Pagine

Nuova

venerdì 6 luglio 2018

E infine si abbracciarono: chi ci perde più la faccia? Il vescovo o l'ex prete? CON FILMATO

Non facciamo commenti sulla triste vicenda riportata da tutti i giornali (inter alia QUI e QUI un commento di un sacerdote), anche con interviste e filmati romantici del novello "sposo" sacerdote con il suo compagno palestrato, tatuato, con piercing, etc. e con degno contorno di mamme e amici  plaudenti.
Non ce l'abbiamo con lui perchè con queste premesse, dopo che saranno finiti i soldi delle interviste e dei filmati, lo vediamo male. Pregheremo sinceramente per lui e per la sua anima.
Il riprorevole video del Vescovo in Parrocchia è QUI che ha avuto pure  il coraggio di accusare internet!
Noi vorremmo solo fare alcune domande al Vescovo di Verona e a quello  che l'ha ordinato a Rieti:


  • Concordiamo con  il vescovo di Verona Zenti.  Non ha il diritto di giudicare, ne ha il dovere. Ma nell’epoca in cui tutti i desideri diventano diritti, tutti i doveri diventano (vani) desideri di chi si aspetta da un vescovo l’esercizio saldo della sua paternità.
  • Chi lo ha ordinato a Rieti si è fatto qualche domanda perchè era stato mandato via da Verona?
  • Chi lo ha ripreso a Verona si è fatto qualche altra domanda sul perchè era stato mandato via?
  • Chi gli ha pagato lo stipendio fino a qualche mese fa con i soldi dell'8 per mille di noi fedeli non si è posto qualche legittimo dubbio?
  • Sempre chi aveva il dovere di vigilare, si è fatto qualche domanda sul singolare "perpetuo" che  aiutava il sacerdote?
  • Una domanda: quando manderanno i commissari pontifici a Verona , visto che lo hanno mandato ad Albenga?
  • Infine, il vescovo come padre dei suoi sacerdoti lo ha seguito spiritualmente? Lo ha curato? Lo ha punito per il suo bene? O si è limitato a degli stanchi interrogatori formali?


Addolorati e con il cuore gonfio di tristezza preghiamo per tutti gli interessati, ma come fedeli chiediamo chiarezza e giustizia.
Di certi vescovi. salva reverentia,  non capiamo l'utilità, se non formale, e non producono frutti ma rovi e spine.
L

Addenda  del 7 luglio: QUI il giudizio del card. Muller, "vescovo negligente"