giovedì 5 gennaio 2017

Terni: statue della Madonna trafugate dalle edicole stradali

Negli ultimi giorni del nefasto 2016  anche nella Città di Terni sono stati compiuti degli atti sacrileghi consistenti nell'asportazione di alcune venerate statue della Madonna Santissima conservate in alcune nicchie devozionali  nella pubblica strada.
Le Forze dell'Ordine stanno indagando ed un bravo Parroco ha indetto una pubblica preghiera di riparazione per l'empia profanazione che ha molto turbato i fedeli.
Oggi, santa vigilia della Solennità dell'Epifania, ci uniamo anche noi ai cari fratelli di Terni mediante la preghiera riparatrice alla Madonna Santissima, a San Valentino Vescovo e al Serafico Padre San Francesco d'Assisi. . 
Ave Maria
AC

Altra immagine sacra nel mirino a Terni

Stavolta è toccato alla statua della Madonna che si trovava nell’edicola posta nel quartiere San Valentino. Indagano i carabinieri

Balordi, vandali o peggio. 
Resta il fatto che in meno di una settimana – a Terni – due statue ( forse tre secondo un più
aggiornato computo dei nostri amici di Terni, ripreso oggi dalla stampa locale, dobbiamo purtroppo riportare anche la triste notizia che una statua di San Pio da Pietrelcina è stata decapitata, leggere QUI N.d.R.) della Madonna sono state prese di mira nei luoghi in cui erano conservate.

L’edicola L’ultimo episodio si riferisce alla statua che si trovava nell’edicola posta alla fine di via Mentana, dove la strada si divide tra via Merlino di Filippo e via Nicola Antonelli, nel quartiere di San Valentino.

Nella notte fra il 29 e il 30 dicembre un soggetto, in sella a quanto pare ad un motorino, si è fermato nei pressi dell’edicola rompendo il vetro della teca per poi scappare a tutta velocità. Il fatto, notato da alcuni residenti, è stato immediatamente denunciato ai carabinieri di Terni la cui indagine è orientata all’identificazione del responsabile.

Madonna ‘in salvo’ 

Per evitare altri guai all’immagine sacra – una Madonna con Bambino – i fedeli della zona hanno pensato bene di ‘asportarla’ dalla teca frantumata, mettendola di fatto in salvo in attesa che il danno venga riparato. 
Una situazione di cui la parrocchia di San Valentino è al corrente e che segue da vicino.

Il precedente 

Nei giorni scorsi era stata trafugata un’altra statua raffigurante la Madonna: quella che si trovava nell’edicola dei giardini di villaggio Matteotti, che i volontari del centro sociale avevano realizzato a proprie spese per ospitare la statua – di gesso bianco e di scarsissimo valore commerciale – che due donne ternane avevano portato da Medjugorje.

Fonte e foto: Umbriaon