lunedì 23 aprile 2018

Ore 19: il boia si ferma ancora per il piccolo Alfie. L'ambasciatore italiano minaccia l'ospedale denuncia per omicidio

Vedere Bussola QUI
Pregare contra spem.
Tenere alta l'attenzione di stampa ed internet.
Manifestare ove possibile.
E ricordarsi dei traditori.
L

ULTIME: +++ NUOVA UDIENZA +++

Alle ore 19.15 locali (20.15 ore italiane) nuova udienza di emergenza con il  giudice Hayden richiesta dall'Ambasciatore italiano che come rappresentante del Cittadino Italiano #AlfieEvans chiede gli venga concesso di tornare nel suo Paese.

Lo Stato italiano attraverso l'ambasciatore si appella alle Istituzione del Regno Unito perché facilitino l'adempimento di questa richiesta.

L'Ambasciatore ricorda gli articoli del Trattato dell'Unione Europea e il dovere di cooperazione tra Stati e chiede un rinvio finché il caso non sarà discusso a livello governativo.

ore 18.40: Procedura fermata di nuovo

ore 18.30: Intervento dell'ambasciatore italiano nei confronti dell'Alder Hey. Chiesta la sospensione della procedura per terminare la vita di Alfie, pena la denuncia per omicidio.

Thomas ha detto all'ambasciatore italiano che volevano uccidere il bambino con i farmaci malgrado l'eutanasia non sia legale in Gran Bretagna.

ore 17.45: Thomas Evans: «Aspettiamo che il ministro degli Esteri Alfano contatti il ministro Boris Johnson».

ore 17.30: La procedura resta sospesa fino alle 17.30 locali (18.30 in Italia). Si spera in un intervento diplomatico. Padre Gabriele è nella stanza con Kate e Alfie, tutto è tranquillo per il momento.

ore 17.10: La concessione della cittadinanza italiana non significa automaticamente il trasferimento in Italia. Alfie infatti resta anche cittadino britannico, si apre quindi un contenzioso diplomatico.

ore 17.00: Il ministro degli Esteri Angiolino Alfano e degli Interni Marco Minniti hanno concesso la cittadinanza italiana al piccolo Alfie Evans. Si spera così di essere ancora in tempo per permettere il trasferimento di Alfie in un ospedale italiano.
Giorgia Meloni: «È uno di quei giorni che ti ricordi che la politica può farti fare grandi cose. Da mamma, da italiana e da presidente di partito ringrazio di cuore il presidente del Consiglio Gentiloni e i ministri Alfano e Minniti per avere accolto il mio appello e aver deciso di concedere la cittadinanza italiana ad Alfie Evans: questo permetterà di aprire uno spiraglio per consentire al piccolo di venire in Italia ed essere accolto in una delle nostre strutture ospedaliere».