domenica 15 ottobre 2017

Napoli: Pontificale per il Decennale del Motu Proprio Summorum Pontificum

Abbiamo ricevuto dai nostri fratelli napoletani e con tanta gioia pubblichiamo. 
In unitate orationis 
AC





Napoli. Pontificale per i festeggiamenti del 
Decennale del Motu Proprio Summorum Pontificum

Sabato 21 ottobre, alle ore 17.30, nella Basilica di San Paolo Maggiore in Napoli (p.zza San Gaetano - lungo via Tribunali), Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Guido Pozzo, Segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, celebrerà una S. Messa Pontificale al Faldistorio secondo l’Usus antiquior del Rito Romano. 

Seguirà, alle ore 19.00, nella Sagrestia della Basilica, una conferenza di Don Nicola Bux, dal titolo «Riflessioni nel decennale del Motu Proprio Summorum Pontificum»; interverranno lo stesso Mons. Pozzo, il prof. Guido Vignelli e Don Giorgio Lenzi (Istituto del Buon Pastore-Italia). 



L’iniziativa, che si inscrive nell’àmbito dei festeggiamenti per il Decennale del motu proprio «Summorum Pontificum» di Benedetto XVI e che si configura come un pellegrinaggio presso la tomba di Sant’Andrea Avellino in ringraziamento a Dio per tale inestimabile dono, è organizzata dalle associazioni Fraternità Cattolica e Una Voce Napoli, dai Coetus fidelium «Quartiere Chiaia» e «San Gaetano e Sant’Andrea Avellino» e dall’Istituto del Buon Pastore-Italia. 
Siete tutti invitati a partecipare e a diffondere la notizia. 

In Cordibus Iesu et Mariae 

La Cappella di Sant'Andrea Avellino con il venerato corpo del Santo che "colpito da un attacco di apoplessia ai piedi dell'altare; moriva, rasserenato da una celeste visione, la sera dello stesso giorno".

Foto: Messa Tridentina Napoli ( QUI )

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.