martedì 11 luglio 2017

Decimo compleanno del Summorum Pontificum a Salorno (foto)

Un grande GRAZIE ai fedeli che ci hanno inviato alcune foto della Messa Solenne celebrata domenica scorsa 09.07.2017 nella stupenda chiesa parrocchiale di Salorno (Bz) per festeggiare il 10° compleanno del Summorum Pontificum.
La notizia che la celebrazione è stata officiata da tre preti diocesani ci spinge a  rivolgere  il nostro incommensurabile ringraziamento a TUTTI i Sacerdoti diocesani, parroci, vice parroci, cappellani, rettori di chiese, oratori o santuari, che da dieci anni stanno realizzando  nelle loro Comunità parrocchiali le disposizioni liturgiche del Motu Proprio Summorum Pontificum che  nelle parrocchie  trovano  la  perfetta attuazione.
Grazie dunque ai Sacerdoti diocesani: una splendida realtà diffusa, spesso ignota ed ignorata, ammantata di sacrificio e di umiltà e per questo altamente gradita a Dio.
Grazie Sacerdoti diocesani per questi dieci anni nei qualici avete donato il regalo più bello:
la splendida liturgia dei nostri padri!
A tutti i Sacerdoti diocesani responsabili dei Coetus fidelium consigliamo di leggere, se non lo hanno già fatto, questo recente post di MiL : Summorum Pontificum: fidiamoci di Gamaliele "se esso viene da Dio, non riuscirete a sconfiggerli".
AC

Salorno (Salurn , Salórn )
Chiesa Parrocchiale di Sant'Andrea Apostolo (v.sotto)
Domenica  9 Luglio 2017
Santa Messa Solenne ( in terzo)
della V domenica dopo la Pentecoste
per il Decimo Anniversario del Motu Proprio Summorum Pontificum

Celebrante: don Rinaldo Bombardelli 
Diacono : don Luciano Micheli 
Suddiacono: don Paolo Crescini, Parroco 
Cerimoniere: Michael Wolf 
Organista/Gregorianista: M° Matteo Balatti di Trento 
Organo XVII sec. ampliato da Pirchner alcuni anni fa (in prospetto il Principale di '16, cosa alquanto particolare per quella zona).




La Chiesa parrocchiale di S. Andrea di Salorno 
L’iniziale edificio romanico (1147) fu ricostruito in stile tardo gotico nel XV secolo e consacrato nel 1472. 
La costruzione attuale risale agli anni 1628-40 e costituisce uno dei primi esempi dell’architettura religiosa rinascimentale della provincia di Bolzano. 
Fu progettata dal pittore-architetto Francesco Lucchese. 
Sulla monumentale facciata spiccano le statue lignee dei SS. Pietro e Paolo, quelle dorate dei SS. patroni Andrea e Nicolò e quella della Madonna con il Bambino di Maximilian Röck. E’ dominata inoltre da una finestra “serliana”, simbolo della cultura classica e segno distintivo del progettista. 
All’interno, ad un’unica navata voltata a botte, si può ammirare l’altare maggiore barocco (1646) dei fratelli Zugna. 
La pala con i SS. Andrea e Nicolò che venerano la Madonna è opera pregevole eseguita nel 1822 dal veronese Agostino Ugolini. 

Fonti: Foglio Parrocchiale , Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Salorno QUI
           Comune di Salorno QUI 

2 commenti:

  1. Io c'ero. E' stato il rito più rispettoso di quella che dovrebbe ogni messa: il sacrifico di Nostro Signore Gesù, il Cristo. Commovente. Grazie ancora ai celebranti

    RispondiElimina
  2. Avanti tutta col Summorum Pontificum! Grazie Benedetto XVI!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.