venerdì 19 gennaio 2018

Epifania in Russia: bagno gelato nell'acqua benedetta


Per vedere il filmato, VEDERE QUI.
L
La Stampa 19-1-18

Anche il presidente Vladimir Putin ha partecipato ieri notte al tradizionale bagno di Kreshene (battesimo in russo) nelle acque gelate, che segna l’epifania ortodossa. Diversi reportage fotografici ritraggono il capo del Cremlino si immerge nella classica buca a forma di croce, nel lago Seliger, circondato da sacerdoti ortodossi e croci dorate. Il luogo scelto è il monastero maschile di Nilo -Stolobesnky, nella regione di Tver. «In occasione dell’Epifania, Putin ha partecipato alla liturgia e fatto il bagno nel lago Seliger», ha fatto sapere il portavoce Dmitri Peskov, aggiungendo che le temperature non erano così fredde, “appena” -6 , -7 gradi. Non è il primo bagno di Kreshene per Putin, che partecipa regolarmente alle funzioni religiose durante le principali festività del calendario ortodosso.

Per la Chiesa ortodossa - che segue il calendario giuliano, «in ritardo» di 13 giorni rispetto a quello gregoriano in uso dalla Chiesa cattolica - il 19 gennaio si ricorda il battesimo del Signore. La tradizione vuole che in questo giorno le acque di fiumi e laghi vengano benedette e santificate. Durante la liturgia della Vigilia e poi anche in quella del giorno successivo, i fedeli portano a casa un po’ dell’acqua benedetta.

In questo giorno, sono numerosi i russi che, portando spesso anche i bambini, si immergono nelle numerose fonti battesimali gelate, appositamente organizzate in tutto il paese. [...]

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.