemplare impostazione liturgico/educativa  di sette giovanissimi ragazzi che frequentano, per desiderio dei Genitori,  una parrocchia diocesana cattolica d' impostazione "tradizionale" in Francia dove sono nati e risiedono.
Per tantissimi genitori cattolici che vivono in quella nazione "super laica" è cosa "normale" aderire alle istituzioni tradizionali che hanno come punto di riferimento spirituale la Santa Messa tradizionale

L’ennesima blasfemia di Papa Bergoglio

Che fissa!!!! Sì quella degli immigrati è per Bergoglio una patetica fissa.
Dopo l’altare fatto con un barcone, dopo il pastorale dei legni dei relitti, dopo gli immigrati nel presepe di piazza San Pietro, ecco un’altra scelta blasfema: l’installazione di una croce di vetro resina all’ingresso del Palazzo Apostolico con un giubbino di salvataggio di un “migrante” trovato in mare...
Notizia del TG1 ore 13:30 oggi 19.12.2020
Roberto



Romualdica: "P come pace - San Benedetto per tutti "


Dagli amici di Romualdica.
Per il nostro raccoglimento in Avvento.
Luigi

25-11-19
Pax in lumine: questa è la divisa dell’abbazia del Barroux. La pace proviene dunque da una luce. Ma qual è questa luce capace di produrre un tale frutto? È l’umiltà, cuore della Regola di san Benedetto. L’umiltà è quindi una luce che pacifica, poiché ponendoci al nostro posto giusto sotto lo sguardo di Dio, essa rimette tutto in ordine nella nostra vita e ci stabilisce così nella verità.
Trovare la pace dipenderà perciò dall’umiltà con la quale vivremo la nostra relazione:
1. Con Dio. Siamo al nostro posto giusto quando Dio è il primo! “Non a noi, Signore, non a noi, ma al tuo nome dà gloria” (Sal 113,1). Osserviamo se nelle grandi come nelle piccole cose della nostra quotidianità Dio è realmente servito per primo.
2. Con noi stessi. “Attribuire a Lui e non a sé quanto di buono scopriamo in noi, ma essere consapevoli che il male viene da noi e accettarne la responsabilità” (RB IV,42-43). Questo sguardo autentico verso sé stessi è pacificatore, perché ci incita a riporre la nostra speranza solo in Dio. Sappiamo inoltre che l’apertura umile e sincera a un padre spirituale è un mezzo efficace per trovare la pace dell’anima (RB VII, quinto grado dell’umiltà).
3. Con gli altri. La vera umiltà verso il prossimo è di cercare sempre di servirlo: “Nessuno

La Messa tridentina a Madrid

Come avranno notato i nostri lettori più attenti, nell'ultimo anno MiL si sta occupando di offrire uno spaccato delle varie realtà tradizionali in giro per l'Europa e per il mondo.
Trattiamo questa volta di Madrid .
Per chi si fosse perso i nostri precedenti post, ecco i relativi link:

Vilnius
Lisbona
Vienna
Parigi 
- Budapest

AZ



chiesa di Nuestra Señora de la Paz
Dopo l'emanazione del Motu Proprio (anno 2007) si è constatato, in maniera evidente, come siano proprio i paesi tradizionalmente "più cattolici" ad avere un atteggiamento alquanto lento e rilassato, a volte quasi spento, nel ritorno alla Tradizione e alla Messa tridentina.


Se l'Italia, soprattutto negli ultimi anni, ha saputo invertire questo rotta, grazie all'impegno di validi parroci e coraggiosi istituti tradizioni, diversa è invece la realtà in Spagna e Portogallo, paesi in cui la Messa tridentina non è particolarmente diffusa.

mercoledì 18 dicembre 2019

Guadalupe? Per Vatican News una leggenda

Riportiamo il recente articolo apparso su "La Nuova Bussola Quotidiana" che denuncia l'imbarazzante definizione di Vatican News (nuovo sistema di informazione della Santa Sede) secondo la quale l'apparizione della Madonna a Guadalupe sarebbe una mera "leggenda".

A questo punto non ci sarebbe da meravigliarsi se la stessa sorte dovesse toccare a Fatima o a Lourdes e, perchè no, a NSGC, come lascia intendere il superiore dei Gesuiti ... (QUI).

Guido




La Nuova Bussola Quotidiana

di Giuliano Guzzo


E per Vatican News la Vergine di Guadalupe è una "leggenda"


Clamoroso scivolone del portale ufficiale vaticano: riferendo della celebrazione del Papa in occasione della festa della Vergine di Guadalupe, ha definito quella della Morenita una leggenda. E pensare che delle apparizioni della Virgen morenita sappiamo con esattezza i

Europa: rinascita o morte? Intervista a Stanislaw Grygiel


Una bella intervista dell'Osservatorio Internazionale Card. Van Thuan al filosofo e amico di Giovanni Paolo II Stanislaw Grygiel, uno dei grandi epurati della new wave ecclesiale.
Luigi

Newsletter n.1049 | 2019-12-03

“Europa: rinascita o morte?” è il titolo di un incontro che il prof. Stanislaw Grygiel (filosofo, direttore della cattedra Karol Wojtyla al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II presso la Pontificia Università Lateranense a Roma) ha recentemente tenuto per la Scuola di Cultura Cattolica di Bassano del Grappa. È stata l’occasione per delineare i principali tratti della crisi del Vecchio continente, crisi che affonda le radici – prima ancora che nella politica – nella cultura e nella visione dell’uomo. A margine dell’incontro abbiamo potuto raccogliere qualche sua dichiarazione.