mercoledì 3 ottobre 2018

Si è aperto il Sinodo: confidiamo nello Spirito Santo, in Maria SS. e in S. Michele

Una bella citazione di Costanza Miriano sul Sinodo dei giovani che si è aperto oggi: “Nella Chiesa oggi è come quando si fanno le pulizie di fondo: tutta la roba è al centro della stanza e c’è una grande confusione. Poi tutto sarà più pulito e ordinato di prima”. Lo scrive Mirjana nel suo libro 'Il mio cuore trionferà'. 
Io concordo. Però nel mezzo dei lavori si fa una gran fatica (ho gli imbianchini in casa e vorrei scappare).  Ogni riferimento al documento presinodale che sposa le sigle dei militanti lgbt non è puramente casuale".


Oggi Magister QUI fa una bella analisi di questo inizio sinodale, riprendendo un articolo dell'Arcivescovo Chaput QUI pubblicato su Mil.
Riccardo Cascioli (riprendendo una approfondita  ricerca di Diane Montagna QUI) ha scritto un duro editoriale sull'agenda gay che sta entrando nel Sinodo (QUI).
Ieri Edward Pentin QUI   ha fatto stato dell'attacco del Segretario del Sinodo, il Cardinale  Baldisseri, al povero Chaput che ha osato fare qualche critica al documento preparatorio del Sinodo stesso: la solita misericordia new wave che schizza odio da tutti i pori. E la sempre richiamata volontà di parresia che sembra valere solo per gli amici di S. Marta.
Mala tempora currunt: non disperiamo e preghiamo Maria Santissima, sterminatrice delle eresie e S. Michele Arcangelo (QUI) principe delle Milizie Celesti che sconfiggerà Lucifero.
E chiediamo la protezione dei santi, canonizzati e non: oggi è anche  l'anniversario della morte di  Plinio Corrêa de Oliveira (QUI MiL oggi), che dal cielo preghi per la Chiesa.
L