mercoledì 27 giugno 2018

Novus Horror Missae (An): "Messa" sul molo e S. Comunione a gente in acqua

Pensavamo di avere visto il fondo del degrado liturgico: qui c'è un lungo (e triste) elenco dei più svariati abusi liturgici del clero (ad esempio: il vescovo in bici nel presbiterio, l'altare di lego o di zaini, la spazzatura davanti all'altare, calici di vetro, e altri se ne vedano qui

Invece ahinoi, al peggio non c'è fine. 

Un lettore ci segnala questo ennesimo scempio liturgico che dimostra, nel migliore delle ipotesi, la ingenua superficialità del sacerdote nel concepire la "devozione e il rispetto che si devono alla Divina Eucarestia". 


Si tratta di una "Messa" celebrata ieri mattina nella solennità di San Giovanni Battista sul molo di Portonovo (An) sopra ad un "altare" largo meno di un metro quadrato, alla presenza di "fedeli" in bichini.  E fin qui, ci siamo purtroppo abituati alle chiese gonfiabili che per quanto assurde, non erano mai state usate per celebrare la S. Messa). 

Il bello deve ancora venire. 

Al momento della Comunione, non solo vengono comunicati i "fedeli" in costume, ma pure quelli che, stando in acqua, si sono avviciniati al bordo del molo e che ricevono l'Ostia dal sacerdote accucciatosi in una posa ieratica. 

Putroppo non possiamo pubblicare le foto, che vi invitiamo a vedere, se avete uno stomaco forte, sul sito del quotidiano Corriere Adriatico del 25.06.2018. 

Si percepisce che l'intezione del sacerdote è buona (sull'altare c'è una - pur corta -  tovaglia,
ci sono i fiori, c'è un cero; egli indossa camice e stola; è stata mantenuta la tradizionale benedizione delle acque per San Giovanni Battista - impartita dal Vescovo di Ancona all'alba, ecc.) ma non basta.
I requisiti minimi ricercati dal prete sembrano tuttavia folcloristici e vuori, se non accompagnati da altre accorgimenti che egli avrebbe dovuto raccomandare: come, ad esempio,  invitare ai fedeli in costume di coprirsi le spalle con un telo, un parasole o una maglietta, di togliersi il berretto da sole almeno dopo la consacrazione. Ecco come dire "io vi porto il Signore in spiaggia ma ricordiamoci di assumere un atteggiamento e un abbigliamento consono. Secondo me questo avrebbe aiutato a sensibilizzare un po' i fedeli ormai sbracati e poco avvezzi al rispetto liturgico.  In quest'ottica paradossalemnte sarebbe potuta essere un'occasione per "evangelizzare". 

L'errore più grande del sacerdote è stato però la distribuzione della S. Comunione a fedeli in acqua... Non siamo esperti ma ci potrebbero essere anche le condizioni per la profanazione delle sacre specie... ma non vogliamo essere così drastici, anche se ... 

Ecco: se proprio voleva celebrare una Messa sul molo, avrebbe dovuto non tanto preparare un altare (più) degno, ma creare quella dimensione ieratica che rendesse "santa" la Messa che avrebbe celebrato, in tal modo da realizzare meglio il fine anabatico del sacramento. 

Invece no. La ricerca di consensi e lo spasmo di "uscire", ha fatto perdere di vista la Verità. 


E noi francamente, di preti così siamo stufi. Non si può continuare a tollerare presti che trattano la S. Comunione alla stregua di un semplice pezzo di pane (non me ne voglia Domine Iddio di questa banalizzazione, ma è l'espressione che meglio esemplifica la condotta di certi suoi ministri nei riguardi della Ss.ma Trinità presente nell'Eucarestia).


Roberto

6 commenti:

  1. "L'errore più grande del sacerdote" è quello di voler fare il sacerdote (?!).

    RispondiElimina
  2. Al peggio non c'è mai fine....

    RispondiElimina
  3. Suggerirei al Pastore di andare oltre e distribuire la Comunione direttamente in acqua , naturalmente abbigliandosi anche lui in modo consono....Signore abbi pieta' !

    RispondiElimina
  4. La tragedia attuale della Chiesa è il silenzio di una gerarchia adeguata, da Cefa in giù, di fronte a queste profanazioni bestemmiatrici che irridono la dottrina e la fede millenaria di una moltitudine di anime devote.

    RispondiElimina
  5. Quindi una tovaglia due fiori e una candela indicano che le intenzioni erano buone?
    Ma siete fuori di testa?
    Questo "rito" è chiaramente invalido e sacrilego, al pari di una riunione dei Testimoni di Geova...

    RispondiElimina
  6. Dalle mie parti purtroppo è consuetudine....

    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13445341_1783082231921440_7705476270813841073_n.jpg?_nc_cat=0&oh=8c92bdfbbc0fe9dcd89d8f169d82a3e2&oe=5BA7874D

    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13442374_1783082191921444_862813364054373020_n.jpg?_nc_cat=0&oh=90fa34a68eaf454cfd7612e9613406f7&oe=5BA53C7E

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.