sabato 1 settembre 2018

L'Arcivescovo di Filadelfia: "Ho scritto al S. Padre e gli ho chiesto di cancellare il prossimo Sinodo"

“HO SCRITTO AL SANTO PADRE E GLI HO CHIESTO DI CANCELLARE IL PROSSIMO SINODO SUI GIOVANI. IN QUESTO MOMENTO I VESCOVI NON AVREBBERO ASSOLUTAMENTE ALCUNA CREDIBILITÀ NEL TRATTARE QUESTO ARGOMENTO”.

Sono le parole dell’Arcivescovo di Philadelphia Charles Chaput pronunciate davanti ad un uditorio di 300 persone convenute al seminario San Carlo Borromeo per un seminario di formazione.
Mons. Chaput ha proposto al Papa un Sinodo sulla vita dei vescovi. Si tratta di una proposta molto simile a quella fatta a papa Bergoglio dal vescovo inglese Philip Egan di Portsmouth, il quale ha scritto proponendo un sinodo straordinario dedicato alla vita sacerdotale e agli abusi sessuali da parte del clero. 

Se i Vescovi convocassero  i giovani di tutto il mondo per dare loro messaggi, rischierebbe di stridere fortemente con la necessità che i vescovi stessi, prima di dare lezioni, riflettano in profondità su loro stessi. È dunque probabile che la richiesta di mons. Chaput guadagni consensi all’interno dell’episcopato USA, ma si prevede altresì che una tale proposta rischierebbe di minare il tentativo, già ora evidente, messo in atto dalla curia di papa Francesco di dare un’impressione di imperturbabile normalità. Chi vivrà vedrà.
Per il testo completo vedere  in inglese QUI.
Su Vatican Insider QUI.
Ricordiamo che già 24 vescovi hanno chiesto al Papa di fare chiarezza su memoriale Viganò (TOSATTI QUI e varie dichiarazioni QUI).
L

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.