sabato 7 ottobre 2017

Oggi, Lepanto: epitaffio di don Juan de Austria.



Don Giovanni d'Austria vincitore della battaglia di Lepanto il 7 ottobre 1571  era figlio naturale di Carlo V che si ritirò nel Monastero di Yuste e pertanto fratellastro di Filippo II che costruì il complesso monumentale dell'Escorial.
L

Qui giace, qui dorme, l’uomo più valente
Che calzò speroni, cavalcò e brandì la spada;
Perenni sono gli allori della vittoria alata
Per chi valoroso combattè con acciaio ardente.

Nipote di Imperatori e Re; mai mente
La stirpe illustre degli Asburgo amata;
Progenitor ebbe in quel di Yuste e precettor in Luis Quijada,
Fratello nell’Escorial e tutta la Spagna lo sente.

Nelle Alpujarras regnò invitta la sua spada
Ruinando il moro che mettea spavento,
Purgando e dando pace al Regno di Granada.

Però se lo si ricorda e si ringrazia –non tanto
Come si deve – è per quella gloriosa giornata
Quando la Lega Santa con don Juan vinse in Lepanto.

(Manuel Fernandez Espinosa)


Aquí yace, aquí duerme, el varón más valiente

Que calzó espuelas, cabalgó y blandió espada;
Perennes son los laureles de la victoria alada
Para quien bravo combatió con acero ardiente.


Nieto de Emperadores y Reyes; nunca miente
La sangre esclarecida de Habsburgo amada;
Progenitor tuvo en el de Yuste y ayo en Quijada,
Hermano en El Escorial y toda España lo siente.


En las Alpujarras imperó invicta su espada
Estragando al morisco que ponía espanto,
Purgando y dando paz al Reino de Granada.


Pero si se le recuerda y se agradece -y no tanto
Como se debe- es por aquella gloriosa jornada
Cuando la Liga Santa con Juan venció en Lepanto. 


Manuel Fernández Espinosa

2 commenti:

  1. "L'uomo più valente che calzò speroni, cavalcò e brandì la spada ...". penso che i modernisti pacifisti ecumenisti accoglientisti non capiscano una parola dei versi di Espinosa; si tratta di concetti fuori della loro portata. Per loro Lepanto non vuol dire niente, ammesso che ne sappiano qualcosa. "La Lega Santa": qualcosa di inconcepibile per gli accoglientisti ecumenisti pacifisti ecumenisti, veri artisti del pateracchio.

    RispondiElimina
  2. Quella battaglia della quale non si poteva, purtroppo, fare a meno, non certo per colpa dei cristiani, ma della ferocia islamica, rappresentò un episodio luminoso, tra i tanti, della difesa secolare ispirata dai papi a difesa della Chiesa e della civiltà occidentale, ora abbandonata alla mercé dei nemici di Cristo.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.