venerdì 4 agosto 2017

Un capolavoro d'arte sacra napoletana a Bovalino Superiore (Reggio Calabria)

Abbiamo ricevuto dai nostri amici calabresi e con tanto piacere pubblichiamo complimentandoci per la bella iniziativa. 
AC  

"UN TESORO DEL SETTECENTO NAPOLETANO IN UN PICCOLO BORGO DI CALABRIA"

Nessuno potrebbe pensare che in un piccolo borgo della provincia di Reggio Calabria, si potesse ammirare un tesoro di incomparabile bellezza. 
Siamo a Bovalino Superiore in provincia di Reggio Calabria, nella piccola chiesa parrocchiale di Santa Caterina Vergine e Martire, dove viene venerato dal 1776, un simulacro ligneo, raffigurante la Vergine del Monte Carmelo. 

L'autore e' Giuseppe Sarno, grande scultore partenopeo, che ha disseminato di sue opere le chiese della Campania e della Spagna. 
La riscoperta e la valorizzazione di questo maestro della scultura settecentesca napoletana, e' quello che si propone il convegno promosso dalla Parrocchia di Santa Caterina Vergine e Martire di Bovalino Superiore, fortemente voluto e organizzato dal Dott.Flavio Garreffa, storico dell'arte, esperto in arte Barocca ( Autore, fra l'altro, di un pregevole articolo sulle Processioni nel Sud  QUI  N.d.R.)

Mercoledi' 09 agosto 2017, alle ore 21:30, questo convegno di studi, permettera' di avere una maggiore consapevolezza e attenzione su un opera poco valorizzata ma che si e' rivelata, attraverso un analisi approfondita, patrimonio da tutelare e valorizzare. 


Giuseppe Sarno, che seppe modellare un volto cosi' soave e delicato tornera' all'attenzione e allo studio di critici e storici dell'arte. 

Il convegno apre un campo di indagini e ricerche su un territorio antico e ricco di storia, arte e fede come quello della Locride. 

Bovalino Superiore (RC) 04 Agosto 2017

Bovalino Superiore ( Reggio Calabria) 
Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina Vergine e Martire
Mercoledi' 09 agosto 2017, alle ore 21:30  
Convengo di Studi 
sull'Iconografia della statua della Madonna del Carmelo 

QUI e QUI  due video della Festa della Madonna del Carmine a Bovalino Superiore:  da notare la perfezione (intonazione e fraseggio) dell' esecuzione bandistica. 
Nel Sud Italia le Bande musicali raggiungono delle alte vette di musicalità: andrebbero salvaguardate per legge come patrimonio culturale della comunità.