lunedì 6 novembre 2017

Card. Sarah: "No a inter-comunione. Bisogna essere cattolici"

 Da La Fede quotidiana del 06.11.2017, via Il Timone

«L’intercomunione non è consentita tra cattolici e non cattolici. È necessario confessare la fede cattolica. Un non-cattolico non può ricevere la comunione. Questo è molto, molto chiaro. Non è una questione che riguarda la libertà di coscienza». Risponde così il cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione del Culto Divino, a coloro che hanno visto un’apertura all’intercomunione tra cattolici e luterani in una risposta data da Papa Francesco ad una luterana durante la sua recente visita alla comunità luterana di Roma. «Noi diamo la comunione ai cattolici», dare la comunione a tutti è «una sciocchezza», dice il Cardinale africano.
«Non c’è intercomunione tra anglicani e cattolici, tra cattolici e protestanti. Se vanno a messa insieme, il cattolico può andare alla comunione ma il luterano o l’anglicano no». Senza un’unione nella fede e nella dottrina, aprire le porte all’intercomunione «sarebbe promuovere la profanazione». «Noi non possiamo farlo. Non è che dobbiamo parlare con il Signore per sapere se possiamo fare la Comunione. Noi dobbiamo sapere se siamo in accordo con le regole della Chiesa. La nostra coscienza deve essere illuminata dalle regole della Chiesa che dice che, per comunicarsi, abbiamo bisogno di essere in stato di grazia, senza peccato, e avere fede nell’Eucaristia. Non è un desiderio o un dialogo personale con Gesù che determina se possiamo ricevere la comunione nella Chiesa cattolica. Una persona non può decidere se è in grado di ricevere la Comunione. Deve essere cattolica, in stato di grazia, correttamente sposata [se coniugata]». L’intercomunione non permette l’unità perchè «il Signore ci aiuta ad essere uno se lo riceviamo in modo corretto altrimenti noi mangeremo la nostra condanna, come dice san Paolo (1 Corinzi 11,27-29). Non riusciamo a diventare una cosa sola se si partecipa alla comunione con il peccato, con disprezzo per il Corpo di Cristo».

11 commenti:

  1. Proporre che i protestanti che non credono nella presenza reale e hanno maledetto tante volte i cattolici per questo, per loro, orrendo sacrilegio, possano ricevere la comunione sacramentale è una autentica bestemmia, sovversiva invenzione ispirata da un ecumenismo falso condito di 'misericordia' bergogliana. Grazie, difensore della fede cattolica, card. Sarah!

    RispondiElimina
  2. Anche grazie al cardinal Sarah la Chiesa Cattolica continua ad esistere in quanto una, santa, cattolica e apostolica. Con buona pace degli ecumenisti modernisti intercomunionisti, insomma dei non cattolici.

    RispondiElimina
  3. I sacramenti degli anglicani non sono validi, cosi come le loro ordinazioni:

    +
    Leone XIII
    Apostolicae curae

    http://www.totustuustools.net/magistero/l13apost.htm

    RispondiElimina
  4. A fagiuolo: si parla anche di "Messa ecumenica"

    https://traditiomarciana.blogspot.it/2017/11/note-sui-progressi-ecumenici-in-materia.html?m=1

    RispondiElimina
  5. La data originale dell'articolo su LA FEDE QUOTIDIANA è il 2 dicembre 2015. Si tratta di un piccolo errore de IL TIMONE e di questo blog la data del 6 novembre 2017. Tuttavia il contenuto rimane validissimo

    RispondiElimina
  6. A.cosa e' servito tutto l'affanno di Paolo e gli altri ad istruire la Chiesa su cio' che e' vero o non. Di Agostino a combattere le eresie e gli altri santi....ora stiamo tornando indietro rifacendo il lungo cammino della Chiesa a.ritroso..e ritroviamo le stesse "stoltezze" che facevano gridare Paolo 'anatema'!!

    RispondiElimina
  7. "Inter-comunione": che vuol dire? E' un neologismo insensato. La comunione, proprio perché tale, non può essere "inter". Comunione è partecipazione di una cosa con altri. Ora, questa cosa è il reale Corpo e Sangue di Gesù Cristo. Quindi, come si dice, prendere o lasciare. Inter-comunione, pertanto, è sinonimo di guazzabuglio, ovviamente ecumenista modernista anticattolico.

    RispondiElimina
  8. Che la Santa Vergine protegga sempre questo fedele e retto pastore...

    RispondiElimina
  9. Che la Santa Vergine protegga sempre questo fedele e retto pastore...la sua lucida coerenza di cristiano vi assicuro che per me è sempre un esempio fulgido cui guardare!!

    RispondiElimina
  10. non metuens verbum10 novembre 2017 18:16

    Cardinale, le tricoteuses sono già sedute sotto il palco.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.