martedì 6 settembre 2016

Prosegue la raccolta fondi per i Monaci di Norcia


Riprendiamo dal sito del CNSP:

Cari Amici del Populus Summorum Pontificum,

come sapete lo sciame sismico conseguente al terribile terremoto dello scorso 24 agosto non accenna a diminuire, e anche sabato si sono registrate due forti scosse, che hanno colpito, in particolare, la città di Norcia.

Nei giorni scorsi il Priore del Monastero di S. Benedetto, Padre Cassiano, ci ha ricordato che anche eventi come quelli delle ultime settimane possono – devono – avere un’interpretazione spirituale: «un tempo era normale meditare sui Novissimi (morte, giudizio, paradiso, inferno). Sarebbe bello riprendere questa consuetudine». Padre Cassiano ha anche osservato che «ci sono due simboli che possiamo trarre da questa storia e che ci invitano a fare riflessioni importanti. Innanzitutto, la Basilica di San Benedetto e l’altare del santo sono gravemente danneggiati. La cultura cattolica della civiltà occidentale sta crollando. Ce l’abbiamo davanti agli occhi. Il secondo simbolo è l’assembramento di persone attorno alla statua di San Benedetto in piazza, unite nella preghiera. Questo è l’unico modo di ricostruire». Queste parole offrono a tutti noi un’occasione di meditazione che, ne siamo certi, non andrà sprecata.

Abbiamo anche saputo che quasi tutti i Monaci sono rientrati a Norcia, e stanno condividendo con gli altri cittadini colpiti dal sisma i pesanti disagi che esso comporta: come ricorderete, il Monastero e la basilica sono inagibili perché seriamente danneggiati. È facile immaginare che le ultime scosse non avranno migliorato la situazione.

I Monaci ci hanno trasmesso alcune immagini che ne documentano l’attuale sistemazione e, soprattutto, la serena operosità con cui, affidandosi alla Provvidenza, stanno facendo fronte alle difficoltà di queste giornate. In questo modo essi non cessano di essere un punto di riferimento per tutta la città di Norcia – e non solo.




La raccolta fondi destinata ai necessari restauri della Basilica e del Monastero, nonché al sostegno delle popolazioni assistite dai Monaci, lanciata dal CNSP nella serata dello stesso 24 agosto, ha subito incontrato la generosità del Populus Summorum Pontificum. Già nei primi giorni sono stati raccolti oltre 2000 euro, che confidiamo possano crescere significativamente nelle prossime settimane. La raccolta, infatti, prosegue, e

rinnoviamo a tutti i Coetus l’appello a devolvere in favore dei Monaci
le offerte che verranno raccolte durante le SS. Messe
celebrate nel mese di settembre.

Ricordiamo gli estremi per il versamento, da eseguire mediante bonifico bancario all’IBAN

IT88T0200801107000103966047

(Unicredit, Agenzia Torino Carducci;
Beneficiario: Associazione Amici del Summorum Pontificum)
causale:
CNSP – Raccolta fondi terremoto 2016 – Monastero Benedettino di Norcia”.

(NB: per ragioni fiscali è necessario che la causale corrisponda a quella indicata).

Grazie di cuore a tutti!

Per il CNSP,
Marco Sgroi