lunedì 31 ottobre 2016

Le preghiere di preparazione alla Messa e di ringraziamento.


Le Preghiere perfette prima e dopo la Santa Messa
                        (traduzione per MiLdi Giovanni F., che ringraziamo di cuore) 
 


Coloro che hanno familiarità con il Messale Romano tradizionale sapranno che è dotato di un certo numero di preghiere per la preparazione del sacerdote prima della Messa e per il ringraziamento dopo la Messa. Spesso una raccolta di queste orazioni, antifone, salmi, versetti, ecc., erano (e sono tuttora) stampati nei Messali giornalieri destinati all'uso dei laici.

Sarebbe interessante sapere, tra paretesi, quanti tra i membri del clero e del laicato recitano davvero queste preghiere. Bisogna ammettere che alcune di esse sono piuttosto lunghe, inoltre per un certo periodo di tempo prima della Messa il sacerdote è occupato con la vestizione dei paramenti (recitando le relative preghiere di vestizione), con i colloqui riservati ai cerimonieri, chierici, coristi e maestri della Schola Cantorum, nonché, naturalmente, con persone che cercano "una parola o due col Padre". E mentre il periodo dopo la Messa è solitamente meno caotico, nondimeno richiede a volte uno sforzo eroico per ritirarsi nel deserto, come il Signore nel Vangelo, là dove il ringraziamento di cuore diventa possibile (Per una trattazione più approfondita, vedere il mio articolo "La preparazione del Sacerdote prima della Messa e il ringraziamento dopo la Messa").

Ciò premesso, mi pensavo da tempo che sarebbe stato utile conoscere una breve preghiera ben fatta da recitare prima della liturgia e un’altra per il dopo – una del tipo che potesse essere recitata nel mezzo di qualsiasi circostanza e che riportasse efficacemente l’attenzione della mente su ciò che sta per accadere o ciò che è avvenuto.

L'estate scorsa finalmente ho trovato queste preghiere, e le ho trovate come il risultato di un felice caso. Mio figlio ed io eravamo a Chicago per un ritiro, e sulla via del ritorno ho deciso di fare una deviazione verso la chiesa di St. John Cantius, un luogo leggendario che non avevo mai visitato. Dopo i Vespri della domenica, mi imbattei in uno dei canonici, un sacerdote molto affabile che avevo conosciuto a Roma a pochi anni fa tramite “Sacra Liturgia”, il quale si offrì di accompagnarmi in un tour delle camere nascoste di quell’immensa chiesa. Una di queste camere è una cappella laterale gotica con una riproduzione a grandezza naturale di un famoso altare scolpito di Cracovia [aggiornamento: un lettore ha precisato che si tratta di un modello in scala]:

La cappella è splendidamente arredata in stile gotico:

Ed è proprio su un altare laterale gotico che ho scoperto due carteglorie:

Il sacerdote che mi accompagnava nella visita disse che questo era il suo luogo preferito per celebrare la Messa privata giornaliera e che lui e altri canonici spesso recitavano le preghiere poste ai due lati dell’altare:

Ecco una trascrizione dei testi:



PRIMA DEL SERVIZIO DIVINO

Preghiamo:

Dio onnipotente e misericordioso, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, ci hai invitato a partecipare a questo culto con il tuo amato Figlio, nostro Sommo Sacerdote e Re. Concedici la grazia di adempiere il nostro sacro dovere con fede, rispetto e amore, così che noi possiamo esserti graditi, edificare il tuo popolo e meritare di ottenere i frutti di questo santo servizio, per Cristo nostro Signore.

Ti adoriamo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo. Amen.



DOPO IL SERVIZIO DIVINO

Preghiamo:

Ti rendiamo grazie, Padre celeste, per l'onore a noi donato, assistendo a questo sacro servizio. Accetta, Ti supplichiamo, il nostro umilissimo ministero e rimetti a noi tutte le mancanze che abbiamo commesso davanti alla Tua Divina Maestà. Illuminaci e rafforzaci, Signore, affinché possiamo sempre renderTi degnamente omaggio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, tuo Figlio, che vive e regna con te nei secoli dei secoli. Amen.



Queste preghiere sembrano davvero adattarsi alla necessità del momento, e perciò volentieri le condivido con i lettori di NLM [New Liturgical Movement], nel caso in cui altri possano trovarle adatte alle loro esigenze.

Ma ora dato che sto scrivendo della mia visita alla chiesa di St. John Cantius, devo condividere un paio di altre fotografie delle camere sul retro. Che tesori di reliquie che hanno!



Ostensori a bizzeffe, suppongo tutti doni fatti ai canonici e usati regolarmente:

Un raro gruppo di statuette del presepio in cartapesta, di stile italiano

E perché no? … l’ultimo paio di scarpe papali indossate da papa Pio XII:


Di Peter Kwasnieski, pubblicato lunedì 26 settembre 2016

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.