giovedì 12 ottobre 2017

La scuola ascolti l’appello anti gender del Papa



di Enrico Salvi 
 Vale la pena di diffondere la lettera a firma di Gabriele Soriani (Reggio Emilia) pubblicata sul quotidiano “La Verità” di mercoledì 11 ottobre 2017.


Papa Francesco è stato veramente chiaro parlando ai partecipanti alla XXIII assemblea generale dei membri della Pontificia accademia per la guida, guidata dal presidente monsignor Vincenzo Paglia, che si è svolta i Vaticano da 5 al 6 ottobre. Maschi e femmine non devono solo «parlarsi d’amore» ma parlarsi con amore. L’alleanza «tra uomo e donna è chiamata a prendere nelle mani la regia dell’intera società». Bisogna «contrastare le interpretazioni negative della differenza sessuale». Francesco smaschera «l’utopia del neutro» che rimuove a un tempo sia la dignità umana «sia la qualità personale della trasmissione generativa della vita», e chiede che «le forme di subordinazione che hanno tristemente segnato la storia delle donne» vengano definitivamente abbandonate. Secondo il Papa, «un nuovo inizio deve essere scritto nell’ethos dei popoli, e questo può farlo una rinnovata cultura  dell’identità e della differenza». I programmi scolastici dovrebbero basarsi su questi concetti.

2 commenti:

  1. Il Papa per i migranti e per l'ambiente bombarda tutti i giorni i telegiornali...riguardo le tematiche "difficili" (gay, divorzi, ecc.) parla a "mozzichi" e sempre in maniera ambigua....

    RispondiElimina
  2. Non vi va mai bene. Non è un problema di dottrina per voi. Il problema è lui...Siete dei miserabili, più protestanti di Lutero. Vergognatevi

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.