sabato 13 ottobre 2018

"La composizione di musica per la liturgia all’inizio del nuovo millennio": il nuovo libro a cura di Simone Baiocchi

Novità ottobre 2018, Zecchini Editore (v. sotto il link per la prenotazione).
Il Maestro Simone Baiocchi, insieme a una squadra di esperti, tira le somme sugli Atti del convegno sulla musica liturgica promosso lo scorso anno dall'Associazione Italiana Santa Cecilia nel centenario della nascita di Domenico Bartolucci (1917-2013). 
Il 31 agosto 2011 nel Cortile interno del Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, il Maestro Simone Baiocchi ha avuto l'onore di dirigere il Concerto  ( QUI, QUI, QUIQUI ) offerto in onore di Papa Benedetto XVI dal Cardinale Domenico Bartolucci, già direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina. ( QUI
Il M° Baiocchi, uno musicisti più preparati a livello nazionale, ha recentemente vinto il PRIMO PREMIO della sesta edizione del Concorso di composizione “In memoriam…..Joannis XXIII’’ e ieri venerdì 12 ottobre  è stato premiato nel Santuario di San Giovanni XXIII a Sotto il Monte (BG). 
Congratulazioni Maestro ! 
AC  

 Simone Baiocchi (a cura di)
La composizione di musica per la liturgia all’inizio del nuovo millennio

Dov'è andata e dove va la Musica Liturgica?
Simone Baiocchi, insieme a una squadra di esperti, tira le somme sugli Atti del convegno sulla musica liturgica. 
Quali panorami si prospettano per ciò che riguarda la composizione di musica sacra all'inizio del terzo millennio? 
Molto rumore si è fatto dagli anni ’60 del secolo scorso – e cioè dopo il Concilio Vaticano II –
in merito alla situazione non florida che coinvolge la musica nella liturgia e circa le derive intraprese dal repertorio musicale. 
A poco più di cinquant'anni dalla promulgazione della costituzione “Sacrosanctum Concilium” e a ventisei anni dal primo convegno nazionale compositori di musica sacra tenutosi nel 1991 a Levico Terme (TN), l'Associazione Italiana Santa Cecilia ha convocato a Roma gli operatori del settore per una tre giorni di lavori attorno ad alcuni temi forti, nella circostanza del centenario della nascita del cardinal Domenico Bartolucci, compositore assai prolifico e successore di monsignor Lorenzo Perosi alla direzione del coro della “Cappella Sistina”. 

Simone Baiocchi (a cura di) 
La composizione di musica per la liturgia all’inizio del nuovo millennio 
Zecchini Editore

- Analisi - Confronto - Prospettive nel centenario della nascita di Domenico Bartolucci (1917-2013) 
Relatori: 
Simone Baiocchi, 
Rosemary Essef, 
Valentino Miserachs Grau, 
Valentino Donella, 
Michele Manganelli, 
Mauro Visconti, 
Sandro Cappelletto, 
Marco Mascarucci
INDICE SOMMARIO 

- Prefazione di Aldo Maria Valli
- Programma del convegno 
- Introduzione, Claudio Stucchi 
- Saluto del Presidente AISC, Tarcisio Cola 
- Prolusione del direttore Segretariato Compositori AISC, Simone Baiocchi

Relazioni:

- Un assaggio del linguaggio musicale del maestro e cardinale Domenico Bartolucci: breve analisi del Surrexit Dominus, Rosemary Esseff
- Comporre per il rito tra problematiche di funzionalità ed esigenze artistiche, Valentino Miserachs Grau
- La composizione liturgica dopo il Concilio Vaticano II: generi e forme musicali,  Valentino Donella 
- La formazione musicale del compositore: percorsi e prospettive didattiche, Michele Manganelli e Mauro Visconti
- Il compositore tra committenza, interpreti ed assemblea liturgica, Sandro Cappelletto Conclusioni del convegno: Marco Mascarucci 

Biografie dei Relatori  

- Basta brutta musica in chiesa (articolo de La Stampa del 5 settembre 2017) Sandro Cappelletto  (leggere su MiL QUI )

Elenco dei partecipanti

Galleria fotografica 

Zecchini Editore QUI per prenotare il Volume



Foto 2: Città del Vaticano, Aula Paolo VI Sabato 10 novembre 2012 (Anno della Fede) : il M° Baiocchi ringrazia Papa Benedetto XVI al termine dell'Udienza straordinaria riservata ai partecipanti all'incontro promosso dall'Associazione Italiana Santa Cecilia. Indimenticabili le parole del Papa: “Voi che avete il dono del canto potete far cantare il cuore di tante persone nelle celebrazioni liturgiche. Cari amici auguro che in Italia la musica liturgica tenda sempre più in alto per lodare degnamente il Signore e mostrare come la Chiesa sia il luogo in cui la bellezza è di casa” (Benedetto XVI, QUI)